Fabrizio Mellino

Foto Brambilla-Serrani

Foto Brambilla-Serrani

Quattro Passi

via Amerigo Vespucci, 13n
80061 - Massa Lubrense (Napoli) - Nerano
Tel. +39 081 8081271

LEGGI LA SCHEDA

Si potrebbe dire che Fabrizio Mellino sia figlio del mare. La storia della sua famiglia, e quindi del ristorante Quattro Passi a Nerano, è profondamente segnata e spinta da questo elemento di grande fascino. Fabrizio è molto giovane, classe 1991, riveste già il ruolo di responsabile nel ristorante bistellato di famiglia e del progetto consulting by Quattro Passi. Un’ eredità importante che porta avanti con sicurezza, forte dell’esperienza acquisita dal padre Antonio, in arte da almeno trent’anni, e da una  notevole formazione maturata con grandi chef in giro per l’Europa.

Ha studiato all’Istituto Paul Bocuse di Lione, poi arriva a Les Terrases D’Uriage a Grenoble, è incisiva e folgorante l’esperienza con Alain Ducasse nel 2013 così come quella con Quique Dacosta al Denia nel 2014. In penisola sorrentina c’è una forte tradizione legata alla ristorazione e alla cucina d’autore. Altrettanto diffuso è il lavoro sulle navi da crociera - dove ha iniziato Antonio - oltre che al turismo balneare. Tutti questi elementi rientrano nella storia importante del Quattro Passi e sono nel dna di Fabrizio.

La capacità di osare spinta dalla giovane età e contaminata dalle menti geniali di Ducasse e Dacosta hanno portato nuova energia al ristorante, e nel momento giusto. La clientela ormai è molto esigente, preparata, vuole trovare novità oltre alla qualità. Lo stile di Mellino jr si potrebbe associare a un rock con qualche nota melodica, fedele al territorio e alle materie prime che mette generosamente a disposizione. Ossia: un pescato eccellente sempre associato al campo, due protagonisti costanti nella cucina della costa delle sirene.

C’è un rapporto profondo e stretto con i pescatori di fiducia e dall’orto di casa arriva circa il 40% del prodotto utilizzato. In questa direzione punta sempre più Fabrizio insieme al resto della famiglia, con l’intento di realizzare (anche) una azienda agricola. Le aspettative nei suoi confronti sono altissime, considerando quanto è già riuscito a esprimere e quanto viaggi all’estero con grande curiosità, nel periodo di fermo, durante la stagione invernale.  

Ha partecipato a

Identità Milano


a cura di

Marina Alaimo

Classe 1966, nata a Napoli, è giornalista, sommelier e degustatrice Onaf, oltre che di vini ovviamente. Wine & food writer


Clicca qui per leggere il profilo dello chef
Foto Brambilla-Serrani

Triglia, spinaci, arancia e rosmarino