Figli di Pasta Madre crescono

Renato Bosco racconta l'evoluzione del suo progetto. Un'associazione da seguire

19-05-2014
Il

Il "pizzaricercatore" Renato Bosco, qui sul palco della decima edizione di Identità Golose insieme a Paolo Marchi, ci ha presentato qualche settimana fa una sua idea per la creazione di FDP: un'associazione, ma anche un marchio di qualità da apporre ai prodotti preparati con il lievito madre, come quelli del suo Saporè a San Martino Buon Albergo (Verona)

Germinazione. E' questa la parola che mi viene in mente quando penso a ciò che sta accadendo ultimamente, da quando, una manciata di settimane fa, ho scritto su questo sito il primo articolo sulla Pasta Madre Viva. La germinazione è un processo inteso come “l'inizio della formazione di un nuovo organismo, lo sviluppo di una nuova entità a partire da un seme”: nel mio caso Figli di Pasta Madre Viva è stato questo seme, un'idea che è nata in mezzo agli amici e che in mezzo agli amici continua a svilupparsi, giorno dopo giorno, mettendo radici profonde in un terreno vivo e fertile.

Sono felice, ottimista e fortemente entusiasta. Non passa davvero giorno senza che qualcuno mi cerchi per condividere una nuova intuizione, un pensiero brillante, una stimolante idea. La germinazione degli FDP somiglia ad un'allegra e contagiosa risata che sta coinvolgendo un gruppo sempre più nutrito di panificatori, pizzaioli e pasticcieri: da quando ho proposto di creare FDP moltissimi colleghi mi hanno contattato, non tanto o non solo per complimentarsi per quest'iniziativa, di cui io del resto mi sento più il coordinatore che l'inventore, ma soprattutto per chiedermi cosa sia nella pratica l'Associazione degli FDP, come funzioni, e, cosa per me ancor più importante, come fare per aderirvi.

Pane "figlio di pasta madre" e formaggio tra le mani di Renato Bosco

Pane "figlio di pasta madre" e formaggio tra le mani di Renato Bosco

Sono rimasto profondamente e positivamente colpito di apprendere che l'idea di FDP ha stimolato professionisti del calibro di Ezio Marinato, Gabriele Bonci e Vincenzo Tiri, - solo per citarne alcuni- , grandissimi artigiani che con il loro lavoro contribuiscono ogni giorno a diffondere la pratica dell'arte bianca e a renderla sempre più nobile. Spero di poterli presto coinvolgere attivamente in questo progetto e insieme e grazie a loro di attrarre un numero sempre più grande di Figli di Pasta Madre, che da nord a sud condividano le regole ed i processi di lavorazione e tutela della vera Pasta Madre Viva.

Ma non sono solo i colleghi a cercarmi: molto spesso sono gli amici e i clienti del mio locale a complimentarsi per quest'iniziativa, dichiarando che “c'era davvero bisogno che qualcuno iniziasse a pensarci!” e quando sento queste parole ho la netta sensazione che stiamo andando nella giusta direzione. Per questo FDP è diventato già realtà: sotto la spinta di quest'entusiasmo io e alcuni stretti collaboratori abbiamo deciso di fondare il sito figlidipastamadre.it, ad oggi già attivo e visitabile. Sarà presto un luogo di confronto e di scambio non solo per gli artigiani degli impasti, ma anche per tutte quelle figure professionali che ruotano attorno al mondo dell’alimentazione, dal medico al nutrizionista, dall’agronomo al mugnaio, dal ricercatore al tecnologo alimentare.

Anche il panettone può essere "figlio di pasta madre"

Anche il panettone può essere "figlio di pasta madre"

Inoltre stiamo lavorando alacremente alla stesura di un vero e proprio Disciplinare dei Figli di Pasta Madre, che indicherà cosa s’intende per Pasta Madre Viva e permetterà a quanti la usano e la sostengono di aderire liberamente al progetto, impegnandosi personalmente affinché i loro prodotti rispettino i parametri definiti. Il Disciplinare degli FDP non sarà un Codice di regole ferree da rispettare pena il perseguimento. Al contrario, sottoscriverlo sarà una scelta fatta in totale libertà, dove il “controllo” del proprio operato verrà svolto ogni giorno da ogni singolo Figlio Di Pasta Madre in modo onesto e autonomo, seguendo quella che si può chiamare semplicemente etica professionale.

Mi rivolgo a tutti i colleghi interessati a diventare FDP, a tutti i professionisti che hanno la voglia ed il coraggio di metterci la faccia e le mani: aiutatemi a diffondere la germinazione della Pasta Madre Viva. Contattatemi, scrivetemi, illustratemi le vostre idee: lo sappiamo bene che c'è bisogno di una sana contaminazione per ottenere un vivo fermento!


Rubriche

Storie di cuochi

Uomini che abbandonano per un attimo mestoli e padelle per raccontare le proprie esperienze e punti di vista