Mirko Petracci

La Scaletta

via Napoli 137
Ascoli Piceno
tel. +39 0736 498841

Dentro o fuori. C'è stato un momento, nel 2013, da vere e proprie sliding doors: Vincenzo e Maria Petracci erano stanchi, avevano aperto la loro pizzeria La Scaletta ad Ascoli Piceno nell'ormai lontano 1978. Basta: era ora di andare pensione. Quante pizze avevano servito! Dignitosissime, per carità: ma nei decenni precedenti l'imperativo era far cassetta e non si andava tanto per il sottile con i dettagli legati a impasti, condimenti e coperture. "Pizze curate, mai tirate via, digeribili, ma erano momenti nei quali letteralmente non si chiedeva ai pizzaioli di essere chef", come ha scritto Luisa Acciarri.

E dunque? Dunque, appuntamento dal notaio. Non per chiudere bottega, ma per sancire carte alla mano il passaggio di gestione alla nuova generazione dei Petracci, rappresentata in particolare dal primogenito Mirko, classe 1981, il locale esisteva da soli tre anni. Dunque uno che a La Scaletta era praticamente nato e cresciuto, e ne conosceva alla perfezione ritmi e meccanismi.

Soprattutto, ne conosceva anche le potenzialità inespresse, gli aspetti da migliorare ulteriormente.

Conseguente la decisione di cambiare molto, se non tutto. O per meglio dire: andare oltre il lavoro dei genitori, senza far perdere l’identità del locale. Il matrimonio di Mirko con Maria è arrivato l'anno dopo il passaggio generazionale che vi abbiamo raccontato; ed è stato il suggello alla nuova stagione nella vita de La Scaletta.

L'indirizzo oggi è un punto di riferimento per i buongustai. Gli impasti di Petracci sono leggeri, non a caso la linea d'eccellenza si chiama Gran'aria, frutto di un anno e mezzo di ricerca, sperimentazione e studio, per ottenere una pizza eterea e insieme croccante, molto idratata, dall’altissima digeribilità. Il risultato finale al piatto è un blend che regala alla pizza un aroma ricco e originale.

Ha partecipato a

Identità Milano


Identità Golose

Identità Golose

L'articolo è a cura di Identità Golose, la testata che organizza il congresso internazionale di alta cucina, edita il sito www.identitagolose.it e la Guida Identità Golose online, oltre a firmare numerosi altri eventi in Italia e all'estero