Identità Milano 2018: gli eventi dei medium sponsor e degli Amici di IG

Partner, espositori, associazioni: anche la quattordicesima edizione del Congresso sarà ricchisima di appuntamenti

02-03-2018

Oltre ai main sponsor, a contribuire al successo di Identità Milano sono, ogni anno, anche altre prestigiose aziende che, attive nei loro stand, hanno studiato eventi e attività per coinvolgere ospiti e visitatori durante la kermesse. Una menzione speciale meritano poi gli “Amici di Identità”, ovvero le tante associazioni e i partner che collaborano con noi e da sempre animano l’area espositiva, arricchendo ancor più la manifestazione. Lo spazio Arte del Convivio, inoltre, quest’anno si presenta con una collaborazione al nuovo spazio Identità Cocktail, il cui programma potrete scoprire qui.

Soffermandosi sul concetto di Fattore Umano, Monograno Felicetti darà spazio a chi, spesso in seconda linea, segue ogni passaggio della lavorazione della pasta, dedicando al Felicetti Diner il tema Fuori i Secondi. L’appuntamento è tutti i giorni, a partire da sabato, con Luca Sacchi, sous chef del Ristorante Cracco di Milano e Caterina Ceraudo del Dattilo di Strongoli. Domenica sarà la volta di Davide di Fabio e Takahiko Kondo, sous dell’Osteria Francescana di Modena e Carlo Cracco, mentre lunedì andranno in scena Ivano Pirolo, chef di partita dello spagnolo El Celler de Can Roca e Antonello Colonna dell’Antonello Colonna Open di Roma.

Da sempre sensibile al tema scelto per questa edizione del Congresso, Valrhona ha pensato al Concorso C3 - Chocolate Chef Competition, dedicato alla pasticceria: il finalista italiano verrà annunciato sabato pomeriggio a ‘Dossier Dessert’. Ma si potrà incontrare Valrhona anche allo stand di Selecta, ambasciatore nella ristorazione, a cui è sempre più legato. Lunedì infine focus sulla ‘Pasticceria Contemporanea’, in sinergia con Molino Quaglia.

Alce Nero, alla quarta edizione di Identità Naturali in programma Sabato 3 marzo in Sala Blu 2, ospiterà i visitatori di Identità Golose alla sua tavola. Sarà un’occasione per scoprire un paniere ricco di prodotti a partire dall’olio extravergine d’oliva, miele, composte, pomodoro, cioccolato, yogurt con latte fieno e molto altro, tutto rigorosamente biologico.

Protagonista assoluta di Identità di Champagne 2018 è Veuve Clicquot che, nei tre giorni, in Sala Gialla 3, avrà protagoniste le grandi donne della cucina italiana. L’abbinamento de “La Grande Dame 2006”, Cuvée de Prestige della Maison, sarà illustrato dall’enologa della Maison, Gaëlle Goossens, e interpretato da: Cristina Bowerman, Martina Caruso, Caterina Ceraudo, Gaia Giordano, Antonia Klugmann, Rosanna Marziale, Aurora Mazzucchelli, Viviana Varese, Marianna Vitale.

Con una ricco programma della seconda edizione di Identità di Gelato, Motorpower propone una serie di appuntamenti allo stand altrettanto interessanti con grandi chef e gelatieri del panorama italiano. Si partirà sabato 3 marzo con il gelatiere Antonio Mezzalira, passando per Roberto Lobrano fino allo chef Moreno Cedroni.

Ad aprire le fila degli “Amici di Identità Golose” non possono che esserci Alessandro Guidi e Cristina Franceschetti di Caraiba Luxury, che forniranno i piatti e i bicchieri per le creazioni di tutti gli chef di Identità Golose e i bartender di Identità Cocktail.

Partner ufficiale della linea freddo è Coldline. In tutte le sale e nelle cucine della manifestazione gli chef potranno lavorare con gli abbattitori multifunzione VISION, mentre nello spazio espositivo si potranno scoprire sia VISION sia LIFE, le migliori tecnologie multiclimatiche per professionisti e food lovers.

Alessandro Guidi e Cristina Franceschetti di Caraiba Luxury

Alessandro Guidi e Cristina Franceschetti di Caraiba Luxury

Il Fattore Umano è il principio cardine su cui si fonda Alma, il più autorevole centro di formazione per l’ospitalità e l’enogastronomia d’Italia. Sul palco del Congresso salirà il direttore generale Andrea Sinigaglia con Andrea Grignaffini, giornalista e membro del comitato scientifico di Alma, per approfondire il tema Ospitalità, l’importanza della formazione. Saranno poi Luca Govoni, docente di storia e cultura della gastronomia e della cucina e di Paolo Lopriore, a presentare la loro visione della nuova cucina italiana con il tema Applicazione creativa al conviviale: pane e companatico.

Torna al congresso anche l’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto, la prima associazione che riunisce l’eccellenza della ristorazione italiana in un’unica realtà aggregativa. Nei tre giorni, ospiterà 8 ambasciatori del gusto si alterneranno per dare un assaggio del loro talento: Franco Aliberti, Cristoforo Trapani, Pasquale Torrente, Giorgio Scarselli, Francesco Arena, Marta Scalabrini, Marco Sacco e Paolo Gramaglia.

Alla quattordicesima edizione di Identità Golose si terrà la consueta assemblea dell’Associazione Le Soste, che riunisce novantaquattro tra i migliori ristoranti di cucina italiana nel nostro Paese e in Europa. Mentre all’Associazione Italiana Sommelier Lombardia si deve la collaborazione con i suoi professionisti per tutte le attività di degustazione nelle sale di Identità Golose.

Tra gli amici di Identità anche il Centro Clinico NeMO (NeuroMuscolar Omnicentre), centro clinico ad alta specializzazione, pensato per rispondere in modo specifico alle necessità di chi è affetto da malattie neuromuscolari e Azione contro la Fame, l’organizzazione umanitaria internazionale leader nella lotta contro le cause e le conseguenze della fame, da 40 anni, in 50 paesi del mondo.

Non mancherà poi Federazione Italiana Cuochi, rete capillare di 114 associazioni italiane ed estere che, con i suoi 17.000 associati, rappresenta sul territorio nazionale i professionisti della cucina e gli allievi del settore.

Gli Ambasciatori del Gusto

Gli Ambasciatori del Gusto

Presente anche Niko Romito Formazione, un percorso di formazione unico in Italia, dalla partnership con l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo alla full immersion in Casadonna|Reale, struttura dedicata al cibo a 360 gradi, al progetto Spazio, ristorante-laboratorio.

Si rinnova infine la collaborazione tra l’Università degli studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Identità Golose. Anche quest’anno gli studenti, italiani e stranieri, intervisteranno chef e produttori, scattando foto e filmando attività con l’occhio curioso e critico dei futuri gastronomi. Inoltre, sabato 3 marzo, in Sala Gialla, si racconteranno due ex-studenti del Master di Cucina, vincitori del contest Lavazza, storico partner dell’Università e sostenitore del Pollenzo Food Lab.


Rubriche

Identità Milano

Tutto su contenuti e protagonisti del congresso internazionale di cucina e pasticceria d'autore