Addio ad Alfonso Pepe, il maestro pasticciere se ne va a soli 54 anni

Era malato da tempo. Campano, grande interprete dell'arte dolce, ha spostato a Sud il confine del panettone di alta qualità

05-02-2020

Era malato da tempo, alla fine non è riuscito a vincere la sua battaglia che conduceva da un biennio contro un male incurabile. È venuto a mancare Alfonso Pepe, classe 1965, grande interprete dell'arte dolce, dal 1995 nell’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani. Ma non solo: Pepe è colui che ha spostato più a Sud il confine del panettone di qualità, capace di raccogliere premi e riconoscimenti per i suoi magnifici lievitati prodotti nel laboratorio di Sant’Egidio del Monte Albino, in provincia di Salerno.

Conobbe l'arte della pasticceria ad Ascea Marina, splendido borgo del Cilento, dove era solito trascorrere le estati: suo zio lì aveva un laboratorio di pasticceria, Alfonso prese a frequentarlo e ad appassionarsene. Fu una specie di imprinting: iniziò a lavorare in diverse pasticcerie del Cilentano, dedicandosi soprattutto alla preparazione dei dolci più tipici del territorio, sfogliatelle e babà su tutti. Parallelamente al lavoro "sul campo", affinava le proprie conoscenze tecniche frequentando corsi professionali presso l’Etoile Academy, altri presso Cast Alimenti e l’Ecol, in Francia. Fino a realizzare il grande sogno, quello di aprire una pasticceria insieme ai due fratelli Prisco e Giuseppe e alla sorella Anna.

Pepe era un volto noto anche al grande pubblico, oltre che ai buongustai: ha infatti preso parte ad alcune trasmissioni televisive, come La Vecchia Fattoria, Uno Mattina e La vita in diretta.


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose