L'Oscar dello Street Food

Il cibo di strada italiano in gara: a premiare i migliori saranno gli stessi clienti votando online

27-09-2014
Il toscanissimo Panino con il lampredotto è una d

Il toscanissimo Panino con il lampredotto è una delle prelibatezze più classiche e storiche del cibo di strada italiano. A cui, dal portale cibodistrada.it, viene dedicato un concorso online che permetterà agli utenti di votare e premiare i migliori locali di street food del paese

“Street food” è una delle tante definizioni passepartout dalla fortuna sterminata, e un po’ discutibile, del mondo della cucina, che vive di slogan non meno che di emozioni. Con questo marchio (il brand che crea l’atmosfera…) si nobilita non solo una filosofia di consumo ma anche qualche nefandezza gastronomica in cerca di sdoganamento.

Eppure - malgrado gli eccessi che ogni formula di successo si porta con sé - ormai non si può più evitare di fare i conti con una stringa che è la summa del mangiare pop, un po’ pret-à-porter e un po’ da sera. Così, dopo le tante guide dedicate all’argomento, ecco arrivare gli Oscar del Cibo da Strada. Che, per coerenza con questo stile di alimentazione per tutti e per tutti i giorni, saranno attribuiti dai clienti stessi.

Il contest è stato lanciato dal portale verticale cibodistrada.it, nato alla collaborazione tra Italiaonline, l’internet company italiana che include i portali Libero e Virgilio e che vanta oltre 15 milioni di utenti unici mensili e 11 milioni di mailbox attive, e Mauro Rosati, giornalista considerato tra i massimi esperti del mondo agroalimentare italiano, direttore della Fondazione Qualivita e autore di numerose pubblicazioni sui prodotti agroalimentari Dop e Igp italiani ed europei, come l’Atlante Qualivita e Qualigeo Atlas, nonché autore e conduttore di “Street Food Heroes”, in onda su Italia 1 e Italia 2, da cui prende spunto la Guida al miglior cibo di strada italiano edita da Gribaudo-Feltrinelli.

Il giornalista Mauro Rosati è tra i promotori dell'Oscar del Cibo di Strada Italiano

Il giornalista Mauro Rosati è tra i promotori dell'Oscar del Cibo di Strada Italiano

Insomma, un modo di prendere molto sul serio tigelle e crescioni, focacce e lampredotti, pizze variamente foggiate e pani ca’ meuza. Il meccanismo di voto è semplice e rapido come mangiare un supplì: gli utenti dopo una rapida registrazione potranno esprimere le proprie preferenze scegliendo tra uno dei tanti locali recensiti sul portale, che peraltro sono spesso segnalati dagli stessi lettori. Le preferenze possono già essere “cliccate” e si potranno esprimere entro il 20 gennaio 2015.

Poi, nel mese di febbraio, dopo lo spoglio dei voti, saranno proclamati i vincitori, di tre tipi: miglior locale a livello nazionale, migliore locale per le varie regioni e migliori locali per categorie di prodotto. I premi saranno consegnati nel corso di un evento nazionale. E c’è da giurarci, vista la sterminata base di accessi potenziali al portale, che la guerra per la conquista della statuetta sarà piena di zeri. E gratuita, visto che i vincitori non avranno alcun premio se non la gloria.

Il Trapizzino è un'invenzione piuttosto recente, nata dall'idea di Stefano Callegari, che però si è velocemente affermata tra gli amanti dello street food

Il Trapizzino è un'invenzione piuttosto recente, nata dall'idea di Stefano Callegari, che però si è velocemente affermata tra gli amanti dello street food

Il cibo di strada è sempre più spesso scelto dagli italiani per la pausa pranzo o per uno spuntino veloce ed economico, ma non per questo povero; moltissimi sono i giovani, che lo rivalutano dopo anni di fast food. Una gastronomia, quella di strada, che spesso e volentieri riesce a mettere a fattor comune la capacità degli street chef di proporre cibo di alto livello e il desiderio dei consumatori di assaggiare i prodotti del territorio, con la garanzia della qualità delle materie prime utilizzate.

I locali segnalati e recensiti sul portale cibodistrada.it sono soltanto quelli che rispettano il manifesto dello street food così come elaborato dallo stesso Rosati. Cibo di strada è quello caratterizzato da: aderenza alla territorialità, dalla fruibilità e dal facile consumo, dall’economicità, dall’artigianlità della produzione, dal rispetto della tradizione e dall’originalità. Si fa presto a dire street food… 


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose