Acqua Panna S.Pellegrino 2020 Veuve Clicquot 2020 Birra del Borgo 2020 The Fork 2020

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Stati Uniti

Eleven Madison Park

Tutto è cambiato e nulla è cambiato, sotto le alte e maestose volte dell’ex banca nel palazzone Art Decò sul Madison Square Park. Niente fa supporre agli astanti, sia nel compìto servizio in sala sia nei mirabolanti piatti sui tavoli, che il magico duo alla guida di uno fra i migliori tre stelle Michelin al mondo abbia deciso non molto tempo fa di divorziare: lo chef e patron Daniel Humm ha difatti liquidato il socio e manager Will Guidara, che nel frattempo ha intrapreso altre attività.

Niente paura: l’esperta e ben oliata macchina di cucina sa bene il fatto suo (quasi “in missione per conto di Dio”, per citare i Blues Brothers) e prosegue imperterrita a macinare con estro e fantasia ricette sempre più ricercate e incroci di sapori sempre più azzardati. Prendete ad esempio i tenerissimi Gnocchi di ricotta di capra, i dolcissimi Gamberi hawaiani avvolti in avocado con lime e yogurt, la superba Anatra al forno (disossata al tavolo) ripiena di mirtilli, il soave Foie gras marinato con menta e melanzana o il delicato Cheesecake di caviale con asparagi: tutto cucinato e presentato nel migliore dei modi.

Due per finire le vere novità: adesso si può pranzare e cenare anche nella zona bar, con menu ovviamente ridotto. Chi poi volesse prenotare un tavolo (sul sito), sappia che anche l’Eleven Madison Park ha adottato lo stesso sistema di booking lanciato da Alinea a Chicago, e cioè l’anticipo totale del costo del menù via web. Perché sì, anche qui in fin dei conti si fa del teatro. E che (gastro)teatro.

 Brambilla-Serrani

Chef

Daniel Humm

Vai alla scheda dello chef

Sous-chef

Brian Lockwood e Colin Wyatt

Ai dolci

Mark Welker

In sala

Sueyoung Jo

In cantina

Cedric Nicaise

Contatti

+12128890905

11, Madison Avenue
10010 - New York
elevenmadisonpark.com
info@elevenmadisonpark.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
da lunedì a giovedì a pranzo
Ferie
2 gennaio, 27 maggio, 4 luglio e 24-25 dicembre
Menu degustazione
175 (al bar) e 335 (al tavolo) dollari

Lo chef consiglia
La cucina giapponese di Sakagura, 211 E 43rd St. Lower Level, New York, sakagura.com

+12129537253

Perché fermarsi
Qualità e creatività ai massimi livelli di tutti gli Stati Uniti, più location e servizio da 3 stelle Michelin
Paolo Scarpellini
Paolo Scarpellini

origini bergamasche e infanzia bolognese, oggi è milanese ma anche cittadino del mondo. Come critico/giornalista prima musicale e poi enogastronomico, abbina da sempre le sette note a vini, piatti, cantine e hotel. Adesso, anche nei panni di Music Designer e Sound Sommelier (psmusicdesign.it). Da vero Bulliniano, ha un debole per gli chef creativi che vanno comunque oltre