Alex Stupak

Empellon

230, West 4th street
New York
Stati Uniti
+1.212.367.0999

LEGGI LA SCHEDA

Nato a Leominster nel Massachussets nel 1980, Alex Stupak debutta ai fornelli mentendo: ha 12 anni ma al proprietario dice di essere maggiorenne, sennò niente lavoro. Ottenuta la laurea al Culinary Institute of America, inizia a lavorare al Clio di Boston, dove entra per la prima volta in contatto col mondo della pasticceria. Attratto da tutto ciò che è tecnica e innovazione, diventa presto il primo pastry chef dell'insegna. E arrivano le prime lodi: il Boston Magazine lo celebra come migliore nella sua categoria in città, mentre per il Food & Wine Magazine è «un talento visionario».

Il passo decisivo è però all’Alinea di Chicago: lo vuole Grant Achatz, il più avanguardista dei cuochi americani di oggi. Nel 2007 accetta la chiamata di Wylie Dufresne al Wd-50 di New York: il suo menu degustazione dolce ne attira quasi più di quelli che vengono per l'intero pasto, attratti dal chocolate leather, un lavoro profondo su nuove strutture realizzabili col cacao. Sulla cresta dell’onda (il critico Jeffrey Steingarten su Vogue lo etichetta come «una fonte inarrestabile di idee»), cambia di nuovo orizzonti. Assieme ad alcuni amici, decide di esplorare le potenzialità della cucina messicana: a primavera 2011, è tempo di aprire l’Empellon, sempre a New York City.

Ha partecipato a

Identità London


a cura di

Gabriele Zanatta

classe 1973, laurea in Filosofia, giornalista freelance, coordina i contenuti della Guida ai Ristoranti di Identità Golose dalla prima edizione (2007) e collabora con diverse testate
twitter @gabrielezanatt