Anthony Genovese... Secondo Tradizione, a Roma

20-02-2017

Matrimonio ben riuscito quello tra Il Pagliaccio -  il ristorante due stelle in via dei Banchi Vecchi - e La Tradizione, storica bottega gastronomica in via Cipro. Due eccellenze sotto lo stesso tetto a Roma, in via Rialto 39: si sono riunite, da qualche mese, nell’insegna Secondo Tradizione. Banco & Cucina. L’esperienza di un grande chef come Anthony Genovese e l'eccellenza nella selezione dei prodotti danno qui vita a un progetto nuovo e interessante che parla in modo tradizionale senza dimenticarsi di essere al passo con i tempi.

A occuparsi delle materie prime Stefano Lobina e Francesco Praticò, anime e volti della Tradizione, una garanzia di qualità per la città capitolina: loro sono sempre alla ricerca di prodotti particolari e di selezionati artigiani del gusto, per un pranzo, una cena, ma anche un aperitivo (dopo le 18) con combinazioni diverse di salumi e formaggi italiani (e non) preparate dal gastronomo Marco Marcelli.

In cucina troviamo due giovani chef che hanno lavorato per tre anni e fatto gran parte della loro esperienza nell’insegna di alta ristorazione di via dei Banchi Vecchi: Piero Drago e il suo braccio destro Jacopo Ricci, entrambi dei Castelli Romani, classe 1987 il primo e 1983 il secondo. Trait d’union fra Il Pagliaccio e Secondo Tradizione è poi Francesco Di Lorenzo, sous chef di Genovese, che insieme ai suoi due ex compagni di brigata ha studiato un percorso che tocca i classici della cucina romana, ma anche nuovi piatti ideati per chi cerca sapori veri ed equilibrati, caratterizzati da tocchi eleganti.

Ecco qualche esempio di ciò che potete assaggiare: tagliere di salumi e formaggi (jamón de bellota, salame umbro da maiali bradi, capocollo della Val Nerina, pecorino bottaio, campa...vallo  - un caciocchiato irpino -, gorgonzola affinato alle vinacce), poi fritto alla romana (filetti di baccalà, broccoli, quinto quarto, borragine, salvia); crudo di manzo; bagna cauda, alici e puntarelle; cannelloni di cotechino, stracchino e cavolo nero; guancia di vitello, crema di patate e vaniglia; lattuga arrosto; caprino, lamponi e miglio soffiato. Il tutto accompagnato da interessanti bottiglie provenienti dalla bottega retrostante: da etichette informali ai vini più pregiati.

Un tocco femminile per la sala, dove la giovane Giulia Quintigliani presenta i piatti del banco e della cucina con professionalità, grazia e cortesia.
(Tania Mauri)

Secondo Tradizione, Banco e Cucina
Via Rialto 39, Roma
te. +39 06 3973 4757
Orari: 12.30–14:30 e 18–22.30
Giorno di chiusura: domenica sera e lunedì