Che futuro per l'Alberghiero Marconi di Viareggio? L'appello dei docenti

La lettera aperta arriva a fine dell'anno scolastico. Gli insegnanti, come le famiglie, chiedono di avere risposte certe

25-06-2019

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta del Collegio Docenti dell'istituto Alberghiero "ISI Marconi" di Viareggio (Lucca), che - dopo aver lasciato le strutture che lo ospitavano, pericolanti, dell'ex Collegio Colombo - attende di avere risposte certe e tempistiche affidabili rispetto alla sua definitiva ricollocazione. 

LETTERA APERTA PER LA SEDE DELL’ALBERGHIERO DI VIAREGGIO

Non vogliamo chiudere l’anno scolastico senza dire niente, dopo aver detto molto. Perché questa è una questione da risolvere, non una notizia con cui, come usa, occupare per un certo tempo le pagine dei giornali. E’ vero che qualcosa si sta muovendo, ma è il movimento lento della macchina istituzionale e burocratica che si è messa in moto solo dopo aver sentito il fiato sul collo e che, senza sollecitazioni continue, rischia di proseguire con il ritmo della Russia di Gogol

Ringraziamo chi si è attivato, è stato presente, si è assunto l’ingrato compito di chi “spinge” la carretta, ed è riuscito almeno a farci arrivare a questo punto: a un progetto, da far partire, per i nuovi laboratori di cucina e sala.

Ma è ovvio che non si possono far salti di gioia:

- l’immagine di un alberghiero senza luogo in cui albergare ci ha già fatto perdere iscrizioni alle classi prime; 

- il prossimo anno scolastico i laboratori saranno disseminati sul territorio, con tutto quello che ciò comporta come disagi e difficoltà per la redazione dell’orario, per i trasporti, per i ragazzi, per i docenti, per il personale ATA che, nonostante le sedi si moltiplichino e sia già numericamente insufficiente, non viene potenziato; 

- il prossimo anno le classi continueranno, da una parte, ad essere “stipate” nella sede centrale in classi ricavate in spazi inadeguati (in barba ai corsi sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!) e, dall’altra, a occupare le classi e il lungo corridoio dell’ultimo piano lato sud-est del Carlo Piaggia, in una dimensione straniante che di scuola ha veramente poco, con il via vai continuo dei docenti (e spesso anche delle classi) da e per la sede centrale.

Se la situazione fosse già definita nei tempi, ci limiteremmo a stringere i denti, ma, in realtà, appare che la soluzione (per carità: sulla carta innovativa e prestigiosa!) sia stata avviata e soprattutto abbia i finanziamenti necessari solo per i laboratori.

A chi ha un po’ di dimestichezza con la scuola appare ovvio come ciò sia del tutto insufficiente. E la sede vera e propria dell’Alberghiero? Quella all’ex collegio Colombo, per intendersi? Cosa, chi, quanto occorrerà aspettare? La Versilia, Viareggio in primis, si merita solo cucine e sale o anche una scuola tutta intera, un vero Alberghiero?

Noi riteniamo di sì e facciamo un appello per sollecitare la celere soluzione parziale, ma anche quella definitiva; perché tutte le istituzioni coinvolte facciano i debiti passi e le debite pressioni (a livello regionale), per ottenere il finanziamento necessario.

Ci rivolgiamo, inoltre, a tutti coloro che hanno avuto modo di collaborare con la nostra scuola ed hanno apprezzato la passione e l’impegno nostro e dei nostri studenti, chef stellati, associazioni di categoria, enti, esperti e giornalisti, perché anch’essi sottoscrivano il nostro appello.

Le famiglie hanno dato il loro notevole contributo con l’associazione genitori. Questo, però, non è “un affare di famiglia”, ma è una questione di tutta la comunità versiliese, da cui si deve levare una voce alta e forte. Ce l’aspettiamo. Perché non passi tutto in cavalleria.
 
  Il Collegio Docenti “ISI MARCONI” Seravezza (il Collegio è itinerante per mancanza di aula magna), 15 giugno 2019


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose