Acqua Panna S.Pellegrino 2020 Veuve Clicquot 2020 Birra del Borgo 2020 The Fork 2020

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Cina

Ultraviolet

Paul Pairet non si ferma mai. Una trottola col basco in testa. Ha chiuso il ChopChop Club (non per colpa sua), l’upscale grill place all’interno della posh location del 3 on the Bund. Poi ha aperto il Polux nel posh quartiere di Xintiandi, una sorta di bistrot d’autore dove mangiare una ottima tartare o del foie gras a prezzi molto affordable (con addirittura il vino alla spina!). Ha lanciato il table d’Hote, il tavolo dello chef nel Mr. & Miss Bund, la sua macchina da guerra sul Bund dove vende jumbo shrimps, wagyu beaf e un 48 hours cooked lemon tarts come se fossero bruscolini.

E infine sempre lui, Ultraviolet, indiscussa stella cometa del firmamento shanghainese, con ancora confermate le 3 stelle Michelin, unico ristorante della città (solo sulla vetta del Tourmalet da 3 anni). Che dire, qualsiasi cosa fa, che funzioni o no a livello di “P&L chart” genera un boato mediatico e l’attrazione del pubblico. Poi si sa, in Cina la ristorazione è tanto nelle mani dei King of Real Estate.

Comunque, l’Ultraviolet è immune da tutto questo essendo in una location segreta, negletta, e con un solo tavolo per 12 persone. Lo schema è il solito, con il fine dine servito in un ambiente di eccitante multisensorialità (essenze nell’aria, musica, schermi a 360 gradi). Il cibo spazia dall’abalone, alle ostriche grigliate, al pepper beaf fino ai Carabineros: c’è tutto all’Ultraviolet! 18 o 22 portate, a seconda che si prenda il menu A, B o C. E nel fine settimana c’è il menu “+” con solo grand crus. Costo dell’esperienza: quasi mille euro). Al di là del prezzo, Ultraviolet rimane un unicum!

Scott Wright  

Chef

Paul Pairet

Vai alla scheda dello chef

Sous-chef

Greg Robinson

Ai dolci

Paul Pairet

In sala

Collin Cao and David Steele

Contatti

+

indirizzo non dichiarato
- Shanghai
uvbypp.cc
info@uvbypp.cc
PORTAMI LÌ
Chiusura
domenica e lunedì
Ferie
19 gennaio-2 febbraio, 4 aprile, 1 maggio, 25 giugno e 27 settembre-5 ottobre
Menu degustazione
4.500 e 6.000 rmb

Lo chef consiglia
Crystal Jade Restaurant, New World, Distretto di Huangpu, Shanghai

+862163858752

Perché fermarsi
per le circa 4 ore di show e taste experience unici nel suo genere, dalla prima all'ultima delle 20 portate
Claudio Grillenzoni
Claudio Grillenzoni

giornalista col vizietto dell'esterofilia (da buon germanista) e del cibo (da buon modenese), dal 2007 vive felice in Cina, a Shanghai, tessendo ponti tra Oriente e Occidente