Alberto Piras

Il Luogo di Aimo e Nadia

via Privata Raimondo Montecuccoli, 6
20147 Milano 
+39 02 416886
info@aimoenadia.com

Milanese classe 1986 - quasi 1987, è nato giusto il 27 dicembre - e Miglior Sommelier per la Guida Identità Golose 2016. Alloro che, come tanti altri (Miglior Sommelier d’Italia per Aspi nel 2011, Sommelier dell’Anno per la Guida I Ristoranti d’Italia de L’Espresso nello stesso 2016...) celebrano una carriera ancor giovane ma già fulgida.

"A quasi 30 anni è come se Alberto Piras stesse mietendo quei successi che meritava già alcuni anni fa quando la sua ascesa fu bloccata da un incidente in motorino. Deve tutto a forza d’animo, fibra e anche all’avere scelto grandi maestri, in Francia e in Italia. Scusate il ritardo, potrebbe dire": questa fu la motivazione con la quale venne premiato da Identità. Il riferimento è a quella brutta sera del febbraio 2013 - proprio nei giorni del nostro congresso - in cui al termine di una serata di lavoro ebbe un terribile infortunio: otto giorni di coma, una lunga riabilitazione, tante terapie. Determinato, ce l'ha fatta a riprendere in mano la sua vita.

Allora lavorava da Cracco, ancora in via Victor Hugo. Aveva scoperto la passione per la sommellerie durante gli studi all’Istituto Professionale Carlo Porta di Milano, conquistato dal suo insegnante, il grande Giuseppe Vaccarini. Poi, un primo stage nel 2004, in un importante hotel di Londra. Le tappe successive sono state Il Lago del Four Seasons des Bergues di Ginevra, Il Vino a Parigi, con patron Enrico Bernardo (Miglior Sommelier al Mondo 2004), quindi il ritorno nel capoluogo lombardo, prima da Claudio Sadler e poi appunto da Cracco.

Dopo la pausa forzata, dal marzo 2014 è entrato a far parte della squadra de Il Luogo di Aimo e Nadia, condividendo con Stefania Moroni, gli chef Alessandro Negrini e Fabio Pisani e il maître Nicola Dell’Agnolo i progetti in progress della nuova generazione del ristorante.

Ha partecipato a

Identità Golose


a cura di

Carlo Passera

classe 1974, milanese orgoglioso di esserlo, giornalista professionista dal 1999, ossia un millennio fa, si è a lungo occupato di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta su viaggi e buona tavola. Coordinatore della redazione di identitagolose.it
Instagram: carlopassera