Italian FOOD&WINE Festival

Ricette

Pane, burro salato & lampone
Crema di riso alla parmigiana con salsa alla barbabietola rossa
4.0 Tutto cominciò
Zucca
"Entré" deliziosa di wasabi e pompelmo
"Risotto" di seppie
...una semplice insalata
A modo dell’insalata…
Cetriolo in acqua di pomodoro, anguria saltata e menta al kefir, cardamomo e ananas
Acqua
Affresco mediterraneo
Cagliata di cioccolato bianco, cremoso di caffè, croccante di noce e“spugna” di limone.
Agnello sambucano cotto arrosto, formaggio fresco di capra e bietole
Agrumi&crostacei
Tartare di scampi e il suo gelato, puzzle di agrumi
Assoluto di cipolle con zafferano e Grana Padano
Baccalà all’Anconetana
Barbabietola
Bicchiere all'acqua di mela verde
(da mangiare)
Bollito Misto (non bollito)
Bonito parterre
Caffè&zabaione
Fondente caldo di caffè e gelato allo zabaione di Vinsanto e Cantuccini.
Cagliata di latte di pecora e fieno condita con foglie bruciate di felce, zucca glassata in uno sciroppo non dolce

Trani e la felicità

Sul borgo pugliese è piovuta di recente una cascata di bontà. Le immagini e i protagonisti

Il pomodoro vero con finto tonno dello chef Michele Rotondo della Masseria Petrino di Palagianello (Taranto), una delle infinite bontà che nel fine settimana passato hanno contrassegnato il Trani International Festival, una festa del cibo buono e dei suoi protagonisti (foto e fotogallery di Giuseppe Tricarico)

Il pomodoro vero con finto tonno dello chef Michele Rotondo della Masseria Petrino di Palagianello (Taranto), una delle infinite bontà che nel fine settimana passato hanno contrassegnato il Trani International Festival, una festa del cibo buono e dei suoi protagonisti (foto e fotogallery di Giuseppe Tricarico)

Leggi | 18-09-2014 | Identità Golose | Dall'Italia

Il Joia ha compiuto 25 anni

Leemann apriva il suo locale di cucina naturale il 16 settembre 1989: "Ne abbiamo pulita di verdura"

Pietro Leemann, chef e patron del ristorante Joia, alta cucina naturale a Milano, mentre annuncia, aiutandosi con le mani, che il locale a fortissima vocazione vegetariana e vegana, ha appena compiuto 25 anni. L'italo-svizzero, madre valtellinese e padre ticinese, lo aprì in via Panfilo Castaldi 18, telefono +39.02.29522124, il 16 settembre del 1989. L'ultimo intervento sulla struttura l'agosto scorso

Pietro Leemann, chef e patron del ristorante Joia, alta cucina naturale a Milano, mentre annuncia, aiutandosi con le mani, che il locale a fortissima vocazione vegetariana e vegana, ha appena compiuto 25 anni. L'italo-svizzero, madre valtellinese e padre ticinese, lo aprì in via Panfilo Castaldi 18, telefono +39.02.29522124, il 16 settembre del 1989. L'ultimo intervento sulla struttura l'agosto scorso

Leggi | 17-09-2014 | Paolo Marchi | Affari di Gola di Paolo Marchi

Bollicine per una rivincita

Primo Franco festeggia le 30 vendemmie dell'omonimo vino che ha riscattato il prosecco

Degustazione di diverse annate di Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Primo Franco, un vino che ha dimostrato di non temere l'invecchiamento (foto Passera)

Degustazione di diverse annate di Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Primo Franco, un vino che ha dimostrato di non temere l'invecchiamento (foto Passera)

Leggi | 17-09-2014 | Carlo Passera | In cantina

Contro gli sprechi di cibo

Anche l'alta cucina può contribuire a un consumo più intelligente e sostenibile degli alimenti

Lo splendido piatto chiamato Solaris - qui ritratto per gentile concessione del suo autore Pietro Leemann - è un esempio di come si possano proficuamente utilizzare tutte le parti di un ingrediente, nel caso specifico i semi di pomodoro. Lisa Casali ci racconta come anche gli chef possano fornire esempi virtuosi e insegnamenti preziosi per ridurre gli sprechi alimentari

Lo splendido piatto chiamato Solaris - qui ritratto per gentile concessione del suo autore Pietro Leemann - è un esempio di come si possano proficuamente utilizzare tutte le parti di un ingrediente, nel caso specifico i semi di pomodoro. Lisa Casali ci racconta come anche gli chef possano fornire esempi virtuosi e insegnamenti preziosi per ridurre gli sprechi alimentari

Leggi | 16-09-2014 | Lisa Casali | Green

Il cardoncello volerà a New York

La Campania a Manhattan con Identità, nel segno di un fungo caro allo chef Vitantonio Lombardo

Ecco la Pizza in black, la pizza nera (nera per via del carbone vegetale) pensata da Vitantonio Lombardo come omaggio a Davide Scabin, chef e patron del Combal.zero a Rivoli vicino Torino. Il titolare della Locanda Severino a Caggiano, borgo a cavallo tra Campania e Basilicata, strega con i profumi dei tartufi neri della sua terra. Attenti: il caviale non è di storione, non è proprio di mare

Ecco la Pizza in black, la pizza nera (nera per via del carbone vegetale) pensata da Vitantonio Lombardo come omaggio a Davide Scabin, chef e patron del Combal.zero a Rivoli vicino Torino. Il titolare della Locanda Severino a Caggiano, borgo a cavallo tra Campania e Basilicata, strega con i profumi dei tartufi neri della sua terra. Attenti: il caviale non è di storione, non è proprio di mare

Leggi | 15-09-2014 | Paolo Marchi | Primo piano
Grana Padano Home
S.Pellegrino Home sopra indice
Birra Moretti Home
Lavazza Home
Monograno Felicetti Home
Petra Molino Quaglia Home
Fipe congresso Ebnt Congresso jobmatch - congresso Host home