25 anni di Tantris, tanti auguri Marta Grassi!

Storia, aneddoti (e un'ottima cena) nel locale di Novara che compie un quarto di secolo, voluto dalla chef col marito Mauro

14-09-2018 | 07:00
Marta Grassi, chef del Tantris, col marito Mauro G

Marta Grassi, chef del Tantris, col marito Mauro Gualadris ed Eleonora Conte «che è la spalla di Mauro in sala, è con noi da 16 anni e ormai fa parte della nostra famiglia allargata. Quest'anno ci ha pure regalato Lorenzo, un bel biondino da coccolare!»

Marta Grassi è uno scricciolo che lavora duro, ma davvero duro, per far avanzare sempre più il suo sogno fattosi realtà 25 anni fa. «Lei è piccolina, allora spesso si arrampica persino sugli scaffali se deve raggiungere un barattolo in alto. È indistruttibile, parte alle 9 del mattino e smette all'una di notte, alle due. Ha capacità di fatica incredibili, nessuno si dà da fare quanto lei» la osserva dolcemente, un po' impettito com'è suo costume, Mauro Gualandris, ossia l'uomo con la quale Marta ha scelto di condividere il lavoro e la vita. Alle sue parole, la Grassi spiega «sono allenata, corro tutte le mattine» e nel dirlo sfodera uno di quei sorrisi che hanno sempre costellato i suoi 63 anni di vita: premurosi, sereni, pacati.

Il primo menu del Tantris, 6 agosto 1993

Il primo menu del Tantris, 6 agosto 1993

La loro creatura si chiama Tantris e ha compiuto lo scorso 6 agosto un quarto di secolo, appunto. Nacque nel 1993 dalla passione, pura e semplice: lei faceva l'insegnante alle scuole materne, lui dopo anni di università mista a militanza politica, giornalismo e sindacato, si occupava di turismo come agente di viaggi. Insieme decisero di fare il passo: «Non avevamo soldi a sufficienza, ci indebitammo. Demmo fondo ai risparmi, Marta chiese aiuto ai suoi familiari, a una zia, utilizzò la propria liquidazione di 16 anni da maestra d'asilo e il padre le andò in soccorso con un prestito». Lei osserva orgogliosa: «Ci abbiamo messo vent'anni per restituirgli quel denaro. Ma ce l'abbiamo fatta». Erano inesperti, all'epoca, «subentrammo a un ristoratore, nella vecchia sede di Lumellogno, una frazione poco distante, che ci vendette anche i macchinari. Scoprimmo che erano infestati da parassiti, zeppi di sporco, ingolfati di grasso. Dovemmo ricomprare tutto, altri 30 milioni di vecchie lire...».

Gualandris-Grassi qualche anno fa. Mauro al termine del primo giorno di servizio, nell'agosto 1993, entrò in cucina e disse: «Marta, tu sei bravissima, ma io mi fermo qui, questo lavoro non fa per me». L'indomani mattina tornò sulla sua decisione, per fortuna

Gualandris-Grassi qualche anno fa. Mauro al termine del primo giorno di servizio, nell'agosto 1993, entrò in cucina e disse: «Marta, tu sei bravissima, ma io mi fermo qui, questo lavoro non fa per me». L'indomani mattina tornò sulla sua decisione, per fortuna

Non è stato facile, insomma, anche perché Novara è una brutta bestia, sia detto con tutto il rispetto: «Qui c'è tantissimo risparmio privato, ma la gente lo lascia in banca, lo investe, non si concede facilmente una bella cena. Noi passiamo da sempre come "quelli costosi", così l'85% della nostra clientela viene da fuori. Se avessimo aperto a Milano sarebbe stato tutto dannatamente più facile. Ma siamo novaresi, abbiamo scelto Novara e ormai il nostro futuro è qui». Ci sono anche serate un po' morte, come quella in cui siamo andati noi stessi al Tantris: «Tre prenotazioni di tavoli oltre alla vostra. Uno chiama nel tardo pomeriggio: sta male, non viene più, va bene. Due altri dicono di essere in ritardo, passa il tempo, li richiamiamo, "mi spiace ma sono già a cena". Scusi?!? Per fortuna che alla cornetta era Mauro, più tranquillo di me, altrimenti non so cosa avrei detto».

Alcuni piatti degli inizi, oggi certo superati, testimoniano quanto sia cresciuta Marta Grassi

Alcuni piatti degli inizi, oggi certo superati, testimoniano quanto sia cresciuta Marta Grassi

Quando chiediamo ai due la maggior soddisfazione di questo quarto di secolo, non hanno dubbi. Marta: «Ce ne sono state tante. La stella Michelin nell'ottobre 1998, del tutto inaspettata. I nostri corsi di cucina: sempre sold out. Io su Wired nel 2009 in un servizio su 24 storie di innovazione, c'era anche Rita Levi Montalcini in copertina, raccontavo il mio lavoro per cambiare il menu delle mense universitarie torinesi». Ma il gioiello più lucente è un altro: «Due volte sul palco di Identità Golose, che soddisfazione! Guardavo la platea, c'erano seduti colleghi straordinari. Ho pensato: "Allora tutti gli sforzi di questi anni sono serviti a qualcosa, se ora sono qui"». Nella camera da letto, tengono appese tre foto. Mauro: «Noi insieme davanti al Museo Archeologico di Atene. Sempre noi, davanti all'incredibile laboratorio degli Arzak a San Sebastian. E poi Marta sul palco di Identità».

Marta Grassi è stata due volte relatrice a Identità Golose, sotto è con Paolo Marchi

Marta Grassi è stata due volte relatrice a Identità Golose, sotto è con Paolo Marchi

Conobbero Paolo Marchi anni prima, in modo curioso, ecco l'aneddoto. Marta: «È il 1999, prendiamo la stella. Un noto critico gastronomico, allora direttore della Guida dell'Espresso, viene a mangiare da noi. Al termine del pasto è tranchant: "Per me potete anche cambiare mestiere". Ci crolla il mondo addosso. L'indomani cucino di nuovo il suo intero menu, lo vogliamo assaggiare per vedere dove abbiamo sbagliato. Boh, ci sembrava tutto buono! Dopo qualche tempo arriva anche Marchi: era stato incuriosito dalla stroncatura. Assaggia tutto e conclude: "Io ho mangiato molto bene, bravi". Il nostro cielo è tornato a essere azzurro, dopo i nuvoloni».

La sala del vecchio Tantris a Lumellogno, una frazione di Novara...

La sala del vecchio Tantris a Lumellogno, una frazione di Novara...

...e quella del Tantris attuale, sempre a Novara ma in corso Risorgimento 384. Il trasferimento nel 2005, data importante per Grassi-Gualandris: «Abbiamo cambiato sede, abbiamo compiuto entrambi 50 anni e ci siamo sposati, dopo 26 anni insieme»

...e quella del Tantris attuale, sempre a Novara ma in corso Risorgimento 384. Il trasferimento nel 2005, data importante per Grassi-Gualandris: «Abbiamo cambiato sede, abbiamo compiuto entrambi 50 anni e ci siamo sposati, dopo 26 anni insieme»

Chi scrive recensì il Tantris nel 2014: "I piatti di Marta Grassi le assomigliano: eleganti, equilibrati, mai sopra le righe, con questa ormai nota predilezione per la vegetalità che domina le scelte ai fornelli diventando vera e propria cifra stilistica (...) Una cucina moderna, estremamente intelligente, di chiara raffinatezza" ancor più sorprendente se si considera che "la chef è un'autodidatta", il che significa talento naturale poi innervato di tecnica grazie a molti stage prima di aprire, «due anni senza ferie a lavorare da Angelo Paracucchi, da Gualtiero Marchesi in Bonvesin de la Riva, quando in cucina c'erano Carlo Cracco e Davide Oldani... E alla Vecchia Arona di Franco Carrera, già campione di calcio diventato chef-patron (di un locale caro anche a Luigi Veronelli, ndr). E poi appena potevamo salivamo sulla nostra macchina scassatissima, d'inverno il plaid sulle ginocchia perché aveva anche il riscaldamento rotto, e andavamo ad assaggiare i capolavori dei grandi ristoranti» perché alla fine il segreto è sempre quello, «serve tanta passione e un'inesauribile voglia di apprendere, perché non si finisce mai».

Marta Grassi in alcune foto degli inizi. Qui con i primi ragazzi dello staff

Marta Grassi in alcune foto degli inizi. Qui con i primi ragazzi dello staff

E qui fa la pasta, nel 1993

E qui fa la pasta, nel 1993

Anche oggi, perché la Grassi non è una che si siede, semmai si arrampica, come abbiamo visto: «In questi 25 anni siamo molto cresciuti a livello di tecnica, ma anche di idee». La sua è una tavola sorprendentemente contemporanea: rimane forte l'elemento vegetale che la caratterizza da sempre, ma ora è forse ancor più completa, matura che in passato, possiede più struttura, c'è quell'abbraccio tra eleganza e sapore che è il crisma dell'alta cucina. I piatti sono puliti, leggiadri, eleganti, onesti ma raffinati, di cuore e di testa. Pensati senza apparire mai artefatti.

La Grassi accanto a Paul Bocuse alla festa che la guida Michelin organizzò nell'aprile 1999 a Greenwich per il passaggio di millennio, invitando tutti gli chef stellati d'Europa. Con la Grassi altri grandi cuochi italiani, riconosciamo Enzo De Prà del Dolada, Alfio Fascendini del Vecchio Ristoro di Aosta, Valeria Piccini, Davide Oldani, Mariagrazia Soncini de La Capanna di Eraclio

La Grassi accanto a Paul Bocuse alla festa che la guida Michelin organizzò nell'aprile 1999 a Greenwich per il passaggio di millennio, invitando tutti gli chef stellati d'Europa. Con la Grassi altri grandi cuochi italiani, riconosciamo Enzo De Prà del Dolada, Alfio Fascendini del Vecchio Ristoro di Aosta, Valeria Piccini, Davide Oldani, Mariagrazia Soncini de La Capanna di Eraclio

Marta Grassi oggi

Marta Grassi oggi

Un quarto di secolo dopo, Mauro ha solo un cruccio: «Avremmo voluto nel tempo costruire uno staff più forte, ma i numeri non ce l'hanno permesso». Marta: «In compenso dalle nostre cucine sono passati tanti ragazzi bravissimi, molti di loro hanno avviato le proprie attività, o fanno onore all'Italia all'estero, e tutti ci ricordano con un affetto ricambiato». Forse Marta e Mauro avrebbero potuto conseguire ancor più allori. Forse non hanno del tutto raggiunto la fama che meritavano. Ma intanto hanno vissuto e stanno vivendo la vita che hanno scelto, chapeau.

La nostra bellissima cena, tra persone gentili, negli scatti di Tanio Liotta.

Il nuovo menu degustazione del Tantris parte con Capperi e Campari, tre microassaggi per resettare il palato. Qui un cappero croccante...

Il nuovo menu degustazione del Tantris parte con Capperi e Campari, tre microassaggi per resettare il palato. Qui un cappero croccante...

...l'oliva con la pasta d'acciuga...

...l'oliva con la pasta d'acciuga...

...e la pralina al Campari

...e la pralina al Campari

Polipo e patate, quasi uno street food ma ottimo: pane di patate, dentro il polipo cotto a bassa temperatura, le salse sono di peperone giallo, di bieta, di barbabietola, di carota, poi germogli per dare acidità e una tapenade per la nota aromatica finale

Polipo e patate, quasi uno street food ma ottimo: pane di patate, dentro il polipo cotto a bassa temperatura, le salse sono di peperone giallo, di bieta, di barbabietola, di carota, poi germogli per dare acidità e una tapenade per la nota aromatica finale

Estratto di peperone e acciughe racconta l'intelligenza con la quale la Grassi s'accosta alla tradizione con creatività e misura. L'estratto di peperone è la sua acqua naturale di vegetazione, da semplice pressatura, e condisce deliziosi plin ripieni di acciuga

Estratto di peperone e acciughe racconta l'intelligenza con la quale la Grassi s'accosta alla tradizione con creatività e misura. L'estratto di peperone è la sua acqua naturale di vegetazione, da semplice pressatura, e condisce deliziosi plin ripieni di acciuga

Piccolo grande piatto, Fico e fegato grasso. Qui il foie gras ricoperto di cioccolato...

Piccolo grande piatto, Fico e fegato grasso. Qui il foie gras ricoperto di cioccolato...

...e qui il fico, con vino cotto di fichi («Ce lo mandano dalla Puglia: 10 chili di fichi per ottenerne un litro»), su sfoglia

...e qui il fico, con vino cotto di fichi («Ce lo mandano dalla Puglia: 10 chili di fichi per ottenerne un litro»), su sfoglia

Calamaro condensato in due consistenze: in purezza con pomodoro confit; frullato, compattato e infine fritto e accompagnato da panna acida

Calamaro condensato in due consistenze: in purezza con pomodoro confit; frullato, compattato e infine fritto e accompagnato da panna acida

Arancina e granita: l'arancina è ripiena di ragù di ricciola, la granita è di limoncino

Arancina e granita: l'arancina è ripiena di ragù di ricciola, la granita è di limoncino

Rape e gambero, bel piatto elegante: il gambero è accompagnato da dadi di mela e barbabietola, sfoglie di rapa e da una citronette all'ibiscus

Rape e gambero, bel piatto elegante: il gambero è accompagnato da dadi di mela e barbabietola, sfoglie di rapa e da una citronette all'ibiscus

Cicchetto e millefoglie di Bettelmatt: la sfoglia al formaggio racchiude spuma di Bettelmatt, Gualadris serve in accompagnamento un bicchierino di Jurançon

Cicchetto e millefoglie di Bettelmatt: la sfoglia al formaggio racchiude spuma di Bettelmatt, Gualadris serve in accompagnamento un bicchierino di Jurançon

Fragranze... Risotto al limone, zest candite, rosmarino e cioccolato grattato. Bel piatto, dagli equilibri notevolissimi, tra l'agrumato del limone e delle zest di mandarino, il dolce-amaro del cioccolato Valrhona, l'aromaticità del rosmarino

Fragranze... Risotto al limone, zest candite, rosmarino e cioccolato grattato. Bel piatto, dagli equilibri notevolissimi, tra l'agrumato del limone e delle zest di mandarino, il dolce-amaro del cioccolato Valrhona, l'aromaticità del rosmarino

Vitello, acciughe e melenzane in crema e in sfoglia. Molto goloso

Vitello, acciughe e melenzane in crema e in sfoglia. Molto goloso

Fuori dal percorso degustazione, abbiamo chiesto questo Piccione, pistacchio e barbabietola, tartufo nero

Fuori dal percorso degustazione, abbiamo chiesto questo Piccione, pistacchio e barbabietola, tartufo nero

Biscotto snack con semifreddo di levistico e ananas

Biscotto snack con semifreddo di levistico e ananas

Albicocca, cocco e menta: bella mano anche sui dolci

Albicocca, cocco e menta: bella mano anche sui dolci

Cioccolato e frutti di bosco in varie consistenze e temperature

Cioccolato e frutti di bosco in varie consistenze e temperature


Rubriche

Carlo Mangio

Gita fuoriporta o viaggio dall'altra parte del mondo?
La meta è comunque golosa, per Carlo Passera


Iscrizione alla newsletter

Per iscriversi compilare il modulo sottostante in tutte le sue parti.

Sarà nostro piacere tenervi costantemente informati.






Selezionare la newsletter a cui ci si vuole iscrivere.


Selezionare la categoria in cui vi identificate per lavoro o semplice passione e curiosità.



INFORMAZIONI SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

1) INTRODUZIONE

La società Identità Web S.r.l. (P.I. e C.F. 07845670962), con sede legale in Corso Magenta, 46 - 20123 Milano, informa gli utenti che i dati personali forniti da ciascuno nell’utilizzo del sito web www.identitagolose.it, anche raggiungibile tramite il dominio .com (di seguito, “Sito”), saranno oggetto di trattamento nei termini di seguito descritti che costituiscono la presente Informativa sulla Privacy (di seguito “Informativa”), resa anche ai sensi del Regolamento UE n. 2016/679 (di seguito, “Regolamento”).
La presente Informativa è resa esclusivamente per il Sito e non si applica per eventuali altri siti web che siano raggiungibili dagli utenti tramite link presenti sul Sito.

2) TITOLARE E RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO

Titolare del trattamento dei dati personali è la società Identità Web S.r.l. (P.I. e C.F. 07845670962), con sede legale in Corso Magenta, 46 - 20123 Milano (di seguito, “Titolare”), la quale potrà essere contattata scrivendo all’indirizzo e-mail: info@identitaweb.it. Responsabile del trattamento è il soggetto nominato pro tempore dal Titolare, il cui nominativo è consultabile presso la sede legale del Titolare.

3) TIPOLOGIA DEI DATI TRATTATI

Il Titolare raccoglie dati personali individualmente identificabili inviati dagli utenti attraverso l’utilizzo del Sito, ed altri dati non individualmente identificabili raccolti attraverso i Cookies.
Il Titolare raccoglie dati personali dagli utenti che utilizzano il Sito e quindi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, dagli utenti che si iscrivono alla newsletter del Sito, dagli utenti che si iscrivono all’area riservata del Sito, anche per l’acquisto di titoli di ingresso ai congressi e alle altre iniziative di Identità Golose. Sempre a titolo esemplificativo e non esaustivo, tali dati personali possono consistere in:

  • nome e cognome dell’utente;
  • indirizzo di posta elettronica dell’utente;
  • indirizzo di fatturazione dell’utente,
  • indirizzo di residenza o di domicilio dell’utente;
  • numero di telefono dell’utente;
  • dati relativi alla carta di credito utilizzata dall’utente;
  • professione o interessi dell’utente.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.
In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al Sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.
Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del Sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito: salva questa eventualità, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni. 
Il Titolare dichiara che tutti i dati vengono sempre e comunque trattati nel rispetto dei diritti alla riservatezza degli interessi, nonché delle garanzie e delle misure necessarie prescritte dal Regolamento e dai provvedimenti dell’Autorità Garante della Privacy.

4) MODALITÁ DEL TRATTAMENTO

Il trattamento dei dati personali potrà avvenire mediante strumenti elettronici e/o manuali, con modalità compatibili alle finalità dello stesso e nel rispetto di tutte le misure di sicurezza prescritte dalla normativa vigente, al fine di garantire la riservatezza, la sicurezza e l’integrità dei suddetti dati. 
Il trattamento dei dati di navigazione quali i cookie vengono trattati in conformità alla Cookie Policy consultabile al seguente link (http://www.identitagolose.it/sito/it/195/cookie-policy.html), ove sono disponibili ulteriori informazioni, incluse le modalità di disattivazione dei cookie stessi.

5) OBBLIGATORIETÀ DEL CONFERIMENTO DEI DATI – BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO

Il conferimento di taluni dati personali è necessario, e quindi obbligatorio, per poter dare corso a specifiche richieste degli utenti. 
Gli utenti sono sempre liberi di non fornire i dati personali richiesti ma in tal caso potrebbe essere impossibile per il Titolare soddisfare le richieste ricevute dagli utenti come, a titolo esemplificativo e non esaustivo, inviare le newsletter o portare a termine il processo di acquisto on-line dei servizi offerti sul Sito.
Il conferimento dei dati personali è obbligatorio per le seguenti modalità di utilizzo del Sito da parte degli utenti:

  • l’iscrizione alla newsletter del Sito (sono necessari nome e cognome, interesse o professione dell’utente e suo indirizzo e-mail);
  • la registrazione sul Sito per l’apertura di un account personale (sono necessari nome, cognome, indirizzo e-mail, password, indirizzo di residenza);
  • l’acquisto dei titoli di ingresso ai congressi e alle altre iniziative di Identità Golose (sono necessari nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, e-mail, password, dati relativi alla carta di credito o ad altra modalità di pagamento dei servizi acquistati).

Il Titolare potrebbe richiedere anche altri dati il cui conferimento è facoltativo, per il trattamento dei quali è richiesto il consenso degli utenti, che possono prestarlo o meno. Il consenso può essere prestato attraverso l’utilizzo del Sito, come, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nei form per l’iscrizione alla newsletter o per la registrazione di un nuovo account personale, o al momento dell’effettuazione di un ordine di acquisto di servizi disponibili sul Sito.  
I dati il cui conferimento è obbligatorio saranno trattati per le seguenti finalità primarie:

  • consentire l’utilizzo del Sito da parte degli utenti;
  • garantire la registrazione all’area riservata del Sito, ove l’utente può usufruire dei servizi ivi presenti, incluso l’acquisto di titoli di accesso ai congressi e alle altre iniziative di Identità Golose;
  • inviare le newsletter agli utenti che ne facciano richiesta compilando l’apposito form sul Sito;
  • svolgimento di ordinarie attività gestionali, contabili e amministrative;
  • adempimento di obblighi previsti dalla legge, siano essi di natura fiscale, amministrativa, contrattuale o extracontrattuale;
  • tutela dei diritti del Titolare e del proprio personale;
  • elaborazione in forma anonima e/o aggregata dei dati stessi a fini statistici, per il monitoraggio dell’andamento del Sito e per elaborare statistiche anonime e/o aggregate in merito agli interessi degli utenti del Sito.

In tutti i casi sopra elencati, il Titolare non necessita di acquisire lo specifico consenso da parte dell'utente, poiché la base giuridica del trattamento è la necessità di eseguire obblighi contrattuali (la vendita dei servizi disponibili sul Sito) o di adempiere a specifiche richieste dell'utente (l'invio di newsletter e la fruizione dei contenuti del Sito) o di esercitare diritti e perseguire interessi legittimi del Titolare.

6) TEMPI DI CONSERVAZIONE DEI DATI

I dati personali raccolti dal Titolare saranno trattati con supporti elettronici e saranno conservati presso il Titolare esclusivamente fino a quando gli utenti manterranno l’iscrizione alla newsletter del Sito e/o il proprio account personale sul Sito, fatti salvi eventuali tempi di conservazione diversi imposti dalla legge.
Trascorsi tali tempi di conservazione, i dati personali saranno cancellati automaticamente oppure resi anonimi in modo permanente.

7) COMUNICAZIONE DI DATI DI ALTRI SOGGETTI DA PARTE DELL’UTENTE

Gli utenti prendono atto che l’eventuale indicazione di dati personali e di contatto di qualsiasi terzo soggetto costituisce un trattamento di dati personali rispetto al quale gli utenti si pongono come autonomi titolari, assumendosi tutti gli obblighi e le responsabilità previste dal Regolamento. Gli utenti garantiscono sin d’ora che tali dati sono stati acquisiti in piena conformità al Regolamento e si impegnano a manlevare il Titolare da ogni contestazione, pretesa e azione che qualsivoglia terzo soggetto dovesse muovere nei confronti del Titolare medesimo.

8) COMUNICAZIONE DEI DATI A SOGGETTI TERZI

Possono venire a conoscenza dei dati personali di cui alla presente informativa, in qualità di responsabili o incaricati del trattamento, i dipendenti del Titolare, ciascuno limitatamente alle proprie competenze e mansioni e sulla base dei compiti assegnati e delle istruzioni impartite.
Il Titolare ha la facoltà di comunicare i dati personali degli utenti, per le finalità primarie di cui sopra, a qualsiasi soggetto il cui intervento nel trattamento sia necessario per le ordinarie attività gestionali, contabili e amministrative, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo: 

  • società del gruppo;
  • a terzi fornitori dei servizi richiesti al solo fine di eseguire la prestazione richiesta;
  • a società di servizi postali,
  • a istituti bancari e intermediari finanziari,
  • a studi legali e notarili,
  • a consulenti, anche in forma associata,
  • a società di servizio,
  • nonché ad altri soggetti in ottemperanza a eventuali obblighi di legge.

I dati trattati per le finalità qui indicate potranno essere comunicati, sempre nel rispetto delle specifiche misure di sicurezza, a soggetti terzi, appositamente designati quali responsabili o incaricati, dei quali il Titolare potrebbe avvalersi per servizi vari (servizi postali, assistenza tecnica e informatica, e simili).
In taluni specifici casi i dati personali potrebbero essere anche trasferiti all’estero, presso soggetti aventi sede anche in paesi al di fuori dell’Unione Europea. In tale eventualità, il trasferimento di dati all’estero avverrà adottando le clausole contrattuali prescritte dalla decisione del 5 febbraio 2010 della Commissione Europea, nonché in modo da fornire garanzie appropriate e opportune ai sensi degli artt. 46 o 47 o 49 del Regolamento.
Il Titolare dichiara di non raccogliere dati personali per rivenderli o trasferirli a terzi a fini di marketing. In nessun caso i dati personali oggetto della presente informativa potranno essere diffusi.

9) DIRITTI DELL’INTERESSATO

Gli utenti (o “interessati”, come definiti dal Regolamento) possono in qualsiasi momento rivolgersi al Titolare per esercitare i diritti previsti dagli articoli 15 e seguenti del Regolamento. 
Gli utenti hanno il diritto di ottenere in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che li che riguardino, di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne e chiederne l’integrazione, l’aggiornamento oppure la rettificazione. Gli utenti hanno altresì il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, la limitazione del trattamento dei propri dati personali, affinché siano unicamente conservati dal Titolare, nelle ipotesi previste dall’art. 18 del Regolamento, la portabilità dei propri dati personali, nonché di opporsi, in ogni caso al loro trattamento. 
L’utente ha anche diritto di proporre un reclamo al Garante della Privacy (autorità di controllo), ai sensi dell’art. art 77 del Regolamento, nonché di revocare il proprio consenso in qualsiasi momento, senza che ciò pregiudichi la liceità del trattamento basato sul consenso prestato prima della revoca, ai sensi dell’art. 7.3 del Regolamento.
Per l’esercizio di tali diritti, o per ottenere qualsiasi altra informazione in merito, le richieste vanno rivolte via email al seguente indirizzo: info@identitaweb.it.

10) MODIFICHE ALLA PRESENTE INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Il Titolare si riserva di modificare la presente informativa sulla privacy, comunicandolo agli utenti e richiedendo il consenso ove previsto dalla normativa vigente.

Attenzione!