Massimo Minutelli e Tony Melillo

Foto Brambilla-Serrani

Foto Brambilla-Serrani

La Griglia di Varrone

via Alessio di Tocqueville, 7
20154 Milano
02 3679 8388

Massimo Minutelli è l’imprenditore dietro a La Griglia di Varrone, un’insegne che rivede la carne in chiave contemporanea. Il format parte da una proposta ricca di specialità da tutto il mondo, passando per l’accurata tecnica di cottura su misura e dall’occhio particolare al design, declinato nell’arredamento dove le linee essenziali, i colori neutri ed eleganti, i materiali utilizzati, rendono l’ambiente moderno e di stile.

Classe 1965, Minutelli ha aperto la sua prima Griglia a Lucca nel 2006 per replicare a Pisa e infine affacciarsi sul panorama milanese con l’ultima apertura in via Toqueville, vicino a Corso Como. Stimolato dalla forte passione per la carne e il design, pur neofita nel settore gastronomico, non ci ha pensato due volte e si è lasciato guidare dalle ispirazioni raccolte durante i suoi viaggi in tutto il mondo, con il proposito di selezionare i migliori tagli di carne e scoprire per ognuno di questi la preparazione e la cottura ideali, proponendo ai suoi clienti di solo piatti di altissima qualità.

Ed è così che in carta troviamo il maiale iberico di Joselito, conosciuto per il suo sapore caratteristico determinato l’alimentazione composta da ghiande ed erbe fresche, i Black Angus provenienti dagli allevamenti Creekstone Farms negli Stati Uniti e Rangers Valley in Australia, tra i migliori al mondo, famosi per il contrasto tra il sapore intenso e la consistenza tenera e succosa – fino all’italianissima Fassona Piemontese di Martini di Boves, o il Bue Grasso di Carrù, o ancora la Cinta Senese. Per arrivare al manzo di Kobe – di cui Massimo è stato orgogliosamente il primo importatore in Italia e alla spagnola Rubia Gallega, dal gusto salino e speziato unico. Carni eccellenti e cucinate accuratamente sulla griglia a vista, realizzata da un artigiano del ferro, alimentata solo da legno di quercia.

Un concept che ha convinto il pubblico milanese e continua a piacere. Anche grazie a Tony Melillo, direttore e anima di Varrone Milano, che con dedizione e passione si occupa della carta dei vini, del rapporto con i fornitori, e della cura dei clienti da gennaio 2015.

Ha partecipato a

Identità Golose


a cura di

Elisa Nata

figlia dei mitici anni '80, una passione per la scrittura nata in ufficio stampa e una per l'enogastronomia che c'è sempre stata. Esploratrice instancabile di ristoranti, piatti, abbinamenti e sapori, scrive di cibo come giornalista free-lance per il suo sito multiautore ilpelonelluovo.it e per alcune testate online, tra le quali iodonna.it