Stefano Deidda

Dal Corsaro

viale Regina Margherita, 28
Cagliari
T. +39.070.664318

LEGGI LA SCHEDA

Così come ci si interroga in vano sulla natura dei nuraghi (fortezze? case di preghiera? dimore di giganti?), così è avvolto da un buio da scantinato il dilemma gastronomico: perché un’isola così ricca di giacimenti marittimi e di lunga tradizione terrestre non sforna cuochi creativi e di rango uno via l’altro?

La risposta soffia nel vento ma nel frattempo possiamo con certezza mettere sul podio Roberto Petza da Cagliari, Luigi Pomata da Carloforte e quest’altro ragazzo cagliaritano nato nel gennaio del 1982 e nel 2010 sottolineato con l’evidenziatore nei taccuini dei talent scout. È stato votato in contemporanea Chef emergente 2010 dalla guida del Sole 24 Ore e da quella del Touring, dopo aver vinto a mani basse il premio per il Miglior brodetto al Festival internazionale del medesimo di Fano nelle Marche, un borgo che di brodetti se ne intende. Alchimie ittiche a parte, Stefano Deidda è autore di una cucina meditata, conseguenza di lunghe notti passate a scartabellare su reperti di cucina isolana ma non solo, con creatività e tecnica addendi intercambiabili di una somma che non può non coincidere col territorio.

È un approccio modellato spiando tra pentole e coltelli l’esempio di colleghi come Riccardo Camanini di Villa Fiordaliso sul Garda, Claudio Sadler a Milano, Tonino Cannavacciuolo a Villa Crespi e poi anche oltreconfine, Martin Berasategui da Lasarte, il maestro basco della disciplina più ferrea e insieme creativa. Uno stuolo di maestri che pian piano gli hanno consentito a sua volta di spread the virus, diffondere il virus della cucina d’autore come docente alla Scuola internazionale di cucina di Alma a Colorno. Il luogo perfetto per esibire la sua Fregola cotta come un risotto mantecata con il caglio di capretto, favette e crudo di gambero rosso. Sintesi compiuta di tecnica, creatività e regionalità.

Ha partecipato a

Un risotto per Milano


a cura di

Gabriele Zanatta

classe 1973, laurea in Filosofia, giornalista freelance, coordina i contenuti della Guida ai Ristoranti di Identità Golose dalla prima edizione (2007), collabora con varie testate e tiene lezioni di gastronomia presso diversi istituti e università. twitter @gabrielezanatt


Clicca qui per leggere il profilo dello chef

Al Contadino non far sapere…

Clicca qui per leggere il profilo dello chef

Filetto di maiale laccato al miele di macchia, pancetta croccante e salsa alla senape