Ti presento Giulia (Restaurant)

Una bella novitÓ in una delle vie pi¨ eleganti della Capitale. Il giovane Pierluigi Gallo convince con tecnica e creativitÓ

29-11-2017

Pierluigi Gallo, classe '83, campano di nascita e abruzzese di adozione. Niko Romito, Riccardo Di GiacintoAnthony Genovese sono stati i suoi più importanti maestri

Via Giulia è una strada storica di Roma, lunga circa un chilometro, che costeggia la riva destra del Tevere. E’ una delle vie più belle e signorili della città, vuoi per le eleganti residenze, le bellissime chiese e i negozi d’antiquariato: da qualche tempo, qui ha aperto Giulia Restaurant, un locale con ingresso riservato su Lungotevere dei Tebaldi.

Passeggiando su via Giulia ci si imbatte in quattro ampie vetrate che donano una calda luce naturale agli spazi interni, caratterizzati da richiami vintage e architettura industriale. Quarantacinque i coperti che si sviluppano su più livelli e su più ambienti e dove, al piano terra, troviamo uno scenografico bancone in legno che attraversa l'ala principale fino alle cucine, luogo privilegiato per il bartendering e la caffetteria (da aprile 2018 sarà possibile cenare anche nell’esclusiva terrazza con soli 10 coperti).

Il bancone di Giulia Restaurant

Il bancone di Giulia Restaurant

Tra tavoli ben distanziati e musica d’atmosfera, Giulia ti eleva dal frenetico caos cittadino e ti conduce in un piccolo mondo fatto di calma e tranquillità dove ci si dimentica facilmente del tempo che passa. In linea con l’ambiente che lo circonda, lo chef Pierluigi Gallo propone una linea culinaria stratificata e semplice, attenta ai sapori veri e mediterranei, combinati con il suo bagaglio classico, ma rilanciati con l’uso intelligente delle tecniche moderne.

Gallo è un giovane cuoco di origini abruzzesi e campane, con un curriculum di tutto rispetto: allievo della scuola di Niko Romito Formazione, membro della brigata del Casadonna Reale di Castel di Sangro, del Ristorante All’Oro di Riccardo di Giacinto fino alle cucine de Il Pagliaccio di Anthony Genovese.

Pasta e ceci con polpettine e castagne

Pasta e ceci con polpettine e castagne

Oggi, più motivato che mai, vuole promuovere una cucina gourmet immediata, cristallina e riconoscibile, legata alle ottime materie prime del territorio circostante e della tradizione. E ci riesce benissimo. Due menù degustazione, “Ti presento Giulia” (45 euro) e “Pierluigi Racconta” (65 euro, dove i piatti sono scelti dallo chef), che fanno da apripista a una carta sinuosa e avvincente con piatti che incuriosiscono, e soddisfano, mente e palato.

Questi quelli che più ci hanno entusiasmato: Cefalo affumicato, cacciatora di pollo e foglie; Gnocchi ripieni di spuntature, puntarelle croccanti e alici, un esplosione di gusti e texture contrastanti; Risotto al porro crudo, cotto, fermentato e capra, che forse deve essere perfezionato nell’equilibrio tra i sapori; Pasta e ceci con polpettine e castagne, un piatto moderno e geniale, servito quasi freddo in chiaro contrasto con la tradizione, dove la pasta viene cotta e mantecata nel brodo di ceci; Baccalà, spuma di Ventricina, bufala e lattuga, forse il più innovativo e inaspettato che non lascia dubbi sulle potenzialità del giovane chef che, goloso quale è, propone un dolce che potrebbe sembrare stucchevole e invece è un’armonia di cocco, cioccolato bianco e passion fruit.

Il pane, le focacce e i grissini sono fatti in casa, mentre in sala lo accompagna la mano gentile, esperta e charmant di Antonello Manias, maître e sommelier con formazione in molti locali di Roma e del Litorale Laziale (Vinarium, 'l SanLorenzo e Pascucci al Porticciolo di Fiumicino). Sono solo agli esordi, ma si sentirà molto parlare di questo Giulia Restaurant.

Giulia Restaurant
Via Giulia 245/249 (ingresso Lungotevere dei Tebaldi 4A)
Roma
+39.06.94892076
Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 2
Menu degustazione 45 e 65 euro


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose