Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Lazio

Il Tino

Di Lele Usai ci piace - sin da quando lo conoscemmo anni fa nel precedente locale nel cuore di Ostia, in un contesto assai poco gourmet - il senso della misura. Intendiamo con questo la capacità di crescere a piccoli passi, senza mai esagerare ma mantenendo la barra a dritta della propria idea di cucina. Che è, fondamentalmente: materia prima di alto livello e una creatività che non si perde mai nella gestualità autoreferenziale.

Naturalmente Lele è un cuoco di mare. Ha sempre lavorato a due passi dal mare, dapprima tra i palazzoni del quartiere balneare di Roma, oggi a Fiumicino, qualche chilometro più in là, dentro a uno yacht club e canitere nautico che assomiglia a un'imbarcazione che bordeggia nell'ultimissimo tratto del Tevere. Il locale è piccolo e silenzioso, 8 tavoli circolari che invitano a confidenze e romanticherie. Usai propone piatti in cui a una trama fatta di intepretazioni filologiche si sovrappone un ordito di suggestioni cosmopolite. Niente di originalissimo, come manifesto, ma l'esecuzione è slanciata, a volte entusiasmante, comunque sempre convincente.

Nel "47° menu dal 2006", come contabilizza la carta, si parte dalla Panunta con coratella, scampi e cipolla caramellata, si prosegue con un Dimsum alla melanzana arrosto, scampi arrosto ed estratto di finocchio e melissa che è un po' la summa del pensiero di Lele, ai secondi strani incroci come ricciola&cinghiale (il Chilometro di Castelfusano) e triglia&guanciale. Dolci spostati sulla freschezza: Cocco, banana e lime. Carta dei vini con tante buone bollicine e bianchi. Servizio sommesso.

 Brambilla-Serrani

Chef

Lele Usai

Vai alla scheda dello chef

Sous-chef

G. Di Lecce, C. Prossomariti e A. Turtulici

In sala

Pierluigi Piliego

In cantina

Hiromi Nakayama

Contatti

+39 06 5622778

via Monte Cadria, 127
00054 - Fiumicino (Roma)
ristoranteiltino.com
info@ristoranteiltino.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
martedì; aperto solo la sera
Ferie
mai
Menu degustazione
80, 95 e 130 euro
Antipasto
24 euro
Primo
25 euro
Secondo
32 euro
Dolce
16 euro

Lo chef consiglia
Il Maritozzaro, via Ettore Rolli 50, Roma; dove gustare al suo top uno dei pochi dolci della tradizione romana

+39.06.5810781

Perché fermarsi
per un rapporto qualità-prezzo impareggiabile, soprattutto quando si parla di cucina di mare
Andrea Cuomo
Andrea Cuomo

Romano di stanza a Milano, sommelier e giornalista del quotidiano Il Giornale, racconta da anni i sapori delle città in cui vive