L'emozione della Costiera, al Faro di Capo d'Orso

Un'insegna che convince grazie alla cucina precisa e originale di Francesco Sodano, e alla sala ben diretta da Bonny Ferrara

18-08-2019
Bonny Ferrara, a sinistra, e Francesco Sodano

Bonny Ferrara, a sinistra, e Francesco Sodano

No, non cerco più solo il gusto. Non cerco più solo la soddisfazione del palato. Cerco di più. Cerco anche diverso. Cerco l’emozione. Cerco l’esperienza. Esperienza. 

Una parola che si sente sempre più citare in ogni cronaca di avventura gastronomica. Una parola piena, rotonda, onnicomprensiva. Una parola che comprende tutti i sensi: vista, odorato, udito, gusto e perfino tatto. Tutti i sensi. Tutto intorno e dentro di te.

Cerco l’esperienza, cerco un posto da ricordare. Un servizio all’altezza. Una vista da paura. E ovviamente...cibo e vini da emozione. E l’ho trovato.

Lo chef

Lo chef

Prendete la macchina, e da Vietri sul mare incamminatevi verso Amalfi, in Costiera. Ma non dovrete andare così lontano: passate la meraviglia di Cetara e la sua colatura di alici, e risalendo la strada vi porterà in un punto dalla vista eccezionale: Capo d’Orso. Al Faro di Capo d’Orso ci fermiamo, rapiti dalla vista che sulla costa spazia fino a Li Galli e ai Faraglioni di Capri.

Qui si trova la struttura, arroccata sul monte, ma sontuosa nell’armoniosa costruzione, tra il verde e i fiori del parco e le viste emozionanti sulla costa. Il Faro di Capo d’Orso ospita, oltre a un lussuoso ristorante e alle camere, un piccolo fantastico gastronomico.

La vista dalle finestre del ristorante

La vista dalle finestre del ristorante

Ed emozionante a dir poco è stata l’esperienza, tra la cucina di altissimo livello di Francesco Sodano, la sala ed i vini straordinari di Bonny Ferrara (per la cronaca, si chiama Bonaventura...ma non ditelo a nessuno!) e la sensazione di essere sospesi in quel luogo paradisiaco che è il ristorante gastronomico del Faro.

Non c’è che dire: la natura qui ha fatto gran parte del lavoro, ma l’uomo l’ha rispettata nel costruire un posto meraviglioso, nel quale bontà, innovazione e presentazione dei piatti si fondono con partenopea gentilezza, attenzione e precisione del servizio.

Io ho una predilezione per i campani. In particolare per questi, a sud di Napoli, nelle due costiere. Sorridendo ti fanno sentire principe, mai straniero, sempre a casa tua. E ti accarezzano con un menu straordinario.

Francesco Sodano ci ha servito:

Manzo, cetriolo fermentato, mostarda, polvere di cipolla bruciata e tuorlo d’uovo marinato

Manzo, cetriolo fermentato, mostarda, polvere di cipolla bruciata e tuorlo d’uovo marinato

CON LE MANI 
Disco di pasta fritto con caviale di aringa, ricotta di capra affumicata e acciuga di Cetara
Wafer al sesamo con palamita in teriyaki
Panino al vapore con parmigiana di melanzana
Wonton con anatra e albicocche 
Tacos con manzo e cetriolo fermentato
Fazzoletto di mozzarella 
Bomba...

Insalata di granchio, panna acida, caviale e riccio di mare

Insalata di granchio, panna acida, caviale e riccio di mare

ANTIPASTI
Insalata di granchio, panna acida, caviale e riccio di mare
AcidaMENTE (Cervello di agnello)
Tataki di manzo arrosto, cipolle bruciate, cetriolo fermentato e mostarda

PRIMI PIATTI
Tortello di pasta fresca con melanzana e anguilla affumicata, brodo solido e mosto d’uva fermentato
Risotto con limoni bruciati, cappero fermentato e bottarga di lampuga

Risotto con limoni bruciati, cappero fermentato e bottarga di lampuga

Risotto con limoni bruciati, cappero fermentato e bottarga di lampuga

SECONDI PIATTI
Triglia, tamarindo, lattuga alla vaniglia e jus di midollo di vitello affumicato
The duck IS BACK - The duck IS BLACK

Triglia, tamarindo, lattuga alla vaniglia e jus di midollo di vitello affumicato

Triglia, tamarindo, lattuga alla vaniglia e jus di midollo di vitello affumicato

DOLCI 
Mai dire mais
Ossidazione di Piña Colada
Dolce non dolce

Francesco ha dato sicuramente il massimo. Ha emozionato e convinto. Piatti diversi, suoi, intriganti, buoni. Molto buoni. Serviti con maestria da Bonny e dai ragazzi di sala. Un servizio sorridente e preciso, attento e mai invadente, come si conviene a una sala stellata.

In Costiera, sotto le stelle. Con uno chef e un servizio così. Come è giusto, come è bello, come è buono. Grazie, ragazzi, per una bellissima serata, per una bellissima esperienza. Torneremo presto, sulle curve della Costiera Amalfitana.

Il Faro di Capo d'Orso
Strada Statale Amalfitana 44
Maiori (Salerno)
+39.089.877022
info@ilfarodicapodorso.it
Chiuso l'intero martedì


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose