A Latina una bella tavola con... Vistamare

Nel Parco del Circeo, con vista sulle onde, un imprenditore illuminato punta sul giovane talento di Nicola Annunziata

09-09-2018

«Carlo, ti segnalo un'interessante realtà ristorativa. Sta sul mare, domina una bella spiaggia in un'area incontaminata, a Latina». Ora, un suggerimento di un grande professionista come Anthony Genovese non può mai essere preso sottogamba. Eppure qualcosa, agli occhi del sottoscritto (per giunta milanese, quindi poco esperto di cose laziali) non tornava: Latina località di turismo balneare? Una bella spiaggia? A quanto mi constava, la città non si trova(va) neppure sul mare: magari lontana non molti chilometri, ma certo senza affaccio sulle onde...

Il lago di Fogliano, in fondo il Circeo e, oltre la striscia di terra, il mare. proprio su quella striscia, fuori immagine sulla destra, sorge Il Fogliano

Il lago di Fogliano, in fondo il Circeo e, oltre la striscia di terra, il mare. proprio su quella striscia, fuori immagine sulla destra, sorge Il Fogliano

Il lago di Fogliano visto dall'hotel

Il lago di Fogliano visto dall'hotel

La visita ci ha chiarito tutti i dubbi. In effetti il Comune di Latina ha bocco al Tirreno, incrociando proprio a ridosso della battigia quella striscia di terra che delimita a Nordovest i confini del Parco nazionale del Circeo. L'incastro avviene in un'area bellissima, dalla natura incontaminata: è tutelata dal parco come Zona Umida di Interesse Internazionale poiché, partendo da Sud, è caratterizzato dalla presenza di quattro laghi costieri in successione - quello di Sabaudia o di Paola, il lago di Caprolace, il Lago dei Monaci e il Lago di Fogliano - che costituiscono il più importante ecosistema palustre d'Italia, sulle principali rotte degli uccelli migratori, che infatti li popolano in gran numero, vi sono catalogate oltre 260 specie di uccelli acquatici.

Com'era Il Fogliano, in una cartolina degli anni Sessanta

Com'era Il Fogliano, in una cartolina degli anni Sessanta

Il Fogliano di notte vista mare

Il Fogliano di notte vista mare

Qui, stretto tra il lago di Fogliano e il mare, sorge Il Fogliano, una splendida struttura d'alta hôtellerie che il campano Paolo Gargiulo ha fatto sorgere su un precedente edificio alberghiero. Siamo in un'area dove edificare è impossibile e pure riqualificare risulta complesso, com'è stato in questo caso; ma gli sforzi sono stati ripagati dagli esiti, mirabili e peraltro fondamentali se si vuole iniziare a far conoscere a un turismo consapevole questa zona piuttosto negletta, eppure meravigliosa (per la cronaca, Latina dista quasi una decina di chilometri, è una presenza intangibile: attorno, oltre al lago e al Tirreno, solo campagna dove pascolano gli animali).

Hotel e spiaggia

Hotel e spiaggia

Due parole in più merita intanto Il Fogliano Hotel: aperto nell'agosto 2011, è dotato di spiaggia privata attrezzata dalla quale, nei giorni più tersi, si scorgono le isole Pontine, oltre che la montagna del Circeo; è caratterizzato dall'utilizzo di materiali naturali e dall'uso sapiente della luce naturale, che irrompe in tutta il complesso (19 camere, incluse 7 suite) dalle imponenti vetrate con le quali è stato concepito. Molto, molto bello insomma.

Paolo Gargiulo e Nicola Annunziata

Paolo Gargiulo e Nicola Annunziata

Gargiulo ha voluto investire però anche nella ristorazione, ottenendo nel novembre dello scorso anno una meritata stella per il suo Il Vistamare, l'indirizzo gourmet de Il Fogliano. Come a volte accade, subito dopo s'è però interrotto il rapporto con chi allora era lo chef, il salernitano Rocco De Santis, già sous di Gennaro Esposito alla Torre del Saracino, ora invece al Brunelleschi di Firenze. Il patron però non si è affatto scoraggiato: ha confermato l'intera brigata e promosso alla guida colui che era già promettente sous chef, Nicola Annunziata, classe 1991.

La sala ristorante

La sala ristorante

È anch'egli campano, di Sarno; fa parte insomma di quella falange di chef, sempre più numerosa, che dà il timbro all'idea stessa di cucina italiana nel mondo. Sono tutti figli della stessa terra, quell'enclave gastronomicamente magica che da Napoli arriva al Cilento, striscia vocata alla tavola che abbraccia la Penisola Sorrentina e dalla costa s'addentra nella terraferma per qualche dozzina di chilometri. Difficile da queste parti non poter vantare un parente più o meno vicino di grado che non abbia lavorato o lavori nella ristorazione: nel caso di Annunziata, suo zio era chef all'Eden di Valeggio sul Mincio, nel Veronese, una ventina di anni fa. I fornelli nel dna, insomma. Per Nicola, esperienze in Trentino, in Costiera Amalfitana e Cilentana, a Il Faro di Capo d'Orso... Fino al Il Fogliano, appunto. Con la promozione a chef, ha frequentato anche uno stage da Anthony Genovese: così i conti tornano tutti.

Gargiulo ha puntato su di lui con l'intento di confermare la stella, non lesinando in investimenti: 12 persone in cucina, delle quali alcuni stagisti. Annunziata, pur con le inevitabili ingenuità del primo incarico, sembra avere la stoffa per assolvere al suo compito. Ci è parso particolarmente convincente nella parte dolce del menu, ambito solitamente assai ostico per gli chef "salati": il che è un gran bel segnale. L'assaggio di un suo eccellente dessert ci ha infatti svelato come Annunziata proprio (anche) di dessert si occupasse in particolare, prima della promozione.

Fondente, passion fruit, caffè e caramello salato

Fondente, passion fruit, caffè e caramello salato

Una delizia in effetti è stato il Fondente, passion fruit, caffè e caramello salato. Goloso, contemporaneo, aromatico, con la nota dolce-acidula del frutto, la parte sapida e il perfetto gioco di consistenze, perché il cioccolato (un Araguani 72% di Valrhona) è declinato in consistenze diverse: cioccolato temperato, spugna, crumble... Gran classe, con vista mare.

Il resto della nostra cena la raccontiamo sotto, con gli scatti di Tanio Liotta.

Appetizer: Involtino primavera, curry, ragu di maiale iberico

Appetizer: Involtino primavera, curry, ragu di maiale iberico

Soffice di parmigiana di melanzane, spuma di primo sale

Soffice di parmigiana di melanzane, spuma di primo sale

Molto buono il Tacos burro e alici

Molto buono il Tacos burro e alici

Gambero, stracciatella e spinacino

Gambero, stracciatella e spinacino

Molta cura è riservata alla produzione di pane maison con lievito madre, Annunziata ha studiato da Gabriele Bonci

Molta cura è riservata alla produzione di pane maison con lievito madre, Annunziata ha studiato da Gabriele Bonci

Inizia la cena vera e propria: Gambero rosso crudo, finocchio e pompelmo arrosto

Inizia la cena vera e propria: Gambero rosso crudo, finocchio e pompelmo arrosto

Ricciola hamachi, crema di aglio nero, gelato di olive nere di Gaeta, cetriolo

Ricciola hamachi, crema di aglio nero, gelato di olive nere di Gaeta, cetriolo

Spaghettone, vongole e prosciutto. Quest'ultimo è un brodo ottenuto lasciando l'osso del prosciutto sei ore in infusione. Poi scaglie di lievito essiccato

Spaghettone, vongole e prosciutto. Quest'ultimo è un brodo ottenuto lasciando l'osso del prosciutto sei ore in infusione. Poi scaglie di lievito essiccato

Tortelli di pasta all'uovo con coniglio all'ischitana, stracchino di bufala e granita di cedro, con infuso di rosmarino e olive nere. Uno dei piatti migliori, forse appena troppo sapido

Tortelli di pasta all'uovo con coniglio all'ischitana, stracchino di bufala e granita di cedro, con infuso di rosmarino e olive nere. Uno dei piatti migliori, forse appena troppo sapido

Spigola, scarola, pane e acciughe. La scarola è sia in crema che in foglie, il pane in crema con le acciughe

Spigola, scarola, pane e acciughe. La scarola è sia in crema che in foglie, il pane in crema con le acciughe

Aragostella, stracciatella e melanzane

Aragostella, stracciatella e melanzane

Pluma iberica, funghi, carote e misticanza

Pluma iberica, funghi, carote e misticanza

Prima del dessert cioccolatoso del quale vi abbiamo parlato prima, l'altro dessert è un Pan brioche con gelato di extravergine dalla cultivar marchigiana Mignola. Con la parte salata avevamo invece assaggiato l'ottimo olio La Valle dell'Usignolo, monocultivar Itrana, prodotto nella vicina Sermoneta

Prima del dessert cioccolatoso del quale vi abbiamo parlato prima, l'altro dessert è un Pan brioche con gelato di extravergine dalla cultivar marchigiana Mignola. Con la parte salata avevamo invece assaggiato l'ottimo olio La Valle dell'Usignolo, monocultivar Itrana, prodotto nella vicina Sermoneta


Il Vistamare de Il Fogliano Hotel
piazzale G. Loffredo, Strada Lungomare Latina-Sabaudia, Latina
Tel. +39 0773 273418
ilfoglianohotel.it
aperto a pranzo a cena, chiuso il giovedì
menu degustazione a 38 (solo a pranzo lun-ven), 95 e 115 euro


Rubriche

Carlo Mangio

Gita fuoriporta o viaggio dall'altra parte del mondo?
La meta è comunque golosa, per Carlo Passera