Benedetto Toscano

Uno chef di natali partenopei prova a rispolverare il culto estinto delle vecchie trattorie fiorentine

16-10-2012
Crostini di lingua e crudo di manzo al Solo Tosca

Crostini di lingua e crudo di manzo al Solo Toscano, piazza del Mercato 22r a Firenze, +39.055.291541. Lo chef Gennaro Napolitano, già allievo di Feolde e Corelli, intende ripercorrere i sentieri della trattoria toscana con una proposta snella e piatti come trippa alla fiorentina, baccalà in dolce forte, peposo...

Come definire Solo Toscano? In un momento in cui dicono che le vere trattorie a Firenze non ci sono più, l'istrionico Gennaro Napolitano prende la filosofia proprio dalla trattoria di tradizione e la trasporta in un'osteria moderna dal concept assolutamente chiaro: Solo Toscano, appunto. Aperto a fine estate, il ristorante già miete i consensi dalla città e dei turisti.

Il locale si affaccia sulla piazza del Mercato Centrale, in quella zona già cuore della cucina del popolo e polmone dell'economia cittadina; lo chef non poteva che scegliere questo luogo per rifornirsi di trippa, lampredotto, fegatini e interiora in generale, anche i testicoli di toro per gli appassionati del genere. La sala è molto accogliente: caldi i materiali e le pareti, di un bel rosso intenso. Le ricette dei piatti riproducono la cucina di un tempo, come la trippa alla fiorentina, il baccalà in dolce forte, il peposo, la pappa al pomodoro e tante altre ricette toscane, scritte rigorosamente in toscano. La cucina è a vista, quasi all'ingresso, e i tavoli sono vicini come in ogni osteria che si rispetti, ma lasciano ai commensali una sufficiente intimità.

Pollo del Valdarno in fricassea

Pollo del Valdarno in fricassea

Lo chef Napolitano, non nuovo nel mondo della ristorazione fiorentina, è napoletano d’origine ma ormai ufficalmente adottato dalla citta del Giglio. L'esperienza nel settore è vasta, sia in sala sia in cucina, e da anni gestisce locali e ristoranti nel capoluogo toscano. Tra i suoi maestri, Annie Feolde dell'Enoteca Pinchiorri e Igles Corelli, quando ancora era in Romagna. "La mia ambizione è quella di proporre in un ambiente accogliente e familiare le migliori ricette della tradizione toscana, avvalendomi solo di materie prime selezionate fra i migliori produttori della regione", recita a memoria Napolitano.

E come smentirlo visto che, fra i suoi fornitori c'è il supermacellaio Simone Fracassi, con la chianina che lo chef celebra come bistecca e tagliata, il macinato e la tartare. Tra gli altri prodotti del territorio, spiccano il pollo del Valdarno, tanti presidi Slow Food, piatti per vegetariani e celiaci, con una grossa attenzione alla stagionalità. Potete dedicarvi un'atipica pausa pranzo e una cena più che abordabile perché Solo Toscano è aperto tutti i giorni tranne il lunedì, a pranzo e a cena e  Il prezzo medio di un pasto è di circa 35/40 euro, ovviamente con la bistecca di Chianina che va a peso.

Gennaro Napolitano, natali partenopei, adozione fiorentina

Gennaro Napolitano, natali partenopei, adozione fiorentina

Da provare i formaggi di un buon affinatore toscano, come il pane, e le Penne strascicate con lampredotto e cavolo nero, ricetta con cui lo chef omaggia l'amico Luca Cai de Il Magazzino, in piazza della Passera. Il vino è delle migliori tenute della Toscana e Claudia Tartani, esperta sommelier e brava padrona di casa, vi consiglierà come meglio abbinarlo ai piatti scelti.

Solo Toscano
piazza del Mercato, 22r
Firenze
+39.055.291541
Prezzi medi: antipasti 12, primi e zuppe 10, secondi 17 euro
Chiuso lunedì