Identità Milano 2021, il cuoco dell'anno è Enrico Bartolini. Premi anche a Diego Rossi, i Cerea, Marco Pedron e il Seta

Lo chef tristellato al Mudec s'aggiudica pure il riconoscimento Eccellenze Lombarde. Per gli altri, allori su Idee green, Tipicità italiana in cucina, Creatività in cucina, Carrello dei formaggi

25-09-2021
Enrico Bartolini è il Cuoco dell'Anno, premi

Enrico Bartolini è il Cuoco dell'Annopremiato da Francesca Moretti, presidente della Terra Moretti Vino. Lo chef del ristorante Mudec di Milano (3 stelle Michelin) riceve anche il premio Eccellenze Lombarde della Regione Lombardia

Nel corso della prima giornata di Identità Milano, spazio a contenuti e prospettive, assaggi e soprattutto idee per interpretare il tema scelto per l'edizione XVI, Costruire un Nuovo Futuro:il lavoro. Ma Identità Milano è anche un'occasione per celebrare e premiare chi, nel corso dell'anno, si è distinto per la propria creatività, per le scelte adoperate quotidianamente, per il contributo prezioso che apporta alla ristorazione e alla cucina italiana sotto molteplici aspetti. 

PREMIO CUOCO DELL'ANNO: ENRICO BARTOLINI del Mudec di Milano
Premia Francesca Moretti, presidente della Holding Terra Moretti Vino
«Non c’è dubbio che il successo sorrida a Enrico Bartolini, grazie anche a quelle scelte che non tutti hanno compreso fino in fondo. Non esporta il clichè di un format preciso, ma adatta il suo sapere al luogo che sceglie per aprire una sua attività». 

 

Enrico Bartolini riceve il premio Eccellenze lombarde dalle mani dell'assessore regionale Stefano Bolognini e di Paolo Marchi

Enrico Bartolini riceve il premio Eccellenze lombarde dalle mani dell'assessore regionale Stefano Bolognini e di Paolo Marchi

PREMIO ECCELLENZE LOMBARDE: ENRICO BARTOLINI del Mudec di Milano
Premia la Regione Lombardia
«Siamo grati al toscano di Pescia che, per crescere e affermarsi, sceglie Milano e la Lombardia, con risultati che onorano ogni posto in cui mette radici».

 

Per il premio Carrello dei formaggi, il ristorante Seta del Mandarin Oriental Milano. Premia Nicola Bertinelli, Presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano. Sul palco, lo chef Antonio Guida assieme al maître, Manuel Tempesta

Per il premio Carrello dei formaggi, il ristorante Seta del Mandarin Oriental Milano. Premia Nicola Bertinelli, Presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano. Sul palco, lo chef Antonio Guida assieme al maître, Manuel Tempesta

PREMIO CARRELLO DEI FORMAGGI: SETA DEL MANDARIN ORIENTAL MILANO
Premia Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano
Sul palco, lo chef Antonio Guida e il maître, Manuel Tempesta. «Una proposta deliziosa e di prestigio per i buongustai dell'arte casearia; il carrello del Seta è una coccola da fine-pasto che, in realtà, apre sempre nuovi scenari di gusto e la selezione, ovviamente, proviene dalla mente di chi, il formaggio lo adora»

 

Per il premio Tipicità Italiana in cucina la famiglia Cerea. Premia Michele Cannone, Global Brand Director Away from Home 1895 by Lavazza) . Sul palco, Chicco Cerea 

Per il premio Tipicità Italiana in cucina la famiglia Cerea. Premia Michele Cannone, Global Brand Director Away from Home 1895 by Lavazza) . Sul palco, Chicco Cerea 

PREMIO TIPICITÀ ITALIANA IN CUCINA: FAMIGLIA CEREA del Da Vittorio, di Brusaporto (Bg)
Premia Michele Cannone, global brand director away from home 1895 by Lavazza
«La famiglia Cerea ha sempre creduto nella peculiarità italiana fin da quando il capostipite, Vittorio, tornando a Bergamo da Venezia, fece conoscere il pesce ai suoi concittadini. Oggi, è bello vedere che i figli non hanno stravolto la realtà originaria, senza seguire mode provenienti da altre parti del mondo».

 

Per il premio Migliori idee green lo chef, Diego Rossi di Trippa. Premia Katia Piazzi di Koppert Cress

Per il premio Migliori idee green lo chef, Diego Rossi di Trippa. Premia Katia Piazzi di Koppert Cress

PREMIO MIGLIORI IDEE GREEN: DIEGO ROSSI di Trippa a Milano
Premia Katia Piazzi di Koppert Cress.
«A noi di Identità fa piacere vedere come finalmente tanti si accorgano che non bisogna essere partigiani di una scelta, ma di vivere la cucina in maniera onnivora, senza considerare le verdure dei contorni a cui non prestare la giusta attenzione. Diego Rossi ci riesce con gusto perché lui stesso ama gli ortaggi. Il suo sogno? Un’osteria di verdure con contorno di carne.

 

Per il premio Creatività in cucina, il pasticciere Marco Pedron di Cracco in Galleria. Premia Piero Gabrieli, direttore Marketing Petra® Molino Quaglia

Per il premio Creatività in cucina, il pasticciere Marco Pedron di Cracco in Galleria. Premia Piero Gabrieli, direttore Marketing Petra® Molino Quaglia

PREMIO CREATIVITÀ IN CUCINA: MARCO PEDRON di Cracco in Galleria a Milano
Premia Piero Gabrieli, direttore Marketing di Petra Molino Quaglia
«Non esistono solo i cuochi, ma anche i pasticceri innovano le proposte di un’insegna. Troppo a lungo, in Italia, abbiamo dato poca importanza al lato dolce. Con questo premio intendiamo ringraziare tutti i pasticceri che ci hanno deliziato e che, siamo certi, continueranno a farlo»