Italian FOOD&WINE Festival

Stefano Deidda

Dal Corsaro

viale Regina Margherita, 28
Cagliari
T. +39.070.664318

Così come ci si interroga in vano sulla natura dei nuraghi (fortezze? case di preghiera? dimore di giganti?), così è avvolto da un buio da scantinato il dilemma gastronomico: perché un’isola così ricca di giacimenti marittimi e di lunga tradizione terrestre non sforna cuochi creativi e di rango uno via l’altro?

La risposta soffia nel vento ma nel frattempo possiamo con certezza mettere sul podio Roberto Petza da Cagliari, Luigi Pomata da Carloforte e quest’altro ragazzo cagliaritano nato nel gennaio del 1982 e nel 2010 sottolineato con l’evidenziatore nei taccuini dei talent scout. È stato votato in contemporanea Chef emergente 2010 dalla guida del Sole 24 Ore e da quella del Touring, dopo aver vinto a mani basse il premio per il Miglior brodetto al Festival internazionale del medesimo di Fano nelle Marche, un borgo che di brodetti se ne intende. Alchimie ittiche a parte, Stefano Deidda è autore di una cucina meditata, conseguenza di lunghe notti passate a scartabellare su reperti di cucina isolana ma non solo, con creatività e tecnica addendi intercambiabili di una somma che non può non coincidere col territorio.

È un approccio modellato spiando tra pentole e coltelli l’esempio di colleghi come Riccardo Camanini di Villa Fiordaliso sul Garda, Claudio Sadler a Milano, Tonino Cannavacciuolo a Villa Crespi e poi anche oltreconfine, Martin Berasategui da Lasarte, il maestro basco della disciplina più ferrea e insieme creativa. Uno stuolo di maestri che pian piano gli hanno consentito a sua volta di spread the virus, diffondere il virus della cucina d’autore come docente alla Scuola internazionale di cucina di Alma a Colorno. Il luogo perfetto per esibire la sua Fregola cotta come un risotto mantecata con il caglio di capretto, favette e crudo di gambero rosso. Sintesi compiuta di tecnica, creatività e regionalità.

Ha partecipato a

Un risotto per Milano


a cura di

Gabriele Zanatta

classe 1973, laurea in Filosofia, giornalista freelance, coordina i contenuti del presente sito web, della Guida ai Ristoranti di Identità Golose e collabora con diverse testate
twitter @gabrielezanatt


Al Contadino non far sapere…
Filetto di maiale laccato al miele di macchia, pancetta croccante e salsa alla senape