La ricetta dell'estate di Valentina Chiaramonte

La chef di Fud Off di Catania presenta un piatto che si ispira a un libro, da cui è stato tratto anche un famoso film

24-07-2019
Pomodori verdi e fritti: la ricetta estiva di Vale

Pomodori verdi e fritti: la ricetta estiva di Valentina Chiaramonte (foto di Alberto Blasetti)

Ispirati al romanzo di ​Fannie Flagg, i pomodori verdi fritti di Valentina Chiaramonte parlano siciliano. Due tipi di pomodori diversi nel colore e nel sapore, si incontrano in un gioco di consistenze e sapori su un letto di stracciatella di bufala, germogli di aromi e zest di limone verdello.

Pomodori verdi e fritti

Ricetta per 1 persona

Andrea Graziano, sommelier e patron, e la chef Valentina Chiaramonte (foto di Alberto Blasetti)

Andrea Graziano, sommelier e patron, e la chef Valentina Chiaramonte (foto di Alberto Blasetti)

INGREDIENTI

150 g di pomodoro costoluto di pachino verde
100 g di pomodoro costoluto di pachino rosso
100 g di stracciatella di bufala ragusana
30 g di  estratto di pomodoro artigianale siciliano
20 g di ricotta di vacca leggermente salata e affumicata
Zest di limone verdello
Germogli di origano fresco
Germogli di basilico
Germogli di finocchietto
Fiori di finocchietto di mare disidratati
Cristalli di sale
Olio evo di tonda iblea
Pepe lungo del bengala

Fud Off

Fud Off

PROCEDIMENTO

Per iniziare

Lavare tutti i pomodori in abbondante acqua, dopo di che ​separare i pomodori rossi dai verdi​. Tagliare in 4 ogni pomodoro, seguendo le linee del riccio.

Per i pomodori rossi

Condire i pomodori rossi con i cristalli di sale e l’olio extra vergine di oliva tonda iblea.

Per il pomodoro verde

Friggere, un attimo prima dell’impiattamento, alla ​temperatura di 185​°, i pomodori verdi per 2 minuti, in olio di semi di girasole. Lasciarli intiepidire su carta assorbente, per eliminare l’olio in eccesso.

Per i germogli

Sciacquare delicatamente i germogli degli aromi e tamponarli con carta assorbente.

Per l’impiattamento

Mettere al centro del piatto la metà della stracciatella di bufala. Condire con un pò di cristalli di sale e un filo di olio. Impiattare, disponendo sopra la stracciatella, il pomodoro rosso crudo, verde fritto, l’estratto di pomodoro e la restante stracciatella. Con l’aiuto di un microplane grattugiare le zest di limone verdello. Speziare con il pepe lungo del bengala precedentemente battuto a coltello. Finire il piatto con i germogli degli aromi e - infine - profumare con i fiori di finocchietto disidratati.


Rubriche

Ricette d’autore