Acqua Panna S.Pellegrino 2020 Veuve Clicquot 2020 Birra del Borgo 2020 The Fork 2020

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Francia

Arpège

Sono tanti i riconoscimenti dati all'Arpège sin da quando ha aperto nel 1986: dall'aver dato un nuovo valore all'utilizzo delle verdure nella cucina stellata fino a esser stato un ristorante generazionale, da cui sono usciti i più grandi cuochi francese e non solo degli ultimi 20 anni.

C'è però un dettaglio, del genio di Alain Passard, che lascerà una traccia indelebile sull'evoluzione della cucina Italiana. Qualcosa di cui dovremmo parlare più spesso, per quanto paia assurdo vista l'impostazione classica francese del ristorante di rue de Varenne, perché l'audacia con cui Passard compone i suoi piatti di verdure e di crudità lascia basiti per la sua semplicità. Perché quando un pomodoro, tagliato sottilissimo, viene trattato come la sfoglia di un raviolo in cui chiudere un concassé di fragole, l'omaggio al raviolo aperto Gualtiero Marchesi non è esplicito, ma probabilmente un po' malizia Passard ce l'ha messa.

Se le 5 stagionature del Parmigiano di Massimo Bottura sono un'ode al prodotto, unico ingrediente del piatto, altrettanto si potrebbe dire per il Carciofo con baba ganoush e fichi dell'Arpège, dove il Parmigiano entra a dare "tempo", calibrando i sapori dolci, amari e affumicati delle verdure e diventando protagonista della ricetta. Passard diventa così uno dei grandi maestri della cucina italiana contemporanea: per la voglia di esaltare la semplicità dei prodotti, come il migliore degli Aimo Moroni, e per il modo in cui li tratta, con un'istinto simile a quello di Fulvio Pierangelini. Ed ecco compiuto il paradosso Arpège, il più italiano dei 3 stelle francesi.

Chef

Alain Passard

Sous-chef

Anthony Beldroega

In sala

Angelie Dutrambe

Contatti

+33147050906

rue de Varenne, 84
75007 - Parigi
alain-passard.com
arpege.passard@wanadoo.fr
PORTAMI LÌ
Chiusura
sabato e domenica
Ferie
mai
Prezzo medio vino escluso
350 euro
Menu degustazione
175 a pranzo, 340 euro il menu vegetariano, 420 euro terra e mare

Lo chef consiglia
Table, 3 Rue de Prague, "Perché Bruno Verjus è un allievo, un amico, e uno dei cuochi più bravi di Francia"

+33143431226

Perché fermarsi
Se riuscite, prenotate con anticipo l'esperienza al Bois Giroult, la table d'hôte di Passard in uno dei suoi orti in Normandia
Tokyo Cervigni
Tokyo Cervigni

milanese, a volte londinese, fondamentalmente parigino. Esperto mondiale di BLT sandwich, bevitore di Americano e aspirante Larry David. Solitamente magna e se rilassa. Ogni tanto scrive