L’8 e il 9 settembre in provincia di Palermo torna “ciauru ri astrattu”

06-09-2019

Ad Aspra, frazione di Bagheria, 2 giorni dedicati all’estratto di pomodoro. Si parlerà anche di sale e pescato locale con cooking show e visite guidate

Torna ad Aspra, borgo marinaro in provincia di Palermo, Ciauru ri astrattu, la manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale Altura, che si occupa di riqualificazione e promozione del territorio, in collaborazione con l’assessorato regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale e della Pesca mediterranea della Regione siciliana, con il Comune di Bagheria, la Pro Loco di Aspra e il Gac Golfo di Termini Imerese.

La preparazione del concentrato di pomodoro, c.d. astrattu, è una pratica antica che mette insieme la genuinità del re dei campi estivi, il pomodoro, con la sapienza di antichi gesti tramandati oralmente di madre in figlia. Ciauru ri astrattu, per due intere giornate, domenica 8 e lunedì 9 settembre, intende celebrare questa tradizione che dà vita alla conserva siciliana per eccellenza, elemento fondamentale di parecchi piatti della tradizione culinaria isolana. 

Il sale di mare e di terra, elemento fondamentale per la preparazione del concentrato, sarà protagonista di una mostra allestitadall'associazione Arms, in accordo con la società Italkali, con un sito espositivo con dei campioni di salgemma e delle gigantografie che illustreranno l’attività estrattiva del sale di miniera e dei relativi prodotti sia industriali che alimentari. Il tutto verrà presentato e divulgato dal punto di vista storico e culturale, dal ricercatore di minerali Vladimiro Mauro e dal perito minerario Ettore Fiorino e sono previste anche degustazioni di prodotti legati al sale. 

Lunedì 9, nel pomeriggio, si farà il punto su cultura e tradizione come volano di sviluppo del territorio e sarà questo l’argomento attorno al quale ruoterà l’incontro-dibattito “Il pomodoro incontra il mare. Cultura, tradizione, salute e sviluppo del territorio”. In occasione del convegno, la Sosalt farà un racconto fotografico dell’azione dei “salinai” e delle Saline di Trapani.

I pescatori di Aspra racconteranno gesta, tradizioni e consuetudini che caratterizzano la loro attività di pesca e un ruolo importante, poi, sarà riservato agli chef del territorio che entreranno in gioco per mostrare in che modo si utilizza il concentrato di pomodoro e in quali pietanze tipiche siciliane risulta una base di fondamentale importanza per la buona riuscita del piatto stesso. 

E poi cooking show con Martina Caruso, chef una stella Michelin del Signum di Salina, Marco Baglieri del Ristorante Crocifisso a Noto, Giacomo Caravello di Balìce a Milazzo e Bonetta Dell’Oglio.    

«Il rito della preparazione del concentrato di pomodoro accompagnava le nostre estati quando eravamo bambini, così come il profumo del pomodoro steso al sole, u ciauru ri astrattu, appunto – dice Rosellina Mantini, presidente dell’associazione Altura – Non possiamo rischiare che questo patrimonio vada perso e il nostro impegno è quello di celebrare e mettere in risalto un sapere tutto al femminile che si tramanda tra le generazioni e che può essere salvato dall’oblio solo rievocandolo».  

Le degustazioni e i laboratori potranno essere seguiti acquistando in loco un ticket. 

Qui il programma dettagliato dell’evento.