Acqua Panna S.Pellegrino 2020 Veuve Clicquot 2020 Birra del Borgo 2020 The Fork 2020

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Francia

Yam'Tcha

Se Yam’Tcha, a poco più di un decennio dalla sua apertura (2009) continua a rimanere un ristorante imprenotabile, è tutto merito dell’insaziabile curiosità dei suoi artefici, Adeline Grattard e il marito Chi Wah Chan. I quali, non contenti del successo acquisito, hanno bissato e addirittura triplicato l’insegna madre, prima con Boutique Yam’Tcha, una sorta di avamposto di Hong Kong, con il suo ricco corredo di tè, bao e dim sum; poi più di recente con Café lai’ Tcha, un piccolo tempio di cibo da strada cines (lai tcha è il tè tradizionale, cui viene aggiunto latte dolcificato).

Ma le cose più buone e più belle continuano ad accadere al 121 di rue Saint-Honoré, con l’ormai celebre menu degustazione da 7 portate, che associa tè cinesi (la stessa cuoca ha vissuto per due anni in Cina) a piatti di estrema eleganza e sostanza come il Polpo fritto con cipolla e cetrioli, l’Anatra laccata con bacon e funghi o il Bao al Roquefort, una perfetta sintesi tra i due continenti di riferimento della cuoca.

Un consiglio: chiedete uno dei tavoli con vista sulla cucina e avrete la possibilità di osservare Adeline al lavoro davanti ai due grandi wok nei quali prepara tutte le portate del menu. A guidarvi tra le straordinarie sfumature del tè, penserà l’ineffabile Chi Wah.

Chef

Adeline Grattard

Sous-chef

Leonard Pivert

In sala

Yoann Gregory

In cantina

Marine Delaporte

Contatti

+33140260807

121, rue saint-Honoré
75001 - Parigi
yamtcha.com
contact@yamtcha.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
domenica, lunedì e martedì
Ferie
1-30 agosto e variabili a dicembre
Carte di credito
no American Express
Menu degustazione
150 euro

Lo chef consiglia
Lai'Tcha, 7 Rue du Jour, Parigi: il loro bistrot, un posto molto carino vicino a Les Halles, il brunch è incredibile di domenica

+33140260505

Perché fermarsi
per un'avamposto di elegante cucina cino-francese come non ne esistono al mondo
Identità Golose
Identità Golose

articolo a cura degli autori Identità Golose