Le novità al Casa Perbellini (con pasticceria e un menu vegetariano)

24-04-2019

Lo chef scaligero annuncia tanti cambiamenti nel suo ristorante di punta, che muta anche nella struttura. Scelto il nuovo sous chef: si tratta di Marco Stagi

Giancarlo Perbellini con la sua brigata

Giancarlo Perbellini con la sua brigata

La primavera è iniziata e per Giancarlo Perbellini è tempo di rinnovamenti. Lo chef due stelle Michelin presenta al pubblico il nuovo volto di Casa Perbellini: ingresso raccolto, open space sala-cucina ulteriormente valorizzato con l’inserto di pareti semisferiche che conferiscono maggior armonia e luminosità all’ambiente, numero di coperti leggermente ridotto (da 24 a 20), e due importanti novità: l’introduzione della pasticceria con una nuova cucina a vista e di un menu assaggi vegetariano.

«Il cambiamento per me è un grande stimolo - dichiara Giancarlo Perbellini - Dopo quattro anni ho capito quali erano i punti deboli e quali quelli di forza del locale e ho dato il via al restyling, modificando l’ingresso per lasciare maggiore spazio alla cucina, che ho fatto evolvere introducendo la pasticceria come nel mio primo ristorante a Isola Rizza». 

Il Casa Perbellini

Il Casa Perbellini

Un omaggio alle origini e all’arte che scorre nelle vene dello chef scaligero, nato e cresciuto in una famiglia di pasticceri, come racconta nel suo ultimo libro Millesfoglie edito da Italian Gourmet (per acquistarlo clicca qui): «Per questa ho scelto il bianco avorio, colore primario della pasticceria, che accomuna gran parte degli ingredienti utilizzati per la prepazione dei dolci, come la vaniglia, l’albume e la panna. Questo nuovo spazio rappresenta un’evoluzione, con dessert strutturati e non più solo assaggi. Realizzeremo così una varietà di proposte molto più ampia».

Giancarlo Perbellini con il nuovo sous chef, Marco Stagi

Giancarlo Perbellini con il nuovo sous chef, Marco Stagi

Cambiamenti non solo di carattere strutturale: novità anche nel personale di brigata, con l'arrivo del nuovo sous chef Marco Stagi, che dopo grandi esperienze in ristoranti stellati in Italia e all’estero è il nuovo braccio destro dello chef scaligero. Il quale commenta, a proposito del team: «Sono molto soddisfatto, la squadra è affiatata, i ragazzi sono uniti e propositivi. Gianluca Rizzioli, capopartita delle carni, è con noi da tre anni; Davide Marcon coordina e sovrintende le partite antipasti e pasticceria ed è coadiuvato dai due demi-chef, Domenico Furlano e Riccardo Padrini; e Luca Ottogalli è il capopartita delle paste e viene da un’esperienza al Rosa Alpina».

Cavolfiore arrostito, il suo cous cous, salsa verde, capperi, ajo bianco alle mandorle e polvere di vaniglia: uno dei nuovi piatti vegetariani di Casa Perbellini

Cavolfiore arrostito, il suo cous cous, salsa verde, capperi, ajo bianco alle mandorle e polvere di vaniglia: uno dei nuovi piatti vegetariani di Casa Perbellini

Infine Perbellini annuncia la scelta di introdurre un menu assaggi vegetariano: «Il pubblico internazionale che viene a trovarci richiede sempre più di frequente questa opzione. Contrariamente al pensiero comune, che considera la cucina vegetariana poco appetitosa, abbiamo realizzato quattro proposte di grande gusto, realizzate rigorosamente con ingredienti di stagione».