Acqua Panna S.Pellegrino 2020 Veuve Clicquot 2020 Birra del Borgo 2020 The Fork 2020

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Toscana

Piccolo Principe del Principe di Piemonte

Al comando del Piccolo Principe da 15 anni c’è Giuseppe Mancino da Sarno, forse il più taciturno di tutti e 35 i cuochi e le cuoche italiane che nell'edizione 2020 si fregiano di 2 stelle Michelin. È uno che ama cucinare e stare lontano dalle polemiche. «E non faccio trattamenti di favore», ci spiega, «quello che mangia lei stasera è quello che hanno mangiato tutti gli altri». 
Il suo stile si è affrancato dalla generica voce “toscano-campana” con cui spesso lo si bolla: siamo in Toscana - e si vede già dal pane sciapo - ma questa non è una prigione. Va bene il pesce, dunque, ma mare e terra pari sono nelle sue gerarchie mentali attuali. E la retorica campano-salernitana non è che debba per forza emergere qui e là solo perché fa gioco e storytelling.

C’è piuttosto una tensione continua al sapore pieno, uno sguardo che scruta gli schemi haute con rispetto ma pure con diffidenza, quand'è il caso. Cotture sottovuoto e vasocotture si alternano a seriali nappate col burro e a trattamenti à la minute così precisi che paiono telecontrollati. Sono piatti sempre colorati e gustosi, non minimalisti ma giocosi come il Carnevale. Soluzioni che, dietro all’apparente classicità, tradiscono metodica autodidatta e inclinazioni personali.

Una cavalcata sincera e gioiosa, da condurre al quinto piano dello storico hotel a suon di Agnolotti ripieni di cipolla fondente, coda di bue sotto, salsa al pecorino, tartufo e sedano croccante e magnifici piccioni: il nostro era rifinito al Green Egg, crudo il giusto, e servito con salsa cibreo, pesche, salsa alle spezie e cipolle caramellate. Masterpiece.

Chef

Giuseppe Mancino

Sous-chef

Alessio Bachini

In sala

Fabio Santilli

In cantina

Manuel Ghezzi

Contatti

+390584401806

PORTAMI LÌ
Chiusura
lunedì; aperto solo la sera
Ferie
31 ottobre-30 aprile
Menu degustazione
140, 170 e 220 euro
Antipasto
55 euro
Primo
50 euro
Secondo
70 euro
Dolce
25 euro
Tavolo dello chef per 6 persone

Ristorante con camere

Tavoli all'aperto

Lo chef consiglia
Pozzo di Bugia, via Federigi 544, Seravezza (Lucca), trattoriapozzodibugia.it: per le carni alla griglia

+390584743696

Perché fermarsi
per la Tagliatella di farro, mirtilli confit, pollo affumicato, funghi e pesto di erbe amare: manualità e gusto
Gabriele Zanatta
Gabriele Zanatta

classe 1973, laurea in Filosofia, giornalista freelance, coordina i contenuti della Guida ai Ristoranti di Identità Golose dalla prima edizione (2007), collabora con varie testate e tiene lezioni di gastronomia presso diverse scuole e università. 
Twitter @gabrielezanatt
Instagram @gabrielezanatt