"Io Pietro D'Agostino".  Lo chef lancia una carta di cocktail 100% Sicilia (e una sua linea di prodotti)

Il patron de La Capinera e del Kistè, a Taormina, ha studiato drink che raccontano il territorio isolano, con la sommelier Morena Benenati e il bartender Mattia Cilia

01-08-2020

Tre dei cocktail "100% Sicilia" che rappresentano la nuova proposta di miscelazione voluta dallo chef Pietro D'Agostino nel suo locale più easy, il Kistè di Taormina. La foto è di Valeria Zingale

Tre dei cocktail "100% Sicilia" che rappresentano la nuova proposta di miscelazione voluta dallo chef Pietro D'Agostino nel suo locale più easy, il Kistè di Taormina. La foto è di Valeria Zingale

Cucina, ricerca e impresa. Pietro D’Agostino, chef e patron de La Capinera, stella Michelin a Taormina dall’edizione 2009 della guida rossa, trasforma sempre di più il ristorante Kistè, sua seconda creatura nel pieno cuore della Perla Ionica, in un centro di cultura sul food & beverage.

«Il Kistè è sì un posto dove proponiamo una cucina easy gourmet – annuncia lo chef taorminese – Ma vuole anche essere un laboratorio creativo e di studio; stiamo puntando molto alla ricerca, ai progetti e oggi presentiamo con orgoglio i risultati della nostro lavoro, in particolare una nuova drink list».

Pietro D'Agostino tra Mattia Cilia e Morena Benenati

Pietro D'Agostino tra Mattia CiliaMorena Benenati

Al suo fianco, la sommelier Morena Benenati e il bartender Mattia Cilia, salito due anni fa sul podio del contest mondiale Jameson Mixmaster Challenge in Irlanda e che da diversi mesi ha collaborato con lo chef taorminese nella composizione della carta dei 12 cocktail di ispirazione assolutamente siciliana da poter degustare al Kistè.

«Tutta l’offerta del locale racconta la storia di un’isola, il lavoro delle persone e dei produttori che ne hanno fatto la loro casa – dichiara Morena, responsabile del Kistè e compagna di vita di D’Agostino – Oggi portiamo la Sicilia in un bicchiere con un progetto in evoluzione frutto di tanta ricerca».

L’arte del miscelare, dei saperi legati all’infusione, della liquoristica e degli amari rappresenta per il mondo dei drink ciò che la cucina gourmet rappresenta per quello del food: una pratica raffinata che punta a ricreare un’esperienza di degustazione raccolta, unica e totalizzante, che coinvolga tutti i sensi di chi beve un cocktail. «La nostra è una miscelazione moderna e sperimentale – spiega Mattia Cilia – Abbiamo iniziato nel 2009 a cambiare il mondo della miscelazione e combattiamo contro l’uso improprio di questa parola».

Assaggi d'accompagnamento al Kistè

Assaggi d'accompagnamento al Kistè

Tutte le preparazioni di partenza dei drink sono fatte in loco, a parte i distillati: territorialità, tecnica di cucina, nessuna parte chimica e ogni elemento valorizza la gamma aromatica di tutte le materie prime.

Con la consulenza di Cilia, il Kistè accoglie la palermitana Sofia Mammana, giovane promessa del mondo della mixology, allieva di Mattia che inizierà proprio a Taormina la sua nuova avventura in chiave gourmet.

Come tutta l’offerta gastronomica del Kistè, anche i cocktail saranno realizzati con materie prime siciliane selezionate direttamente dallo chef che ne firma l’etichetta con il marchio Io Pietro D'Agostino, un marchio che si propone come garanzia di qualità per i seguenti prodotti: il vino Piano della Ghirlanda, zibibbo secco di Pantelleria proveniente dall’azienda Vinisola di Francesco Rizzo; i liquori Mediterann-IO alle fragranze di zagara e gelsomino in collaborazione con Giardini D’Amore; i pomodorini datterini; il finocchietto; i mieli di castagno, nespolo ed agrumi di api nere sicule del produttore Claudio Meli; l’olio Nocellara dell’Etna dell’Azienda Grottafumata; la pasta di grani siciliani del Pastificio Piazza Gole dell’Alcantara.

«Io Pietro D'Agostino è la linea che racconta il mio mondo – conferma lo chef –. È l’essenza del lavoro fatto insieme ad appassionati produttori che, come me, esprimono ogni giorno il loro amore per quest’isola e per i suoi splendidi e unici prodotti». E conclude: «Abbiamo raddoppiato la nostra scommessa: in momento in cui c’è titubanza per andare avanti, la nostra volontà si conferma quella di correre».

La nuova drink list:

  • Terrazza Sull'Etna (meringa, succo di limone, sciroppo di foglie di limone e gelsomino, Etneum  London dry gin);
  • Profumo Di Vulcano (aromatic bitter al cioccolato & peperoncino, Etna bitter, Bitter Pallini al  miele di castagno,  mezcal los siete  misteros  doba-jay);
  • Kiste' Cordial Sour (meringa, cordiale di limone e pompelmo, bourbon, vino orange zibibbo;
  • Nel Blu Dipinto Di Blu (Amaro Amara, liquore al finocchietto Gd'amore, soda ai fiori di pisello);
  • Mediterraneo (Farmily mediterraneo, cordiale mediterraneo, fever tree mediterranean tonic);
  • Femme Fatale (acqua di pomodoro, sciroppo di frutta rossa in stagione, Earl Grey tea, liquore Femmes di Gd'amore,  vodka); 
  • Kiste' Mule (sciroppo di zenzero, succo di limone, sale, vodka farmily infusa all'eliscriso tostato, Murgo Brut);
  • Lavica (menta in foglie, cordiale di arancia e cetriolo, tequila reposado, cedrata);
  • Isola (bitter al pompelmo, liquore mediterraneo, bourbon whiskey, velluto di nocciola;
  • Triskele (succo di mela acidificato, sciroppo di agave al caffe, rum bianco, mandarino   verde polara); Cola – Pesce (Brodo di coca cola alle erbe aromatiche, soda;
  • Il Carretto (tè verde estratto a freddo, sciroppo glaciale, fluere).

Rubriche

Shake & shock

ll mondo dei cocktail e dei bartender raccontati da Identità Golose.