Domenica 17 Pizza Day, Napoli porterà il suo capolavoro in giro per il mondo

15-01-2021

Domenica 17 gennaio il mondo celebrerà la pizza, il capolavoro che Napoli ha creato e poi donato all’Italia e via via al mondo intero al punto che negli Stati Uniti tantissimi credono sia un piatto della loro tradizione. Lasciamolo credere loro, siamo generosi, e teniamoci ben stretta la pizza per come la conosciamo noi. In particolare, in questo frangente, quella difesa ed esaltata dall’associazione Vera Pizza Napoletana che nel giorno di Sant’Antonio, il 17 gennaio per l’appunto, accenderà mille e mille ancora fuochi perché proprio Sant’Antuono, detto in napoletano, è il santo patrono dei pizzaiuoli.

Da Napoli a Napoli, in un giro del mondo che durerà 24 ore e che farà tappa in 13 Paesi con 17 masterclass che vedranno protagonista la verace pizza napoletana. E che potrà essere seguito collegandosi alla pagina facebook dell’AVPN. Lo scopo è quello di raccontare e promuovere uno dei prodotti più amati al mondo e di farlo coinvolgendo gli appassionati di ogni latitudine che potranno collegarsi, nel corso della maratona streaming, e seguire una delle tante lezioni che vedranno protagonisti alcuni dei più importanti maestri pizzaioli dei vari continenti. Basterà munirsi di ½ litro d’acqua, 1 kg di farina 00, lievito di birra fresco, sale, pomodoro pelato, fiordilatte o mozzarella, olio extravergine e basilico e prepararsi a seguire i consigli di alcuni dei più grandi interpreti della pizza per poter sfornare un prodotto con tutti i crismi. Impastate… impastate…

Domenica, a fuoco acceso a Capodimonte, la manifestazione, nell’arco delle 24 ore successive, farà in Australia, Giappone, Corea, Thailandia, Russia, Turchia, Egitto, Francia (con due appuntamenti perché i francesi vanno pazzi per Mangherite & Co.), ancora Italia, Polonia, Brasile, Sudamerica, Stati Uniti e quindi ritorno a Napoli per il saluto finale. E dalle 15.30 alle 16.30 avrà luogo un convegno con diversi esperti per fare il punto in piena pandemia.