Al via S.Pellegrino Sapori Ticino, festival che quest'anno vede protagonista "La Svizzera a tavola"

15-09-2020

Dal 20 settembre al 25 ottobre un ricco programma di appuntamenti golosi, protagonisti i maggiori chef ticinesi affiancati da prestigiosi loro colleghi provenienti da altri cantoni

Il Ticino, in particolare, il più assolato e “mediterraneo” di tutti i Cantoni, è pronto per ospitare la 14esima edizione del festival gastronomico S. Pellegrino Sapori Ticino. La manifestazione aprirà i battenti il 20 settembre e terminerà il 25 ottobre con un tema gustoso, La Svizzera a tavola con l'obiettivo, dice patron Dany Stauffacher, di «dare un segnale forte a tutto il settore della ristorazione e del turismo, proponendo un viaggio “virtuale” in alcune delle migliori tavole del nostro Paese esaltando l’arte culinaria svizzera e la sua qualità».

La Svizzera è considerata una meta turistica fin da tempi antichi, all’alba del turismo lacustre che scelse molte delle sue località per trascorrere le vacanze. Laghi e montagne sono il fiore all’occhiello di questa nazione, non a caso il turismo invernale nacque oltre 150 anni fa a St. Moritz. Il Canton Ticino, in particolare, è un territorio dalle mille facce, ricco di contrasti naturali. In pochi chilometri si passa dal massiccio del Gottardo alle dolci colline del Mendrisiotto. Il clima è sempre mite. Ticino è, poi, natura, cultura ma anche tradizioni e gastronomia; nelle diverse città si possono trovare tutti questi elementi riuniti assieme. La cultura gastronomica è ricca, si passa dalla tradizione all’innovazione, dai grotti ai ristoranti gourmet, in un susseguirsi di spunti e contaminazioni molto influenzate dalla vicina Italia.

Ospiti d’onore della kermesse gourmet saranno quest'anno alcune delle nuove promesse della gastronomia svizzera, come Silvio Germann del ristorante Igniv by Andreas Caminada di Bad Ragaz, Tobias Funke con la sua Gasthaus Zur Fernsicht e il Gourmet Restaurant Incantare, Stefan Heilemann nuovo chef del Widder Hotel di Zurigo, Mitja Birlo del 7132 Silver di Vals, Sven Wassmer del ristorante Memories all’interno del Grand Resort Bad Ragaz, Christian Kuchler della Taverne zum Schäfli Wigoltingen e altri, affiancati da grandi maestri - capitanati dallo chef André Jaeger - che hanno fatto e faranno la storia della ristorazione elvetica.

L’inizio dell’evento è previsto per il 20 settembre presso lo Splendide Royal Hotel di Lugano dove diversi chef del gruppo Swiss Deluxe Hotels collaboreranno in una serata di alta cucina insieme al resident Domenico Ruberto. Si susseguiranno poi 10 serate ufficiali che vedranno come ospiti alcuni dei più grandi cuochi del panorama nazionale, i quali avranno come loro teatro le cucine di altrettante top location, fra cui Villa Principe Leopoldo, Swiss Diamond Hotel, Grand Hotel Villa Castagnola, Splendide Royal Hotel, Seven Lugano The Restaurant, Ciani Lugano, Blu Restaurant&Lounge, Castello del Sole di Ascona, Villa Orselina, Metamorphosis e Fiore di Pietra, simbolo del Monte Generoso, opera di Mario Botta. In questi magnifici luoghi, gli chef Dario Ranza, Cristian Moreschi, Mattias Roock, Frank Oerthle, Domenico Ruberto, Claudio Bollini, Giuseppe Buono, Davide Asietti, Riccardo Scamarcio e Luca Bellanca apriranno le porte delle loro cucine offrendo ai colleghi svizzeri la tipica ospitalità ticinese, mettendo a disposizione la propria professionalità nella preparazione di cene uniche e irripetibili.

Il festival si chiuderà all’Hotel Splendide Royal di Lugano il 25 ottobre; il sigillo alla manifestazione verrà messo da alcuni degli chef ticinesi più talentuosi, tra cui Federico Palladino, Francesco Sangalli, Bernard Fournier, Andrea Muggiano e Andrea Levratto.

Particolari saranno anche le serate speciali fra cui una “apas night con l’intento di far avvicinare le nuove generazioni all’enogastronomia di qualità e una tappa promozionale in Svizzera Francese al Grand Hotel du Lac con un team di grandi chef ticinesi.

Immancabili i diamanti, presenti sulle tavole degli ospiti sotto forma della nuova Diamond Bottle, la bottiglia in edizione limitata che l’acqua S.Pellegrino ha voluto per festeggiare i suoi primi 120 anni e la cui silhouette viene adornata da forme che ricordano il taglio della pietra preziosa più amata. Uno scrigno che rende omaggio alla collaborazione ultradecennale tra Sapori Ticino, che organizza il festival, e l’azienda S.Pellegrino.

Per altre info e prenotazioni: saporiticino.ch o tel. +41 91 9760600