(Marco) Martini cocktail

Al suo The Corner, a Roma, il giovane chef rinnova la proposta gastronomica abbinandola alla migliore mixologia

16-10-2017

Lo chef Marco Martini del The Corner a Roma (tutte le foto sono di Bruno D'Amata)

Avete presente gli speakeasy dall’atmosfera anni Venti, quelli dei gangster e delle pupe, nascosti ai più da una porta anonima a cui si accede solo con la parola d’ordine, dove si beve bene, anzi benissimo, ma non si può dire altrettanto del cibo? Dimenticatevi tutto ciò perché lo chef Marco Martini ha voluto, sulla terrazza giardino del suo ristorante The Corner Marco Martini, un cocktail bar open air dalle fantasiose e accattivanti proposte di drink&food.

Daniele Gentili e Marco Martini

Daniele Gentili e Marco Martini

Siamo a Roma, ai piedi dell’Aventino, e Martini, alla ricerca costante di nuove idee, ha voluto con sé Daniele Gentili, bar manager – coadiuvato dal giovane bartender Matteo Nicolì - per una nuova sinfonia a più mani da cui sono nati un progetto e un menu ad hoc. Questo incontro/scontro tra bar e cucina ha dato vita a MMLAB, il laboratorio creativo di Marco Martini, che studia personalmente i garnish decorativi da assaporare, come il biscotto salato che accompagna ogni aperitivo, e i piatti in abbinamento.

(Foto Andrea Di Lorenzo)

(Foto Andrea Di Lorenzo)

Marco e Daniele sono tra i primi, nella capitale, ad aver puntato sul concetto di mixology - una misurazione attenta degli ingredienti accompagnata da una raffinata ed accattivante illustrazione dei cocktail - e piatto-cocktail. Così si possono gustare otto nuove creazioni dello chef abbinate a originali drink elaborati da Gentili. Che sia un aperitivo o un dopocena sull’elegante terrazza in stile liberty del The Corner, è possibile gustare ottimi drink pensati per accompagnare una selezione di interessanti amuse bouche.

Il bartender Matteo Nicolì

Il bartender Matteo Nicolì

Agnello marinato abbinato al cocktail Cacio e pere

Agnello marinato abbinato al cocktail Cacio e pere

Così, per esempio, a il A modo nostro (aperitivo Select, liquore al bergamotto Italicus, bitter alle arachidi e prosecco) abbina una crepes burro e alici con Gin mare, o al Nerone (Campari bitter, Cynar, Brancamenta, riduzione di arancia rossa con alloro e rosmarino e spuma di Peroni), dedicato alla città di Roma, unisce le Animelle al chinotto e carota. Sempre attenti al consumo consapevole e responsabile del bere alcolici, propongono, agli indecisi, una cocktail flight, un viaggio di degustazione, da 2, 5 o 7 di mini cocktails a 15, 25 e 35 auro.

Animelle al chinotto e carota abbinate al drink Nerone

Animelle al chinotto e carota abbinate al drink Nerone

Rigatone al sugo di coda abbinato a Negativo di Daiquiri

Rigatone al sugo di coda abbinato a Negativo di Daiquiri

Inoltre la carta del cocktail bar è corredata da una guida che indirizza il cliente nella scelta, indicandone il gusto e la gradazione alcolica. Completano la proposta una nutrita e ricercata selezione di spirits, vini e “Habitus”, una drink list limited edition elaborata con alcolici di altissima qualità e realizzati da piccoli proprietari o imbottigliatori indipendenti. I più curiosi possono affidarsi alla cultura e all’esperienza maturata in Italia e all’estero da Gentili, sempre molto disponibile - nomen omen - a raccontare le sue creazioni e la sinergia che si è creata con lo chef Martini. Sono entrambi romani, e hanno fatto di questa "romanità rivisitata" e corretta il trend del ristorante e del cocktail bar.


Rubriche

Shake & shock

ll mondo dei cocktail e dei bartender raccontati da Identità Golose.