B-Asta incendi, per far rivivere Montiferru

17-01-2022

L'iniziativa a favore della rigenerazione del verde in Sardegna: hanno aderito 109 aziende con delle bottiglie magnum

Un’asta di vino in formato magnum per la rinascita di Montiferru. Anzi, B-Asta incendi.

Nel luglio del 2021 un incendio gigantesco ha mandato in fumo 20mila ettari di boschi, oliveti, campi coltivati, case e aziende. Danni per milioni di euro e un territorio devastato.

Quello stesso territorio che negli ultimi anni tanto si è dato da fare per aprire gli occhi dei turisti e dei sardi su una natura spettacolare, un mondo agricolo aperto al futuro e capace di grande accoglienza.

Da Valentina Davide – storica consulente di molte aziende vinicole con la sua Keaton Consulting - e Marco Delugas, sommelier sardo e grande esperto di vini, è quindi nata l’idea di coinvolgere amici e produttori del mondo del vino, per finanziare il progetto “Vulcani: Sentieri nel Montiferru” promosso localmente per la ricostruzione e rigenerazione di un sentiero naturalistico e turistico nel Comune di Santu Lussurgiu, nel Montiferru, uno dei più colpiti dall’incendio.

Così 109 aziende, da tutta Italia, hanno donato una magnum che verrà battuta all’asta per sostenere il progetto.

L’asta sarà virtuale prosegue fino al 22 gennaio, attraverso il sito internet dedicato all’iniziativa https://tinyurl.com/montiferru, in cui si possono trovare tutti i dettagli che riguardano l’evento.

Sul sito si trova e si può scaricare l’elenco completo dei produttori e dei vini, con la base di partenza dell’asta. Basterà inviare una mail, sempre dal sito, con l’offerta massima per il lotto (o i lotti) a cui si è interessati e, allo scadere dell’asta, l’offerta più alta si aggiudicherà la bottiglia.