Luigi Sartini

Righi

piazza Libertà, 10
Repubblica di San Marino
+39.0549.991196
info@ristoranterighi.com

Luigi Sartini propone a sammarinesi e turisti i piatti della sua terra, la Repubblica più piccola e antica del mondo che, contornata dall’Italia appare quasi invisibile nella carta geografica gastronomica come il piccolo paese di Lilliput, quello narrato dal romanziere Swift secoli fa. Come un moderno Gulliver armato di pentole e padelle, il cuoco ha aiutato i lillipuziani-sammarinesi a emergere nel panorama culinario di tutto lo stivale. Inizia il suo lavoro ormai 25 anni fa alla guida della storica Taverna Righi, aperta negli anni Sessanta dall'omonima famiglia che, nella figura di Maria, ha sfamato 2 generazioni passate da piazza della Libertà, nel cuore dello Stato.

Proprio come Gulliver, Sartini parte dalle sue terre per incontrare altre cucine e maestri di vita, due su tutti Marchesi e Angelini, che hanno ispirato la sua curiosità nel far rivivere piatti e ricette di sempre, l’uso sapiente della creatività e il rigore appassionato nella costruzione della professione di cuoco. Ritorna nel 1990 quando la famiglia Righi gli propone una sfida: portare la Taverna a rappresentare la gastronomia di San Marino oltre i suoi confini. Il traguardo viene raggiunto e superato, la soglia del Righi viene varcata da un sempre crescente numero di turisti e appassionati e nel 2008 il riconoscimento più ambito, l'assegnazione di una Stella Michelin.

Sartini ha mantenuta intatta l’integrità e la voglia nel far conoscere i prodotti del suo territorio attraverso preparazioni sempre attuali e mai scontate, senza farsi influenzare da facili mode o suggestioni acchiappa-turisti. Tra i primi a parlare di chilometro zero, ama sottolineare che usa i prodotti tutelati dal Consorzio Terre di San Marino e nei suoi piatti l’intento è sempre di mostrare al meglio il suo territorio con semplicità e gusto. Il Gulliver dei fornelli ha oggi la responsabilità non comune di rappresentare con la sua cucina quella di un intero Stato.

Ha partecipato a

IdentitÓ Milano


di Pennabilli, a due passi da San Marino, dopo l'alberghiero segue Gino Angelini prima a Rimini all'hotel Ambasciatori, poi a Riccione al Gran Hotel Des Bains. Tra il primo e il secondo, l'esperienza milanese da Gualtiero Marchesi (1988), suo secondo maestro. Nel 1990 la proposta della famiglia Righi di gestire la cucina della Taverna Righi a San Marino. Nel 2008, la stella Michelin.Collabora con diverse scuole tra cui Pepe Verde a Roma e Gourmadia a Cesena

a cura di

Cecilia Todeschini

laureata in Antropologia, pratica esercizi di catering. Scoperto il mondo agricolo della campagna tortonese, ama andare per insegne gastronomiche londinesi