L'anteprima di IdentitÓ Expo

Oggi la presentazione a Milano del mega evento firmato IdentitÓ Golose, coinvolti 200 grandi chef

01-04-2015

Il primo piano del ristorante Identità Expo S.Pellegrino: vedrà all'opera dal primo maggio al 31 ottobre grandi chef italiani e stranieri e sarà una delle anime dell'evento nell'evento Expo 2015. Poi lezioni, incontri, show cooking.. Un programma ambizioso

All'Expo Gate di Milano viene presentato in queste ore Identità Expo, un grande evento nell’evento, l’alta cucina d’autore all’interno dell’Esposizione Universale con un formato mai visto prima d’ora: sei mesi consecutivi, ogni giorno dalle 10 del mattino alle 11 di sera tra lezioni, appuntamenti, conferenze e cooking show. Con un’anteprima assoluta: il nuovo concept, disegnato in collaborazione con illustri firme del mondo del design, ospiterà un temporary restaurant d’assoluta eccellenza. Protagonisti i migliori cuochi d’Italia e del mondo che si alterneranno di settimana in settimana proponendo le loro creazioni in una location esclusiva e raffinata, con vista sul decumano, nel cuore di Expo Milano 2015

I numeri di Identità Expo sono da capogiro: 200 grandi chef, oltre 450 eventi dedicati alla cultura del cibo, 184 giorni all’insegna del gusto e dell’innovazione. Davvero imponente lo sforzo organizzativo di Identità Golose, concessionario ufficiale di Expo Milano 2015, che con MAGENTAbureau ha concepito, organizza e coordina un ricchissimo palinsesto. I 2 piani di Identità Expo saranno sede d’iniziative esclusive, all’interno di una struttura che sarà al contempo ristorante di alto profilo, business lounge, spazio eventi e location concepita per ospitare iniziative speciali.
 
La planimetria di Expo 2015 con evidenziato lo spazio Identità Expo S.Pellegrino

La planimetria di Expo 2015 con evidenziato lo spazio Identità Expo S.Pellegrino

Ricchissimo il palinsesto: Le Cucine del Mondo, appuntamento dedicato alla grande cucina internazionale; Identità Giovani, ciclo dedicato alla valorizzazione dei nuovi talenti della cucina; Identità di Vino, più tappe settimanali alla scoperta della nostra migliore enologia; Identità di Pane e di Pizza, un format già sperimentato al congresso Identità Milano per analizzare il mondo dei lievitati, così come Identità Naturali in cui si tornerà a raccontare la realtà della cucina naturale, vegetariana, vegana e crudista. E ancora: Identità di Milano, la finestra sulle tavole della città; Identità di Pasta, l’haute cuisine alle prese con uno degli ingredienti simbolo dell’italianità nel mondo; Identità Libri, il microfono agli autori dei più interessanti testi di enogastronomia; e ancora la Scuola di Cucina, in collaborazione con ConviviumLab-Arte del Convivio.
 
Quello appena illustrato è solo un elenco parziale delle attività. Ma buona parte dell’attenzione sarà certo calamitata da una novità assoluta per la storia di Identità Golose. «Daremo una risposta forte a tutti coloro che in undici anni di congresso hanno “solo” potuto assistere a grandi performance di cucina in qualità di congressisti o spettatori. Daremo l’opportunità di sperimentare a costo invitante grandi menu di cucina d’autore», afferma Paolo Marchi, ideatore e curatore del più importante congresso italiano di enogastronomia e anima anche di questa lunga “edizione speciale”. Dunque, da una parte le attività, le lezioni, le presentazioni; dall’altra la ristorazione di alto profilo.
 
«Identità Expo S.Pellegrino rappresenterà l’occasione per gustare la cucina dei più grandi chef italiani e stranieri: oltre 150 coperti a pieno regime sia a pranzo che a cena all’interno di una location prestigiosa concepita con la preziosa collaborazione di Giulio Cappellini, designer di fama internazionale, e illuminata dal light designer Davide Groppi», aggiunge Claudio Ceroni, patron di MAGENTAbureau.
 
Per cinque giorni alla settimana, dal mercoledì alla domenica, a pranzo (12,30-15,30) e a cena (19,30-22,30) sarà tempo di "Italian&International Best Chef": il ristorante vedrà protagonista un peso massimo della cucina mondiale; dunque 26 settimane per altrettante “firme” che si alterneranno coadiuvate da una brigata fissa coordinata dall’executive chef Andrea Ribaldone del ristorante Ai Due Buoi di Alessandria in stretta collaborazione con i resident chef Domenico della Salandra di Taglio a Milano e Domingo Schingaro del Ai Due Buoi.
 
Expo Gate a Milano, dove si tiene la conferenza stampa di presentazione

Expo Gate a Milano, dove si tiene la conferenza stampa di presentazione

A esordire venerdì 1 maggio fino a domenica 3 sarà Massimo Bottura, patron dell’Osteria Francescana di Modena. Dopo di lui altri nomi illustri: Ugo Alciati, Carlo Cracco, Giancarlo Perbellini, Roberto ed Enrico Cerea, Gennaro Esposito, Marco Stabile, Emanuele Scarello, Moreno Cedroni, Davide Oldani, Pino Cuttaia, Francesco Apreda, Davide Scabin, Antonino Cannavacciuolo, fino a Italo Bassi e Riccardo Monco, che con Annie Feolde presidiano il mito dell’Enoteca Pinchiorri, tanto per fare alcuni nomi relativi ai primi mesi di programmazione. Tra gli stranieri, confermati già pezzi da 90 come lo sloveno Toma× Kavčič, il peruviano Diego Muñoz, lo statunitense Tony Mantuano e il brasiliano Rodrigo Oliveira. Il pranzo della domenica sarà a quattro mani: una star italiana e una straniera dialogheranno in un appuntamento davvero unico.
 
Ma non è tutto. Il lunedì e il martedì, a pranzo, saranno di scena altri straordinari cuochi tricolori nella sezione “Contemporary Italian Chef”. Hanno già dato la loro conferma: Christian e Manuel Costardi, Norbert Niederkofler, Antonia Klugmann, Claudio Sadler, Andrea Berton, Fabrizio Ferrari, Angelo Sabatelli, Cristina Bowerman e Fabio Abbattista. La sera del lunedì e martedì, infine, spazio al menu speciale Identità Golose Expo, una proposta innovativa a cura di Andrea Ribaldone. Ogni menu preparato dagli chef sarà di quattro portate e sarà proposto al prezzo di 75 euro, vini compresi. Il pranzo a quattro mani sarà invece proposto a 90 euro.
 
Mai come in questo caso Identità Golose ha fatto le cose in grande.

Rubriche - IdentitÓ Expo

Attività, idee e protagonisti dello spazio di Identità Golose all'Esposizione Universale 2015

a cura di

Carlo Passera

classe 1974, giornalista professionista, si è a lungo occupato soprattutto di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa esattamente l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta sui viaggi e sulla buona tavola. Caporedattore del sito identitagolose.it


Olio Coppini