Guido Martinetti

Gelateria Grom

33 città in Italia
4 nel mondo
info@grom.it

Grom è una catena di fantastiche gelaterie: a marzo 2011 ne contiamo 33 in Italia, da Alessandria a Viareggio e 4 nel mondo (Malibu, New York, Parigi e Tokyo). E' un progetto che dobbiamo a due ragazzi piemontesi, Federico Grom e Guido Martinetti i quali, dopo la Bocconi ed esperienze varie anche nel mondo del vino, si chiesero come avrebbero potuto lasciare una traccia importante in uno dei tanti pianeti che compongono la galassia della gola senza però legarsi alla cantina di casa Martinetti.

Forti degli studi in economia, utili per fare bene i conti, arrivarono a individuare due tipologie, molto popolari e nel contempo molto bisognose di aumentare in qualità: «Pizzeria o gelateria. Abbiamo scelto la seconda opzione ma che fosse assoluta, priva di compromessi», spiegò un giorno Martinetti. Lui e il suo socio aprirono il primo laboratorio nel maggio del 2003 in una zona centrale di Torino. Il successo è tale che insistono nel progetto e nel gennaio del 2005 investono in maniera importante in un laboratorio più grande, in tutt’altra area, dove produrre le basi da distribuire nei punti vendita che avrebbero aperto di lì a qualche mese in altre città.

La cosa si sarebbe attuata a primavera a Milano, Firenze, Genova, Padova e Parma con alcuni accorgimenti per garantire lo stesso livello qualitativo, ad esempio quella di usare un’acqua minerale ben precisa e mai le varie acque del sindaco, quelle che sgorgano dai rubinetti di casa e che non sempre ti fanno felice. Le basi liquide vengono così prodotte a Torino e distribuite 3 volte alla settimana nei vari punti vendita dove saranno mantecate secondo copione. Quanto alle materie prime sono le migliori, le fragole di Ribera, i pistacchi di Bronte, il limone Sfusato di Amalfi, la nocciola Tonda Gentile delle Langhe, la pesca di Leonforte, il Caffè Guatemala Antigua Pastores, il cioccolato è quello di Gobino.

a cura di

Paolo Marchi

nato a Milano nel marzo 1955, al Giornale per 31 anni dividendosi tra sport e gastronomia, è ideatore e curatore dal 2004 di Identità Golose.
twitter @oloapmarchi