Incanto a Fighine

Uno splendido borgo toscano si avvale del talento di Strammiello. E della consulenza di Heinz Beck

28-08-2012
I Tortellini ripieni di funghi con succo di prezze

I Tortellini ripieni di funghi con succo di prezzemolo e tartufo di Antonio Strammiello, già chef del Cafè Les Paillottes di Pescara e oggi al Ristorante Castello di Fighine a San Casciano dei Bagni (Siena), sotto la consulenza del tedesco Heinz Beck, telefono +39.0578.56158

Lasciata l’autostrada A1 dal casello di Fabro, a metà strada tra Roma e Firenze, in 10 minuti si arriva al borgo medievale di Fighine (XI secolo), passando per le strette strade di Palazzone e salendo fino in cima. Al visitatore appare uno scorcio incantato della Toscana com’è nell’immaginario collettivo, con un panorama straordinario sulle campagne, mura spesse e vissute delle case e piccoli vicoli, in parte trasformato in una sorta di albergo diffuso con 4 residenze della stessa epoca (le case Janine, Teatro, Melissa e Vittoria).

Il giardino pergolato

Il giardino pergolato

È un ristorante che da quest’anno si avvale della consulenza di Heinz Beck e del lavoro metodico ma fantasioso dello chef Antonio Strammiello, già stella Michelin al Cafè Les Paillotes di Pescara) e del maître Giulio Rossi. C’è il giardino pergolato dove mangiare con la bella stagione mentre all’interno si scopre l’eleganza calda e discreta nelle diverse piccole sale di raffinata atmosfera casalinga con comode sedute, cuscini e drappeggi.

A tavola si può scegliere tra il menu degustazione (3, 5 o per intero da 7 portate) o dalla carta che propone 4 piatti per ogni portata con un rapporto tra qualità e prezzo sorprendente: tra gli antipasti meritano l’assaggio il Carpaccio di ricciola con pappa al pomodoro, mousse di avocado e polvere di olive nere, la Tartare di manzo con uovo di quaglia poche o la Terrina di coniglio con caponata di verdure.

A parte il grande classico “griffato” Beck del Tagliolino al lime e zenzero con gamberi bianchi, rivisitato con asparagi e fiori di zucca, ci sono due squisite paste ripiene come i Ravioli di brasato di manzo con zucchine e cipolla di Certaldo su salsa di parmigiano e i Tortellini ripieni di funghi con succo di prezzemolo e tartufo, e il Risotto all’acqua di pomodoro con rucola e crudo di tonno.

Antonio Strammiello, 33 anni

Antonio Strammiello, 33 anni

Si viaggia tra mare e terra anche sui secondi, con il Maialino di cinta senese alla liquirizia, con purea di mele e cicoriella, la Scaloppa di spigola in guazzetto di zafferano con frutti di mare, perle di zucchine, patate e fiori di zucca, il Galletto al sale con melanzane alla mediterranea e coulis di pomodoro e l’immancabile Tagliata di Chianina profumata al rosmarino con spinaci e funghi finferli. Conviene lasciare spazio per i dessert freschi e golosi come la Zuppetta di carote con pesche alla griglia e gelato allo yogurt o come la Gelatina e sorbetto ai fiori di sambuco con frutti di bosco. La carta dei vini è adeguata e coerente con la qualità della proposta gastronomica.

Castello di Fighine
località Fighine
San Casciano dei Bagni (Siena)
+39.0578.56158
Prezzi medi: antipasto 13, primo 16, secondo 25, dessert 8 euro
Menu degustazione: 35, 49 e 65 euro
Chiusura: lunedì e martedì a pranzo
Ferie: 15 novembre-1 aprile


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose