Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Lombardia

Trussardi alla Scala

Lo ribattezzammo, in un'altra sede, il pitbull della cucina. Piccolo, compatto, grintoso, volitivo. In due parole: Roberto e Conti. Uno che se addenta un'idea non la molla facilmente. Uno che è arrivato anni fa a riempire una casella già occupata da talentacci come Andrea Berton e Luigi Taglienti e pur senza avere il di loro physique du role e il di loro immediato carisma, ha dimostrato di meritare una location che qualsiasi milanese (chef o no) sogna di notte: piazza della Scala. Se non altro perché egli riempie tutte le sere i 40 coperti pur non essendo il conto trascurabile, e questo anche non è trascurabile.

La cucina di Conti ruota attorno all'ingrediente, che qui è corteggiato come poche volte capita. In fondo è anche un atto di umiltà, mettere il proprio ego, a cui spesso i colleghi permettono di traboccare da ogni piatto, al servizio della materia prima (che se è prima un motivo ci sarà). Ciò non toglie che Conti abbia una propria decisa personalità, che si esprime nel ruolo di esploratore di terre conosciute per cercare angoli di visuale differenti.

Secondo noi il suo meglio lo dà quando sciorina voci di menu da vecchia trattoria, e poi ti spiazza: lo fa (eccome se lo fa) nel Risotto alla milanese (con wagyu, tiè), nel Cubo di vitello alla milanese, nel Manzo tonnato. Spartito noto ma sempre con una nota distorta, dissonante. Spericolato, Conti sfida (e batte) la romanissima Cacio&pepe, alleandosi coi ricci di mare. E dà il suo meglio (secondo noi) nella pancia di maiale in agrodolce e patata affumicata. Servizio da salotto buono. Carta dei vini coerente.

Chef

Roberto Conti

Sous-chef

Lorenzo Barbieri

Ai dolci

Debora Motta e Giuseppe Riccardi

In sala

Michele Lepore

In cantina

Klodiola Prenga

Contatti

+39 02 80688201

piazza della Scala, 5
20121 - Milano
trussardiallascala.com
ristorante@trussardiallascala.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
sabato a pranzo e l'intera domenica
Ferie
due settimane ad agosto e 22 dicembre-8 gennaio
Menu degustazione
140 e 160 euro
Antipasto
35 euro
Primo
26 euro
Secondo
40 euro
Dolce
24 euro

Lo chef consiglia
L'Alchimia, viale Premuda 34, ristorantelalchimia.com: un elegante lounge bar con ristorante di cucina "italo-meneghina"

+39.02.82870704

Perché fermarsi
per il risotto, qualunque sia in carta in quel momento. Perché lo chef è di Vigevano e con quei chicchi ci è cresciuto
Andrea Cuomo
Andrea Cuomo

Romano di stanza a Milano, sommelier e giornalista del quotidiano Il Giornale, racconta da anni i sapori delle città in cui vive