Il gusto della primavera australe

Godersi bei momenti da Saffron a Arrowtown, una splendida cittadina alla fine del mondo

09-11-2013
L'ingresso del ristorante Saffron a Arrowtown, nel

L'ingresso del ristorante Saffron a Arrowtown, nello Strand di Central Otago. Il locale, che sembra uscito da una cartolina ottocentesca, ha nei dessert il punto forte: Sorbetto di formaggio di capra con datteri bagnati nell’amaretto, telefono +64.(0)3.4420131

Arrowtown sembra un piccolo segreto ben custodito agli occhi del mondo, salvo poi che ci si arriva e si scopre che l’unica cosa ben custodita è la cittadina, e tirare un sospiro di sollievo anche se non si ha l’esclusiva sul piccolo gioiello. Arrowtown è la meta per il fine settimana, il borgo che non ha subíto il lifting uniformante in cui sono incappate Queenstown e Wanaka, a circa 10 km di distanza, è la deviazione che si include nel percorso perché ‘vale il viaggio’.

In Buckingham Street, che più che la strada principale è lo Strand di Central Otago, c’è Saffron, un locale che si incastona a meraviglia nella scena cittadina che pare recuperata da qualche cartolina ottocentesca. Ci sono alcuni ristoranti a cui si chiede di essere stupiti, ce ne sono altri a cui si chiede di essere rassicurati, a Saffron si chiede di mantenere all’interno delle quattro mura la sensazione che si ha fuori per strada di trovarsi in un portagioielli di una volta, e si viene accontentati.

Legno, soffitti alti, fiori freschi nei vari angoli della sala e una piccola carta dei vini che non vuole dare nell’occhio danno subito la cifra del locale – a cui aggiungere il cortile estivo per cenare all’aperto quando il tempo si concede. La cucina non contempla voli pindarici ma non si nega una certa dose di contemporaneità, lavora in tempi regolati dagli orologi dei turisti che hanno tempo per godersi la cucina a vista, l’Agnello a cottura lenta che arriva servito in una sorta di cocotte e asseconda il tempo bizzarro di certi week-end o i filetti di blue cod, accompagnati da bonbon di corallo di cappesante e dressing di nocciole.

Indugiare nei dessert è stata la decisione complementare migliore dopo il bicchiere di chardonnay 2012 di Felton Road (per inciso, agile e poco segnato dal legno in barba alla gioventù): il Sorbetto di formaggio di capra con datteri bagnati nell’amaretto ha dato il taglio finale ad un pranzo disteso anche se volto alla meta successiva, nel nostro caso i ghiacciai dell’Isola Sud (Fox e Franz Joseph, per gli appassionati). Saffron ha anche due fratelli, Blue Door e Pesto, rispettivamente bar e ristorante di ispirazione italiana; e la sera diventa un po’ più glamour ma mantiene la stessa allure che segna il lavoro diurno, non paga nessun dazio al cambio d’abito.

Saffron
18 Buckingham street
Arrowtown
Nuova Zelanda
+64.(0)3.4420131
Prezzi medi: entrée 20, portate principali 37 e dessert 16,50 dollari neozelandesi
 


Rubriche

Piatti all'ingiù

Cose buone dalla Nuova Zelanda e dall'Australia, raccontate da Cinzia Piatti