L'ora del Moscal

Nella seconda insegna di Leandro Luppi ad Affi, le pietanze variano al volteggiare delle lancette

20-07-2011
Gli interni nuovi di zecca della Locanda Moscal di Affi (Vr), ristorante "secondogenito" di Leandro Luppi, +39.045.6260309, cuoco ben noto per la Vecchia Malcesine

Leandro Luppi ha dato da tempo una svolta agli orizzonti del buon mangiare sulla sponda veronese del lago di Garda. La sua Vecchia Malcesine, teatro di una cucina che non smette mai di sorprendere, con stupenda vista del Benaco, è una realtà ben più che consolidata. Il cuoco è un maestro nelle preparazioni di pesce di lago (ma in carta tiene pure astice blu e merluzzo nero). Ma è un asso anche a far sistema a Malcesine, un borgo gioiello con castello scaligero che rinchiuse Goethe. Luppi ha lanciato Fish and Chef, manifestazione che da 2 anni a maggio richiama cuochi stellati Michelin, alla prova coi prodotti del territorio gardesano. Ed è pure tra i protagonisti di Ciottolando, prossima edizione 1-2 ottobre 2011, una passeggiata enogastronomica alla portata di tutte le tasche per i vicoli dell'ultimo Comune della provincia di Verona, prima che il lago bagni il Trentino.

In carta, tanto pesce di lago
In carta, tanto pesce di lago
Come non bastasse, da pochi mesi Leandro e la moglie Lidia hanno preso un altro “impegno”, questa volta ad Affi, comune a neppure a chilometro dall'omonima uscita dell'autostrada. Si chiama Locanda Moscal, esiste da mezzo secolo e oggi è di proprietà di Matilde Poggi dell'azienda agricola Le Fraghe, produttore di un bel Bardolino. Oltre a dare una mano alla Vecchia Malcesine, Lidia governava un’enoteca nel centro di Malcesine, ma l'offerta della famiglia Poggi era troppo ghiotta e così, pronti via, i coniugi Luppi si sono tuffati testa e cuore.

Le camere erano state rinnovate da poco, mentre la parte ristorante è stata ristrutturata completamente per far fronte alla nuova sfida. Un’affettatrice fa bella mostra al centro della sala, tra colori intensi e vivaci come piacciono a Leandro: viola, marrone, arancione. La cucina, regno del cuoco Stefano Righetti, per 5 anni sous-chef alla Vecchia, è nuova di pacca. L'impostazione è quella del bistrot e l'offerta gastronomica è organizzata in base alle ore. A mezzogiorno c'è un piccolo menu che vola via in 45 minuti, ma anche un piatto unico che consente di alzarsi da tavola in mezz'ora. Ricca la scelta di formaggi e affettati. E, per i vegetariani, insalatone con 12 tipi di verdure. Dalle 15 ci si può fermare per una merenda a base di salumi e formaggi oppure allietata dalle proposte di dolci (tra cui il superbo tiramisu, in carta anche a Malcesine).

Leandro Luppi
Leandro Luppi
Per la cena (dalle 19) la carta si arricchisce, pur non allontanandosi mai dal territorio: Tortino di formaggi del Baldo con polenta morbida e pancetta croccante, Risotto al Monte Veronese con tartufo della Lessinia, Filetto di lavarello in saor servito caldo con polenta rossa di Storo, così per farsi un'idea golosa. Anche la carta dei vini è ampiamente improntata ai prodotti locali, dal Bardolino all'Amarone, ma non mancano grandi classici di Lombardia, Alto Adige e Piemonte, tutto a prezzi competitivi.

Per chi non vuole solo fermarsi per pranzo o cena ci sono dei pacchetti vacanza come “Fuga d'amore": 90 euro a persona per una cena con vino, una bottiglietta di Champagne in camera abbinata a frutta e cioccolateria, olio o crema per massaggi a base di olio di oliva del Garda, caffè e piccola pasticceria in camera al risveglio. Altri pacchetti includono 2 o 3 notti. Una ghiotta base per scorribande sul lago e nella città scaligera.

Locanda Moscal
via Pigna, 1
Affi (Vr)
t. +39.045.6260309
info@moscal.it
Prezzo medio vini esclusi: 20 euro a pranzo, 35 a cena


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose