Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Lombardia

Masuelli San Marco

Entrare in questo ristorante significa immergersi, in un colpo solo, in una Milano d’altri tempi. Gli arredi, le sedie Thonet d’epoca, le foto alle pareti, lo splendido bancone: ogni dettaglio qui racconta la lunga storia di questa insegna, dal 1921 in gestione alla famiglia Masuelli. Lo chef oggi si chiama Massimiliano e rappresenta degnamente la terza generazione della famiglia: in cucina tiene dritta la barra che punta verso la tradizione, nella sua declinazione più fedele e ligia.

E allora ecco che spicca il Risotto, rigorosamente giallo di zafferano, che oltre a essere gustato da solo può anche fare da letto e contorno all’ossobuco o a delle piccole milanesine. Ecco la Cotoletta, spessa, con l’osso e profumata di burro come vuole l’ortodossia meneghina, ecco la Pasta e fagioli “con il cucchiaio in piedi”. Ma ci sono anche i Plin, i Tajarin al ragù di coniglio di Cuneo, il Bollito misto e la Battuta di fassona, a celebrare le radici piemontesi della famiglia. O ancora l’ottima Polenta fatta con l’antica varietà di mais ottofile. 

Un’identità forte e apparentemente immutabile, che sembra resistere senza particolari difficoltà alle tendenze, alle mode, a una tensione verso l’innovazione gastronomica che a Milano si respira in modo deciso da qualche anno. Qui invece, mentre si avvicina il centesimo compleanno del locale, si ricercano la coerenza, la continuità, il rispetto di quanto è stato codificato. Baluardo. 

Chef

Massimiliano Masuelli

In sala

Akram Abdel Ghani

In cantina

Akram Abdel Ghani

Contatti

+39 02 55184138

PORTAMI LÌ
Chiusura
domenica e lunedì
Ferie
2 settimane variabili ad agosto
Carte di credito
no Diners
Antipasto
12 euro
Primo
12 euro
Secondo
18 euro
Dolce
7 euro
Coperto
3 euro

Perché fermarsi
Per tornare indietro nel tempo e approfittare di una ristorazione rassicurante e golosa
Niccolò Vecchia
Niccolò Vecchia

Giornalista milanese nato nel 1976, a 8 anni gli hanno regalato un disco di Springsteen e non si è più ripreso. Musica e gastronomia sono le sue passioni. Autore e conduttore di Radio Popolare dal 1997, dal 2014 nella redazione di Identità Golose - twitter @niccolovecchia