Giorgio Nava

95 Keerom

95 Keerom Street
Gardens, Cape Town
Sud Africa
T. +27.(0)21.4220765
info@95keerom.com

LEGGI LA SCHEDA

Eclettico chef-imprenditore, nato a Milano ma trasferitosi a Cape Town da una dozzina d’anni, Giorgio Nava sta lentamente ma inesorabilmente conquistando il territorio. Ha cominciato con il migliore ristorante italiano in città, 95 Keerom per poi aprirne un altro, proprio di fronte, Carne. Nel corso di un altro paio d’anni ha aperto in Kloof street Caffè Milano, un locale carino per colazioni e pranzi e il Mozzarella Bar, che come dice il nome, offre uno dei prodotti più ambiti dagli italiani in Sudafrica, la mozzarella, appunto. Lo chef si divide instancabilmente tra tutti i locali, per verificare personalmente che tutto sia sotto controllo.

Ciò che caratterizza questo vigoroso 47enne è la continua voglia di mettersi in gioco e di partire per nuove avventure. A fine 2011 è stato in Antartica a cucinare per 17 russi volando su un aereo militare, tanto per dare un’idea del personaggio. Ma, spirito di avventura a parte, Giorgio Nava ha restituito lustro alla cucina italiana in Sudafrica. Al bando la cucina fusion che per lui, soprattutto laggiù, è sinonimo di confusion. E al bando la cucina italiana importata in Sudafrica tanti anni fa ormai, da trattoria della domenica.

La sua è una cucina italiana del nord, fedele alla tradizione ma innovativa nelle cotture e nelle presentazioni, con ingredienti che provengono dalla sua fattoria in Karoo e dalla sua barca di pesca d’altura. Gli esperimenti con I bovini sono stati una parte fondamentale della sua evoluzione come allevatore e come chef: prima ha importato qualche chianina, non sopravvissuta al sole sudafricano, poi ha raggiunto l’obiettivo con la romagnola e ora le sue performance live con le sue splendide carni sono decisamente degne di nota, come hanno potuto constatare I fortunati presenti lo scorso marzo a Ostenda. Il 20 novembre 2011 Nava ha vinto il premio di Eatout (la più prestigiosa rivista di cibo sudafricana) come migliore ristorante Italiano in Sudafrica.

 

Ha partecipato a

IdentitÓ Milano


a cura di

Giovanna Sartor

Veneziana di nascita e milanese d'adozione, da gennaio 2010 si è trasferita a Città del Capo. Innamorata del Sudafrica, il suo sogno è produrvi prima o poi prosciutto San Daniele


Clicca qui per leggere il profilo dello chef

Fiorentine di manzi di 24 mesi nati da tori di razza Romagnola e mucche di razza Nguni