A San Benedetto del Tronto un nuovo spazio per Shake, il cocktail bar di Devis D'Ercole

Sede maxi per la miscelazione esplosiva del barman marchigiano. Nel progetto, non solo cocktail ma anche laboratori, collaborazioni esclusive e i piatti di Errico Recanati

10-10-2021
Coulis, uno dei drink di Shake  firmato Devis D&

Coulis, uno dei drink di Shake  firmato Devis D'Ercole, barman di San Benedetto del Tronto: Tequila, Cipolla rossa di Pedaso, Lampone, Pinzimonio di mango fermentato

Devis D’Ercole è pronto: il 4 ottobre ha inaugurato il nuovo Shake a San Benedetto del Tronto, un cocktail bar e tutto quello che Devis c’ha visto dentro. Classe 1983, questo giovane marchigiano si appassiona alla miscelazione a piccoli sorsi e lo fa senza mai peccare di originalità: lo studio, il viaggio, la prospettiva, un pot-pourri di pratiche e investigazioni così essenziali per lui, che educano la città a un nuovo modo di bere e mixare.

Classe 1983, Devis D'Ercole, head barman e patron di Shake a San Benedetto del Tronto

Classe 1983, Devis D'Ercole, head barman e patron di Shake a San Benedetto del Tronto

Devis è passato prima al The Landmark London, quindi all’Alpenroyal in Val Gardena, poi uno stage in Amazzonia, in Peru e, infine, destinazione casa per dedicarsi al primo Shake, una versione mini - quantomeno negli spazi – e allo Chalet, calamita estiva per il pubblico del buonbere. Sono le passate peregrinazioni a fargli scoprire introvabili cru di cacao che incorpora nel bitter, senza mai lasciare che il viaggio si trasformi in un letimotiv da racconto, ma che invece prenda corpo in un sorso sempre più seducente e raro. Fino ad oggi. Un locale più grande per visioni più ampie.

La bottigliera del nuovo Shake

La bottigliera del nuovo Shake

Nessuna sera inaugurativa: Devis preferisce rimboccarsi le maniche e fare quello che ama: cocktail. D’altronde, non si sottrae a un voluto crush test, con un buon numero di teste da dissetare e stupire. «Missione compiuta!», ci rassicura Devis che trabocca dal desiderio di sentire finalmente attivo il nuovo spazio di via Balilla 34.

E chi col gusto e gli equilibri ci gioca in altre vesti - gli chef - ha sempre dato fiducia a mister D’Ercole, affidandogli la creazione di esclusivi signature drink: Michele Biagiola, Felix Lo Basso, Marco Ambrosino ed Errico Recanati. Proprio con quest’ultimo nasce una collaborazione, per abbinare i drink alla proposta gastronomica dello chef del ristorante Andreina, a Loreto, «un cuoco, ma soprattutto un amico!», commenta Devis. «Noi ragioniamo alla stessa identica maniera». Quindi, materie prime vicine, vicinissime fin quanto è concesso, collaborazioni con piccole aziende agricole, raccolta di erbe spontanee e spezie. Recanati firma così tre piatti che variano con un ricambio rapido e sostenuto, in linea con la stagionalità: pesce, carne (attualmente trovereste l’ariete) e verdure (una cipolla cotta alla brace), e ancora, tacos di buona fattura, nachos, la giardiniera, taglieri di salumi strepitosi e formaggi del territorio.

L'inserimento del drink Celebration nella Difford Guide's To Cocktail , segnalato tra i migliori cocktails al mondo da servire a Natale. Ingredienti: pari dosi di Vermouth, Cognac e Campari

L'inserimento del drink Celebration nella Difford Guide's To Cocktail , segnalato tra i migliori cocktails al mondo da servire a Natale. Ingredienti: pari dosi di Vermouth, Cognac e Campari

Accesso solo in orario aperitivo, dalle 18:00 alle 21:00. Ben 60 cocktail ( tra cui Celebration, inserito dalla Difford Guide's To Cocktail tra i migliori Cocktails al mondo da servire a Natale con pari dosi di Vermouth, Cognac e Campari), analcolici compresi: «Non tollero che un drink conquisti solo per la spinta alcolica. Io rincorro l’equilibrio, la piacevolezza della bevuta, l’alchimia dei sapori, l’alternanza tra “un coro” di sentori, e la “singola voce” dell’aroma che ti travolge».

Latte di Nocciola e Mirtilli: uno dei drink analcolici della proposta Shake

Latte di Nocciola e Mirtilli: uno dei drink analcolici della proposta Shake

Analcolici da appuntarsi: il drink a base di porro nero ossidato, una preparazione tanto dispendiosa quanto unica; Devis lo usa a gocce che miscela con pomodoro in purezza - un succo ultrafiltrato - zucchero e sale: «cuoio, soia, liquirizia, la concentrazione vegetale – descrive Devis – c’è di tutto ed è una vera figata! Ma neanche Latte di nocciola e mirtilli scherza».

In questi drink c’è l’ingegno umano che distilla l’astrazione dei sapori in forma liquida, ma c’è anche la tecnologia che diventa un tramite per trasformare la materia nella sua interezza. In realtà, nel caso di Devis varrebbe la pena dire “laboratori” perché D’Ercole mette a disposizione la sua esperienza a coloro i quali desiderino approfondire quei “fondamentali” per l’elaborazione dei suoi drink: dall’uso di attrezzature all’avanguardia, alle tecniche di estrazione; dalle fermentazioni al foraging. Ma allo Shake si parlerà anche di spreco alimentare, di un uso più saggio degli ingredienti, e della produzione di detergenti naturali a partire dagli scarti.

Shake ospiterà nel suo spazio i grandi protagonisti della mixology: appuntamento il 22 Ottobre con The Clumsies di Atene, al terzo posto della classifica The World’s 50 Best Bars

Shake ospiterà nel suo spazio i grandi protagonisti della mixology: appuntamento il 22 Ottobre con The Clumsies di Atene, al terzo posto della classifica The World’s 50 Best Bars

Last but not least, il cocktail bar ospiterà serate speciali con barmen provenienti da ogni dove e presenti nella classifica dei The World’s 50 Best Bars: appuntamento al 22 Ottobre con The Clumsies, Atene, al terzo posto della chart attuale. Dal mondo, a San Benedetto del Tronto. 

You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MariaDB server version for the right syntax to use near 'ercole,%' OR articolo_tag LIKE '%,devis d'ercole' OR articolo_tag LIKE '%,san be' at line 14