Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Lombardia

Due Colombe

Nella cittadina storica della Franciacorta Corte Franca, la forte creatività dello chef Stefano Cerveni si fonde con il gusto del ricercare le proprie radici, che si concretizza in un'indovinata reinterpretazione delle tradizioni contadine.

Suggestivo l'accostamento tra storia e presente, tra sacro e profano: alle Due Colombe si cena nella chiesa del Borgo Antico, tra volte e mattoni che hanno visto nascere la ricetta di una grande classico del luogo, il Manzo all'olio con polenta dalle mani dei frati. E Stefano Cerveni lo ripropone qui, secondo la ricetta della Nonna Elvira, Anno Domini 1955. Tra i suoi piatti più iconici spicca il viola della Patata con gambero rosso e Franciacorta, la Tinca al forno o i Fagottelli al burro e Grana Padano, bottarga di coregone e clorofilla di prezzemolo, leggibili, facili, deliziosi.

Ma c'è tanto spazio anche alla sperimentazione come con la recente Battuta di scampi liguri, crème fraîche, bottarga di muggine e olio all'arancia o i Taglioni allo zabaione ai ricci di mare. Sapori decisi, netti, in abbinamenti sorprendenti. Le Due Colombe è la roccaforte della più pura filosofia dello chef, che oggi si è espanso con tanti progetti di street food e ristorazione prêt-à-porter nel milanese.

Chef

Stefano Cerveni

Sous-chef

Andrea Torri e Matteo Ballini

In sala

Sara Magnacca

In cantina

Gianluca Goatelli

Contatti

+39 030 9828227

via Foresti, 13
25046 - Corte Franca (Brescia) - Borgonato
duecolombe.com
stefano@duecolombe.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
domenica sera e l'intero lunedì, a pranzo aperti solo sabato e domenica
Ferie
due settimane variabili ad agosto e una a gennaio
Menu degustazione
75 e 95 euro
Antipasto
26 euro
Primo
28 euro
Secondo
30 euro
Dolce
12 euro

Perché fermarsi
per i Fagottelli al burro e Grana Padano, bottarga di coregone e clorofilla di prezzemolo
Camilla Rocca
Camilla Rocca

 

mentre studiava Economia a Verona, passava gli appunti ai compagni, imprenditori vinicoli della Valpolicella: da lì l'amore per il buon cibo e il bere bene. Collabora con Food24 ,Style, Ansa, Class, Il Giornale