L'innovazione comunicativa di Parmigiano Reggiano con il mini-film Gli Amigos, diretto da Paolo Genovese

L’operazione culturale promossa dal Consorzio per una nuova narrazione del prodotto, della comunità e del territorio, con il contributo dell'attore Stefano Fresi e di Massimo Bottura

17-09-2021
Gli Amigos è il mini-film diretto dal regista P

Gli Amigos è il mini-film diretto dal regista Paolo Genovese e realizzato per il Consorzio Parmigiano Reggiano; sarà trasmesso sabato 18 Settembre su Rai1 alle ore 12.00, e poi pubblicato nel sito del Consorzio (www.parmigianoreggiano.it). Inoltre, dal film saranno estratti sei spot di 30 secondi ciascuno, in programmazione da lunedì 20 settembre sulle reti Rai, Mediaset e La7

Quando la comunicazione tradizionale non basta, gli orizzonti creativi si estendono e si arricchiscono di dettagli legati a luoghi, comunità, al lavoro quotidiano che impegna 300 caseifici, 2600 allevamenti e 50 mila persone che trasformano il latte in un prodotto d’eccellenza della buona tavola italiana. Un prodotto diffuso e apprezzato in tutto il mondo.
Tutto questo, il Consorzio Parmigiano Reggiano, con la sensibilità del regista Paolo Genovese e la preziosa partecipazione dell’attore Stefano Fresi e dello chef Massimo Bottura, lo ha convogliato in un mediometraggio, Gli Amigos, un mini-film che sarà trasmesso sabato 18 Settembre su Rai1 alle ore 12.00, e poi pubblicato nel sito del Consorzio di tutela (www.parmigianoreggiano.it). Inoltre, dal film saranno estratti sei spot di 30 secondi ciascuno, in programmazione da lunedì 20 settembre sulle reti Rai, Mediaset e La7. Il mediometraggio è stato presentato in anteprima al Notorius Cinema Gloria di Milano martedì 14 settembre.

Un’operazione innovativa per un brand la cui riconoscibilità nel popolo dei consumatori è ormai consolidata e che, proprio per questo, si propone con una finalità promozionale e culturale: perché il Parmigiano Reggiano, appartiene al patrimonio della cultura artigianale del Bel Paese.

Nicola Bertinelli, Presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano sarà presente a Identità Milano 2021 sabato 25 settembre alle ore 12.30 , sala Auditorium per la sezione Tutti i Futuri che Vivremo

Nicola Bertinelli, Presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano sarà presente a Identità Milano 2021 sabato 25 settembre alle ore 12.30 , sala Auditorium per la sezione Tutti i Futuri che Vivremo

Il deus ex-machina del progetto è Cesare Casiraghi (direttore artistico): il suo fervore ha sposato la visione di Nicola Bertinelli, Presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano e di Carlo Mangini, Direttore marketing, comunicazione e sviluppo commerciale Parmigiano Reggiano che dichiara: «La gente non compra solo quello che fai, ma come lo fai e perché lo fai, ed è per mezzo di uno spot, attraverso la pubblicità che comunichi la visione aziendale. Ora, per quanto una DOP sia un marchio di riconoscibilità e affidabilità, Parmigiano Reggiano desidera che un simile pregio e – soprattutto- valore siano attribuiti anche a tutti coloro che contribuiscono attivamente alla produzione del prodotto caseario, a tutte quelle famiglie che costituiscono la forza del Consorzio».
Tutto ha una sua origine e il mediometraggio, che è l’attuale punto di arrivo, in realtà è l’evoluzione di un intento sincero di Parmigiano Reggiano di comunicare il sistema-prodotto, a far sì che assaporando un pezzo di formaggio, si colga l’essenza di uno spaccato territoriale. Si inizia dall'editoriale scaglie.com, la realtà digitale del Consorzio, per poi andare oltre e unire la capacità comunicativa della pubblicità, alla libertà del racconto del cinema che Paolo Genovese riproduce, impegnandosi a conoscere in prima persona la densità qualitativa del Parmigiano, la sua storia. La sua gente. «È una grande opportunità – chiosa Genovese – riuscire a sfruttare il potere della drammaturgia per narrare un’eccellenza italiana e compiere un’operazione inversa di “costruzione pubblicitaria”. Si parte dal racconto da cui, solo in un secondo momento, viene estrapolato il contenuto pubblicitario, svincolandosi così dai confini limitanti dei 30 secondi. Per l'Italia si tratta di un'importante lezione di brand content e di placement del prodotto, che altri paesi, quali per esempio gli Stati Uniti d’America, hanno già assorbito da tempo». Ma andiamo ai contenuti: di cosa parla il mediometraggio?
Una scena tratta dal medio-metraggio Gli Amigos 

Una scena tratta dal medio-metraggio Gli Amigos 

Una scuola di cucina è stata selezionata da uno dei più grandi chef del panorama culinario italiano e mondiale, Massimo Bottura, per partecipare a una gara “all’ultimo piatto” con un fil-rouge, un ingrediente che ossessiona lo chef dell’Osteria Francescana: il Parmigiano. In palio per i 5 studenti uno stage di 6 mesi al fianco di Bottura. E così, il maestro e mentore dei ragazzi, un brillante Stefano Fresi, guida i giovani cuochi in un viaggio che attraversa per intero l’ecosistema Parmigiano: li invita ad avvicinarsi con curiosità ai casari, ai caseifici, alle caratteristiche del foraggio, alla tecnica produttiva, all’animale affinché, sia il prodotto a suggerire il piatto che ciascuno di loro presenterà in gara. Fa conoscere loro gli “amigos”, il nome che usa per indicare i preziosi alleati del Parmigiano, ossia i batteri lattici presenti sul foraggio, la cui azione evita l'uso di conservanti e consente di ottenere una corretta acidificazione del latte; un foraggio che deve essere né troppo umido, né troppo secco - a suggerirlo è la rugiada – e che, una volta raccolto, non viene stoccato in silos, così da impedire lo sviluppo di batteri. Ma il Parmigiano è anche l’amore verso il bestiame che si lascia accarezzare; è il valore del tempo e del silenzio che trasformano le forme a riposo. È anche un alimento sostenibile, senza packaging, utilizzabile interamente perché anche la sua scorza è buona, un simbolo dello spreco-zero, o meglio dell’anti-spreco. Ed è questa una parola che risuona forte nel messaggio non-da-copione di Massimo Bottura. E non è un caso che la cornice della competizione culinaria sia proprio il Refettorio Ambrosiano del quartiere Greco di Milano. Un luogo creato durante EXPO 2015 che ha cambiato la visione dello chef modenese. D’altronde, proprio al Refettorio avverrà la competizione culinaria, scelta tutt’altro che casuale, un simbolo topico della lotta allo spreco, della generosità e del sostegno socio-alimentare.
Massimo Bottura,  chef dell'Osteria Francescana di Modena 

Massimo Bottura,  chef dell'Osteria Francescana di Modena 

Ecco perché la rete ammiraglia e il servizio pubblico in generale, rappresentati nella persona di Stefano Coletta, direttore di Rai1, non potevano sottrarsi al supporto dell’iniziativa in questione: «è un racconto non convenzionale, un richiamo alle radici, ai mestieri primari, di gratificazione produttiva e orgoglio culturale».
Presentazione in anteprima di Gli Amigos al Notorius Cinema Gloria, il 14 settembre. Da sinistra, molti dei protagonisti di questo progetto: Carlo Mangini, Direttore marketing, comunicazione e sviluppo commerciale Parmigiano Reggiano, gli interpreti del mini-film Francesco Gaudiello e Niccolò Gentili, Nicola Bertinelli - Presidente di Parmigiano Reggiano, le attrici Elena Funaro, Barbara Venturato, Marianne Leoni, l'attore Stefano Fresi e Cesare Casiraghi, direttore artistico 

Presentazione in anteprima di Gli Amigos al Notorius Cinema Gloria, il 14 settembre. Da sinistra, molti dei protagonisti di questo progetto: Carlo Mangini, Direttore marketing, comunicazione e sviluppo commerciale Parmigiano Reggiano, gli interpreti del mini-film Francesco Gaudiello Niccolò Gentili, Nicola Bertinelli - Presidente di Parmigiano Reggiano, le attrici Elena FunaroBarbara Venturato, Marianne Leoni, l'attore Stefano Fresi e Cesare Casiraghi, direttore artistico 

É un prodotto d’eccellenza anche questo mediometraggio e, sottolineando un pensiero dell’attore Fresi: «Un po’ come quando scorrono i titoli di coda di un bel film e ti rendi conto di quanta gente abbia partecipato alla sua realizzazione, così avvicinandoti al mondo, al contesto reale del Parmigiano Reggiano resti stupito dall’impegno corale di una comunità e dall’amore che riversano quotidianamente nella loro attività – così, il gusto di quel formaggio avrà tutto un altro piglio: il gusto della profonda umanità di un’eccellenza tutta italiana».


Partners

Parmigiano Reggiano