Identità Expo

Guida di Identità Golose

Settembre 2007 segna il debutto sul mercato editoriale italiano della Guida ai ristoranti d’Italia, Europa e Mondo di Identità Golose: 417 insegne recensite da 40 collaboratori che nell’arco di 6 edizioni (l’ultima nel 2013) diventano rispettivamente 663 e 119.

Il prodotto è realizzato da MAGENTAbureau, curato da Paolo Marchi, coordinato da Gabriele Zanatta e Giulia Corradetti, distribuito da Ali srl e progettato da Grafiche De-Si. Prevede caratteristiche inedite nel panorama editoriale italiano del genere: include per la prima volta recensioni di insegne (ristoranti ma anche pasticcerie, pizzerie, macellerie…) da tutto il mondo (28 paesi nell’edizione 2013), tutte firmate. Poi, non esprime voti ma un vettore che esprime il grado di tradizione/innovazione della cucina recensita.

Il format prevede, per ogni edizione, i ritratti golosi di 12 città d’Italia e del mondo raccontate da altrettanti autori, spesso collaboratori di importanti quotidiani nei rispettivi Paesi. Le prime 5 edizioni della Guida hanno ospitato firme importanti dell’editoria e del giornalismo nazionale e mondiale tra cui José Carlos CapelCarlo Petrini, Emanuela Audisio, Roberto Perrone, Oliviero Toscani, oltre a illustri chef come Ferran e Albert Adrià, Alain Ducasse, Gaston Acurio.

Renato Bosco, un vulcano

Lezione fiume del grande pizzaiolo veronese all'Expo. Che presenta il suo nuovo libro

Renato Bosco, classe 1967, pizzaiolo di Saporè a San Martino Buonalbergo (Verona), paese in cui ha anche una pizzeria d'asporto. Bosco ha aperto anche La Torre a Verona città ed è atteso a mesi a Milano

Renato Bosco, classe 1967, pizzaiolo di Saporè a San Martino Buonalbergo (Verona), paese in cui ha anche una pizzeria d'asporto. Bosco ha aperto anche La Torre a Verona città ed è atteso a mesi a Milano

Leggi | 28-05-2015 | Gabriele Zanatta | Identità Expo

Il futuro dell’acquacoltura

Il fenomeno è in crescita ma l’Europa produce poco e consuma tanto. Le possibili soluzioni

Uno scatto tratto dall'incontro sull'acquacoltura tenutosi qualche giorno fa al padiglione dell'Unione europa di Expo. Si riconoscono, da sinistra, Karmenu Vella, commissario dell’Ambiente, affari marittimi e pesca dell’Ue e, al centro, Gualtiero Marchesi.  “Bisogna fare cultura!” ha esortato il cuoco milanese, insegnando a riconoscere la differenza di sapore tra pesce pescato e allevato

Uno scatto tratto dall'incontro sull'acquacoltura tenutosi qualche giorno fa al padiglione dell'Unione europa di Expo. Si riconoscono, da sinistra, Karmenu Vella, commissario dell’Ambiente, affari marittimi e pesca dell’Ue e, al centro, Gualtiero Marchesi.  “Bisogna fare cultura!” ha esortato il cuoco milanese, "insegnando a riconoscere la differenza di sapore tra pesce pescato e allevato"

Leggi | 27-05-2015 | Valeria Senigaglia | Tutto Expo

Alba, grazia e grinta

Marzapane e il carattere di Esteve Ruiz, giovane cuoca spagnola di cui sentiremo molto parlare

Alba Esteve Ruiz, spagnola di Banyeres de Mariola, vicino ad Alicante. E' al timone da due anni di Marzapane, via Velletri 39, +39.06.64781692. Ieri la sua lezione di Identità Expo ha messo insieme ingredienti del nord della Spagna (baccalà di Bilbao e peperone piquillo della Navarra) con materie prime italiane, soprattutto vegetali (foto Chiara Nicolini)

Alba Esteve Ruiz, spagnola di Banyeres de Mariola, vicino ad Alicante. E' al timone da due anni di Marzapane, via Velletri 39, +39.06.64781692. Ieri la sua lezione di Identità Expo ha messo insieme ingredienti del nord della Spagna (baccalà di Bilbao e peperone piquillo della Navarra) con materie prime italiane, soprattutto vegetali (foto Chiara Nicolini)

Leggi | 27-05-2015 | 10:00 | Gabriele Zanatta | Identità Expo
Grana Padano Home
S.Pellegrino Home sopra indice
Lavazza Home
Birra Moretti Home
Monograno Felicetti Home
Petra Molino Quaglia Home
Expo IG2015 Host home Caraiba