Fernando Darin

Ray's & Stark Bar

c/o Los Angeles County Museum of Art
5905 Wilshire Boulevard
Los Angeles
+1.323.8576000

Fernando Darin è l’executive chef del Ray’s & Stark Bar, inserito all’interno del Museum of Art di Los Angeles, il più grande museo sulla West Coast. In un certo senso un ritorno alle passioni di sempre per questo ragazzo, da sempre attratto dalla musica e dall’arte. «La gente paga milioni di dollari per avere un Picasso a casa e io ce l’ho qui davanti, tutti i giorni, gratis».

Sul fronte culinario, la sfida è all’apparenza semplice: tradurre in piatti il patrimonio naturale della California, incredibilmente generoso. Lo aiuta un background piuttosto complesso: Fernando è nato da una famiglia italiana nella campagna del Brasile, paese dalle grandi influenze portoghesi e africane. «E’ qui che ho imparato a cucinare da mia madre», spiega. Il risultato di questa mescola d’ingredienti è tutto in una cucina americana contemporanea con influenze culturali globali che attinge da materie prime biologiche e sostenibili tutte le volte che questo è possibile.

Musicista dall’età di 7 anni, Darin cerca di maritare le sue due passioni: «Il cibo ha sapori e odori esattamente come la musica ha toni e colori. Con la mia cucina cerco di affermare questa consapevolezza».

La storia in cucina vera e propria ha inizio nel 2008, quando entra nel celebre Le Cordon Bleu College of Culinary Arts di Los Angeles. È qui che sottosta al magistero di Eric Greenspan e Michael Voltaggio. Dopo la laurea, la gavetta su e giù per la città: The Foundry on Melrose a Hollywood, Kitchen Table downtown più una serie di consulenze tra cui Corkbar e Harlowe. Prima dell’esperienza attuale, è executive chef all’Hollywood Bowl’s Wine Bar, un indirizzo che include diversi locali.

Nel tempo libero, gioca a tennis e si gode i suoi cani.

Identità Golose
a cura di