Ceresio7 a Milano e il Chef Mob: sei cene con un grande cuoco... a sorpresa

16-10-2019

Un ciclo di appuntamenti per stupire in cucina, prime due serate a ottobre e novembre con Tomaž Kavčič e Antonio Zaccardi. Le date? Un mistero

Vista dal Ceresio7 di Milano

Vista dal Ceresio7 di Milano

Ceresio7 ha ideato un format innovativo e mai realizzato prima, loro lo chiamano Chef MobCome ogni flash mob che si rispetta, l’idea è di interrompere la normale routine del ristorante (menu-comanda-cena) con l'intervento di un grande chef ospite a sorpresa, che si svelerà ai commensali solo una volta che questi si siano seduti. Chef Mob si svilupperà in un ciclo di 6 serate distribuite nell’arco di 12 mesi, a partire da oggi. Saranno dunque cene a quattro mani dove lo chef ospite e la stessa data dell’evento verranno comunicati alla clientela solo all’ultimo minutoproprio come un flash mob artistico, da cui prende ispirazione il nome. 

Elio Sironi

Elio Sironi

I clienti, che prenoteranno nella serata “giusta”, saranno quindi sorpresi da un menu creato per l’occasione dallo chef di Ceresio7Elio Sironi, insieme a un grande nome della cucina italiana e internazionale. Pensando di andare normalmente a cena, solo una volta seduti i commensali scopriranno l’opportunità di degustare un menu diversofirmato non da uno, ma da due chef. Al tavolo lo staff presenterà la serata e il menu e rivelerà il nome dello chef e dei piatti. 

Tomaž Kavčič

Tomaž Kavčič

Le prime due serate, ottobre e novembre, vedranno coinvolti lo sloveno Tomaž Kavčič, del Pri Lojzetu (è uno dei portavoce della cucina contemporanea slovena, un innovatore e un tradizionalista. Il menu di Kavčič entusiasma per le combinazioni audaci dei sapori originali della Valle del Vipacco), e Antonio Zaccardi, tra i volti più eclettici della tavola italiana, da maggio 2018 al Pashà di Conversano, dopo 12 anni nella cucina di Enrico Crippa. Giorno e data? Non è possibile saperlo!

Antonio Zaccardi con il patron del Pashà, Antonello Magistà, l'altro giorno a Identità Golose Milano

Antonio Zaccardi con il patron del Pashà, Antonello Magistà, l'altro giorno a Identità Golose Milano

Due saranno le opzioni, per soddisfare sia i curiosi attratti dalla nuova esperienza, sia i clienti più tradizionali: un menu degustazione e un menu à la carte. Il degustazione sarà un percorso sensoriale di portate create in compartecipazione dai due chef. Il menu à la carte invece sarà composto da 10 piatti, 5 firmati da Sironi e 5 dallo chef ospite.