L'estate della Serra di Positano

Il nuovo menu per la bella stagione, presentato dallo chef Luigi Tramontano, è un inno ai sapori mediterranei

02-07-2018

Luigi Tramontano, da febbraio 2017 alla guida della cucina del ristorante La Serra, a Positano

Il ristorante La Serra dello splendido hotel Le Agavi a Positano ha inaugurato la nuova stagione con un menu che sa incuriosire molto i palati, senza necessità di interpretazioni o giochi di parole. Lo chef Luigi Tramontano mantiene lo stile mediterraneo con un forte legame al proprio territorio, la Campania, a tutti i suoi prodotti straordinari che hanno concesso lo sviluppo e la crescita di cuochi e ristoranti, così come di osterie e pizzaioli.

Luigi ha collezionato una serie di importanti riconoscimenti e risultati portando la stella Michelin in diversi locali lungo le costiere amalfitane e sorrentine, dove è di casa. Si sono accese al Flauto di pan di Villa Cimbrone nell’incantevole Ravello, a Terrazza Bosquet del Grand Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento e lo scorso anno alla Serra di Positano.

La sala

La sala

Rimane uno chef di poche parole, molto concreto, che non ama stare al centro dell’attenzione, preferendo comunicare la sua passione attraverso la cucina. Traspare la solarità tipica dei sorrentini nelle sue creazioni, così come una crescita costante che sa ben bilanciare l’estetica del piatto con il gusto, mai posto in secondo piano, anzi, rimane il ricordo più forte nella memoria una volta andati via.

Assoluto di parmigiana

Assoluto di parmigiana

In sala è sempre affiancato dalla moglie Nicoletta Gargiulo, impeccabile sommelier e restaurant manager, più portata alla comunicazione, e persona piacevolissima. L’accoglienza informale e calda della famiglia Capilongo, napoletana, fa quasi dimenticare le cinque stelle lusso di questo albergo appena fuori il centro, in posizione mozzafiato sulla costa, con spiaggia privata e piscina. La sala ristorante sembra sospesa sul mare, con le sue grandi vetrate già da sola vale il viaggio.

Ambizioso nell’idea e nelle forme l’Assoluto di parmigiana, richiama un must della cucina napoletana ben noto in tutto il mondo. Classicismi e attualità si rincorrono in un carosello giocoso di forme e colori, la parmigiana con fierezza dà il benvenuto nel nuovo menu estate, furbetto nell’idea, consistente poi nei contenuti delle differenti interpretazioni: carpaccio di parmigiana di melanzane, polpetta fritta, caviale di melanzane, melanzane baby grigliata, cilindro di patate croccante con spuma di melanzane affumicate, salsa di pomodoro datterino rosso e giallo e quenelle di mousse di parmigiana laccata al pomodoro.

Nastrine di peperoni con alici, olive nere, pesto di peperoncini verdi di fiume, pistacchi su crema di aglio nero

Nastrine di peperoni con alici, olive nere, pesto di peperoncini verdi di fiume, pistacchi su crema di aglio nero

Da provare assolutamente il primo dedicato all’altro ortaggio che richiama magnificamente l’estate, il peperone, quindi Nastrine di peperoni con alici, olive nere, pesto di peperoncini verdi di fiume, pistacchi su crema di aglio nero – un festoso incontro tra l’orto ed il mare di queste parti.

Apre le vedute territoriali favorendo un goloso incontro di culture il secondo raffinato nell’idea e all’assaggio: Tataki di fassona con tartare di pomodoro, ratatuille di verdure, con salsa di soia e crocchetta di patate in tabasco.

Tataki di fassona con tartare di pomodoro, ratatuille di verdure, con salsa di soia e crocchetta di patate in tabasco

Tataki di fassona con tartare di pomodoro, ratatuille di verdure, con salsa di soia e crocchetta di patate in tabasco

I dessert sono un punto forte di Luigi, una chiusura importante che vuole assolutamente lasciare il segno: Passione alla pesca, mousse alla verbena gelatinata in succo di pesca, sorbetto di pesca e pepe di sechuan, crumble al cacao e ganache montata al dragoncello - quasi un bacio che accende l’attesa. 

Per festeggiare la stella Michelin ottenuta lo scorso autunno, lo chef Tramontano propone per il secondo anno consecutivo la rassegna “Positano Gourmet". Si partirà venerdì 22 giugno con lo chef Giuseppe Stanzione del ristorante Le Trabe, stella Michelin di Capaccio - Paestum.

Passione alla pesca, mousse alla verbena gelatinata in succo di pesca, sorbetto di pesca e pepe di sechuan, crumble al cacao e ganache montata al dragoncello

Passione alla pesca, mousse alla verbena gelatinata in succo di pesca, sorbetto di pesca e pepe di sechuan, crumble al cacao e ganache montata al dragoncello

Il secondo appuntamento è in programma venerdì 13 luglio, quando nella cucina della Costiera Amalfitana giungerà lo chef Michele Deleo. Arriva da Porto Ercole il terzo ospite in programma giovedì 13 settembre: è lo chef Michelino Gioia de Il Pellicano. La chiusura è affidata allo chef Nino Di Costanzo, due stelle Michelin, lunedì 8 ottobre, del ristorante Danì Maison di Ischia.

La Serra de Le Agavi Hotel
via G. Marconi
Positano (Salerno)
+39.089.811980
Chiuso sempre a pranzo
Prezzo medio 120 euro vini esclusi