Il San Domenico di Imola festeggia il suo Uovo in raviolo con il delivery d'autore

05-03-2021

Il San Domenico, patron Gianluigi Morini, apriva il 7 marzo 1970, in cucina Nino Bergese, con lui un giovane Valentino Marcattilii, in sala suo fratello Natale Marcattilii. Bergese sarebbe salito in cielo un lustro dopo, Morini lo scorso dicembre. Nel tempo in cucina sarebbe entrato Massimiliano Mascia, in sala un terzo Marcattilii, Giacomo. Causa lockdown, il San Domenico non ha potuto mai festeggiare in presenza il mezzo secolo di golosa vita. Lo ha fatto ieri grazie a una simpatica chiacchierata nel web con una trentina di giornalisti, 50+1 così è stato battezzato un momento davvero piacevolissimo.

Valentino ha così avuto modo di raccontare la storia dell’Uovo in raviolo, piatto simbolo che piace sempre nonostante Bergese lo evitasse: «Non gli interessava proprio perché lui lavorava in pratica da solo in cucina e così tutto era già pronto, salvo le paste che non potevi certo riscaldare al momento del servizio. Ne siamo diventati schiavi. Una volta provammo a toglierli perché a fine settimana avevamo troppo invenduto degli altri primi. Nulla da fare: quello o null’altro. Fummo costretti a rimetterlo in carta e lì è tuttora».

Le colonne del San Domenico, da sinistra Massimiliano Mascia, Natale Marcattilii e Valentino Marcattilii

Le colonne del San Domenico, da sinistra Massimiliano Mascia, Natale Marcattilii e Valentino Marcattilii

Gli aneddoti si sprecano: «Una volta a New York, al Waldorf Astoria, sapendo che dovevamo servire 500 persone, optammo per il tuorlo dell’uovo di quaglia. Ma fu un autogol perché ognuno se ne prendeva tre o quattro, uno non bastava. Ne confezionammo duemila, una follia. Alla fine decidemmo mai più così piccolo».

Questo capolavoro, e altri ancora, sono protagonisti del delivery del San Domenico. Chi lo ordina, potrà poi prepararlo seguendo un tutorial di accompagnamento per dosare bene parmigiano, burro di malga, tartufo bianco o nero, anche solo un classicissimo burro e salvia. Per ogni info e prenotazioni +39.0542.29000 oppure www.sandomenico.it.